Claudio Silvestrin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudio Silvestrin (Zurigo, 5 settembre 1954) è un architetto e designer italiano naturalizzato britannico.

Ha studiato a Milano sotto la guida di A G Fronzoni per poi trasferirsi alla Architectural Association di Londra.

Dal 1986 al 1988 ha lavorato con John Pawson allo studio associato Pawson Silvestrin Architects e nel 1989 ha fondato la Claudio Silvestrin Architects, con uffici prima a Londra e poi a Milano dal 2006.

Considerato uno dei maestri del minimalismo contemporaneo [1] e apprezzato da architetti e designer di risonanza mondiale come Terence Conran[2], è conosciuto per le atmosfere serene e le forme semplici e assolute della sua architettura e degli interni che progetta.[3].

Il Museo d'arte contemporanea della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino da lui progettato è stato valutato da esperti e critici come una struttura dotata di una propria connotazione artistica[4].

Nel 2006 ha cofondato ClaudioSilvestrinGiulianaSalmaso Architects, una società che si dedica ai concorsi di architettura.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Premi ricevuti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 Artib Award
  • 2003 Contract World Award
  • 2003 Medaglia D'oro per l'Architettura Italiana alla Triennale di Milano
  • 2005 International Award Architecture in Stone
  • 2005 Travel+Leisure Magazine Design Awards
  • 2005 Wallpaper Magazine Design Awards
  • 2008 Archip - Domus (Russia) magazine award
  • 2009 Chicago Athenaeum International Architectural Award
  • 2014 Chicago Athenaeum International Architectural Award for the restoration of the Rocca Sinibalda Castle

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Bertoni, Claudio Silvestrin, Birkhäuser 1999 ISBN 0817661050 ISBN 978-0817661052
  • AA VV Sacred Spirit numero monografico di Interni (Italia) n. 567, Dic. 2006
  • Claudio Silvestrin, Eye Claudio - Claudio Silvestrin progetti e scritti, Viabizzuno edizioni 2008
  • Claudio Silvestrin, L'immaterialità del materiale - monografia con introduzione di Franco Bertoni e postcritto di Germano Celant, Allemandi 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bare, Modern Times, BBC2, marzo 1998
  2. ^ Terence Conran in The World of Interiors, agosto 2000
  3. ^ Gilda Bojardi in Interni n.12, dicembre 2006
  4. ^ Stefano Casciani in Domus n.850, Luglio-Agosto 2002

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN13168073 · ISNI (EN0000 0000 7862 1481 · SBN IT\ICCU\MILV\230961 · LCCN (ENn99252690 · GND (DE121590887 · BNF (FRcb13606632b (data) · ULAN (EN500066722 · WorldCat Identities (ENn99-252690