Chiara Pellacani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiara Pellacani
2018-10-15 Jump 1 (Diving Girls 3m springboard) at 2018 Summer Youth Olympics by Sandro Halank–109.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 155 cm
Peso 53 kg
Tuffi Diving pictogram.svg
Specialità trampolino 1 m, trampolino 3 m, piattaforma 10 m
Carriera
Squadre di club
M.R. Sport A.S.D.
Fiamme Gialle
Nazionale
2017-Italia Italia
Palmarès
Coppa del Mondo 0 0 1
Europei di nuoto/tuffi 3 3 1
Europei giovanili di nuoto 1 1 3
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 17 maggio 2021

Chiara Pellacani (Roma, 12 settembre 2002) è una tuffatrice italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale giovanile[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla stagione agonistica 2015-2016 fa parte della nazionale italiana giovanile di tuffi. Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2016 di Fiume vince la medaglia d'argento nella prova a squadre Jump Event e la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro, categoria B.

Partecipa ai Campionati Mondiali giovanili di tuffi di Kazan' nel 2016, sempre nella categoria B, gareggiando in cinque specialità e qualificandosi in ben quattro finali mondiali: si classifica infatti ottava nella gara dal trampolino 1 metro, undicesima nella gara dal trampolino 3 metri, quattordicesima (unica finale mancata) nella gara dalla piattaforma, quindicesima nella gara sincronizzata dal trampolino 3 metri e nona nella prova a squadre.

Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2017 di Bergen vince la medaglia d'oro nella gara dal trampolino 3 metri, categoria B, e la medaglia di bronzo nella prova a squadre Jump Event.

Nel 2018 conquista la qualificazione per l'Italia ai Giochi olimpici giovanili di Buenos Aires 2018 centrando la finale mondiale sia dal trampolino 3 metri, sia dalla piattaforma, ai Mondiali giovanili di tuffi 2018.

Ai Campionati europei giovanili di tuffi 2019 di Kazan' vince la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro, categoria A, classificandosi poi al quarto posto sia da 3 metri sia dalla piattaforma.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ai Campionati europei di tuffi 2017, disputatisi a Kiev, fa il suo esordio in nazionale maggiore a soli 14 anni; in questa occasione si classifica al quarto posto nella gara sincronizzata dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki, e al quinto nella competizione a squadre Team Event, in coppia con Vladimir Barbu. Si qualifica inoltre alla finale individuale dal trampolino 1 metro, classificandosi al decimo posto.[1]

Partecipa ai Campionati mondiali di Budapest 2017, dove si classifica all'undicesimo posto nella gara dalla piattaforma sincronizzata con Noemi Batki e al 31º posto nella gara individuale dal trampolino 1 metro.

Torna ad essere convocata per gli impegni internazionali del 2018, prendendo parte alla Coppa del Mondo di tuffi 2018 di Wuhan: si qualifica in finale nelle specialità sincronizzate, classificandosi all'ottavo posto sia dal trampolino 3 metri con Elena Bertocchi, sia dalla piattaforma con Noemi Batki; partecipa anche all'eliminatoria individuale dal trampolino 3 metri, chiudendo al 27º posto.

Agli europei di nuoto di Glasgow 2018, a soli 15 anni e 11 mesi, vince la medaglia d'oro nella gara sincronizzata dal trampolino 3 metri, in coppia con Elena Bertocchi.[2] Nella stessa edizione si classifica al quarto posto nella gara sincronizzata dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki, e al settimo posto nella finale individuale dal trampolino 3 metri.

Agli europei di tuffi di Kiev 2019 conquista la sua seconda medaglia d'oro continentale nella gara sincronizzata dalla piattaforma 10 metri, in coppia con Noemi Batki.

Partecipa all'edizione 2021 della Coppa del mondo di tuffi, valida per le qualificazioni ai Giochi della XXXII Olimpiade, classificandosi ventinovesima nella gara individuale da 3 metri e nona in quella sincronizzata dalla piattaforma, in coppia con Noemi Batki. Tuttavia vince la medaglia di bronzo nella gara sincronizzata dal trampolino 3 metri, in coppia con Elena Bertocchi: la coppia ottiene altresì la qualificazione olimpica.

Agli europei di nuoto di Budapest 2020, disputati a maggio 2021 alla Duna Aréna, ha vinto cinque medaglie: la medaglia d'argento nella prova mista a squadre, gareggiando con Riccardo Giovannini, Andreas Sargent Larsen e Sarah Jodoin Di Maria, terminando alle spalle della Russia (Kristina Il'inych, Evgenij Kuznecov, Ekaterina Beliaeva, Viktor Minibaev) di 3,80 punti; la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro alle spalle di Elena Bertocchi e Michelle Heimberg; la medaglia d'oro nella gara sincronizzata mista da 3 metri, gareggiando in coppia con Matteo Santoro; la medaglia d'argento nella gara dal trampolino 3 metri, classificandosi seconda dietro Tina Punzel; e la medaglia d'argento nella gara sincronizzata da 3 metri, nuovamente in coppia con Elena Bertocchi, ad appena 9 centesimi dall'oro andato alla coppia tedesca.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo 2021: bronzo nel sincro 3m.
Glasgow 2018: oro nel sincro 3m.
Kiev 2019: oro nel sincro 10m.
Budapest 2020: oro nel sincro 3m misto, argento nel trampolino 3m, nel sincro 3m e nella squadra mista, bronzo nel trampolino 1m.
Fiume 2016: argento nella prova a squadre "Jump Event" e bronzo nel trampolino 1m.
Bergen 2017: oro nel trampolino 3m e bronzo nella prova a squadre "Jump Event".
Kazan' 2019: bronzo nel trampolino 1m.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Federazione Italiana Nuoto - Chiara Pellacani, su federnuoto.it. URL consultato il 18 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2017).
  2. ^ Tuffi, Europei: oro Bertocchi-Pellacani nel trampolino sincro: Non ci sembra vero, in Repubblica.it, 12 agosto 2018. URL consultato il 18 gennaio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]