Chiesa di San Martino Vescovo (Bertiolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Martino Vescovo
Chiesa di San Martino Vescovo (Bertiolo) 01.jpg
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia
LocalitàBertiolo
Religionecattolica di rito romano
TitolareSan Martino di Tours
Arcidiocesi Udine
Consacrazione1702

Coordinate: 45°56′32.34″N 13°03′07.66″E / 45.942317°N 13.052127°E45.942317; 13.052127

La chiesa di San Martino Vescovo è la parrocchiale di Bertiolo, in provincia ed arcidiocesi di Udine[1][2]; fa parte della forania del Medio Friuli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Una chiesa a Bertiolo sorse nel XV secolo[1]; di tale edificio è ancora esistente l'abside, in cui vi sono lacerti d'affreschi cinquecenteschi e che, inglobata nella nuova chiesa, oggi funge da sala termica[1].
L'attuale parrocchiale venne costruita nel XVII secolo e consacrata nel 1702 dal patriarca di Aquileia Dionisio Dolfin[1][2].
Durante il terremoto del Friuli del 1976 la chiesa subì alcuni danni, che furono sanati negli anni ottanta[1].
Nel 2002 la cappella feriale fu oggetti di un intervento di restauro, condotto dall'architetto pozzuolese Annamaria Coccolo[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata della chiesa è a capanna e presenta due paraste laterali, un cornicione sotto le falde del tetto, il portale caratterizzato da un timpano curvilineo spezzato, sopra il quale s'apre una finestra rettangolare[1].
L'interno della chiesa è ad un'unica navata, caratterizzata da delle lesene che la ripartiscono[1]; l'aula termina con il presbiterio rialzato mdi tre gradini e a sua volta chiuso dall'abside pentagonale[1].
Opere di pregio qui conservate sono la pala di Sant'Osvaldo e Santi, realizzata da Pietro Bainville[3], un altare in marmo, in stile barocco e caratterizzato da due statue ritraenti i santi Pietro e Paolo[3], due tele raffiguranti il Battesimo di Cristo e la Carità di San Martino di Tours, commissionate a Odorico Politi nel 1832 da Giacomo Mantoani come ex voto[3], la pala avente come soggetto il Rosario, eseguita da Francesco Pavona[3], e la tela con sant'Antonio Abate assieme ad altri Santi, al Padre Eterno e alla Sacra Famiglia, dipinta da Biagio Cestari[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Chiesa di San Martino Vescovo <Bertiolo>, su chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato il 23 giugno 2020.
  2. ^ a b Bertiolo, su turismofvg.it. URL consultato il 23 giugno 2020.
  3. ^ a b c d e Bertiolo - Chiesa di San Martino, su viaggioinfriuliveneziagiulia.it. URL consultato il 23 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]