Carla Juri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carla Juri

Carla Caterina Juri (Locarno, 1985) è un'attrice svizzera.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Locarno ma cresciuta ad Ambrì, un villaggio del Canton Ticino, in una famiglia bilingue, durante gli studi si è distinta anche in ambito sportivo, giocando a hockey nelle giovanili dell'Hockey Club Ambrì-Piotta.[1] Terminati gli studi ha vissuto tra Zurigo, Los Angeles e Londra, dove ha iniziato a studiare recitazione.

Inizia a muovere i primi passi partecipando ad alcune produzioni televisive italiane, come Ho sposato uno sbirro e Un passo dal cielo. Debutta al cinema con il film 180° - Wenn deine Welt plötzlich Kopf steht, la cui interpretazione viene premiata con un Quartz - Premio del cinema svizzero per la miglior attrice non protagonista. L'anno successivo vince un altro Quartz come miglior attrice protagonista di Eine wen iig, dr Dällebach Kari.

Nel 2013 vince il premio come miglior attrice al Festival del film Locarno per la sua interpretazione in Feuchtgebiete, basato sull'omonimo romanzo di Charlotte Roche. Nello stesso anno diventa una della giovani promesse del cinema europeo, vincendo lo Shooting Stars Award durante la Berlinale.[2] Viene scelta per far parte del cast di Blade Runner 2049, di Denis Villeneuve, sequel di Blade Runner.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carla Juri (1985), 4.ti.ch. URL consultato il 26 dicembre 2016.
  2. ^ Carla Juri brilla a Berlino premiata con lo Shooting Stars (PDF), 3.ti.ch. URL consultato il 26 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN312620560 · LCCN: (ENno2015037015 · GND: (DE1062262603