Hockey Club Ambrì-Piotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hockey Club Ambrì-Piotta
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Hcap.png
Biancoblù, Ambrì
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Bianco, blu
Simboli Puck
Inno La Montanara
Dati societari
Città Quinto-coat of arms.svg Quinto
Paese Svizzera Svizzera
Confederazione IIHF Logo.jpg IIHF
Federazione Svizzera LSHG
Campionato Svizzera Lega Nazionale A
Fondazione 1937
Presidente Svizzera Filippo Lombardi
Direttore Sportivo Italia-Canada-Bandiera.png Ivano Zanatta
Allenatore Canada Serge Pelletier
Capitano Svizzera Paolo Duca
Squadre affiliate Biasca 3 Valli (1.L)
Chiasso (2.L)
Impianto di gioco Pista Valascia
(7.000 posti)
Sito web www.hcap.ch
Palmarès
Trofei nazionali 1 Coppe Svizzera
Trofei internazionali 2 Continental Cup
1 Supercoppa IIHF
Hockey current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

L'Hockey Club Ambrì-Piotta (più comunemente HC Ambrì-Piotta o anche solo HCAP), è un club di hockey su ghiaccio svizzero fondato nel 1937 ed avente sede nella località di Ambrì, frazione del comune di Quinto; milita nella Lega Nazionale A, il massimo campionato nazionale organizzato dalla Lega Svizzera di Hockey su Ghiaccio.

Nel suo palmarés vi sono due IIHF Continental Cup ed una Supercoppa IIHF. A livello nazionale, in un'occasione ha concluso in prima posizione la stagione regolare del campionato (che non è mai riuscito a vincere) ed ha ottenuto un successo nella Coppa Svizzera.

Sebbene il club rappresenti due piccole frazioni (Ambrì e Piotta) di un paese di montagna, esso vanta una grande tradizione sportiva e gode di un seguito popolare molto ampio.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini: dagli anni 1930 agli anni 1950[modifica | modifica wikitesto]

L'Hockey Club Ambrì-Piotta fu fondato nel 1937, traendo il proprio nome delle due frazioni più popolose del comune di Quinto, ovvero Ambrì e Piotta, situate nell'alta Val Leventina. Il primo campo di gioco fu la cosiddetta pista della "Cava", priva di copertura e in ghiaccio naturale, ricavata nell'area di una vecchia cava dismessa.

Nelle prime stagioni d'esistenza, l'HC Ambrì-Piotta militò nel campionato regionale svizzero e nella Serie B, una lega non professionistica posta al di sotto delle Divisioni Nazionali A e B. La svolta arrivò nel corso della stagione 1947-48, quando il club ticinese prese parte al campionato di Lega Nazionale B, vincendo il gruppo Est e la successiva finale. Nelle due stagioni successive l'Ambrì-Piotta si impose di nuovo nella seconda divisione, in un sistema tuttavia che non predeva promozioni e retrocessioni. Nel 1949 arrivò il primo allenatore straniero nella storia del club, il canadese Harry Vedan.

Al termine della stagione 1952-53 i biancoblù, dopo aver vinto il proprio girone, sconfissero l'EHC Basel conquistando così la prima storica promozione in Lega Nazionale A. Le stagioni successive portarono l'Ambrì-Piotta a raggiungere le posizioni di metà classifica, con il picco del terzo posto ottenuto nel 1957.

Primo titolo e ritorno in LNB: anni 1960-70[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione 1962 l'Ambrì-Piotta conquistò il primo trofeo della sua storia, sconfiggendo in finale di Coppa Svizzera la formazione dell'HC Villars (squadra che avrebbe vinto poi i due campionati nazionali successivi) per 5-3. Tuttavia nel giro di sole due stagioni, nel 1964, il club chiuse il campionato in ultima posizione e fu retrocesso in Lega Nazionale B.

Nel corso delle cinque successive stagioni, dal 1964 al 1969, la squadra arrivò più volte vicina alla promozione, senza però riuscirci: per due volte fu sconfitta nello spareggio valido per un posto in LNA, il primo contro l'Hockey Club La Chaux-de-Fonds ed il secondo contro lo Young Sprinters Hockey Club di Neuchâtel. Nei tre campionati successivi la formula mutò, e fu creato un girone all'italiana nel quale si affrontavano l'ultima classificata della LNA insieme alle migliori compagini della LNB; l'Ambrì-Piotta in un'occasione giunse al secondo posto. Nel corso della stagione 1969-1970 la formazione bianco-blu riuscì a concludere al primo posto del girone valido per l'accesso in Lega Nazionale A, ritornando così nella massima divisione nazionale.

Una volta ritornato in LNA, l'Ambrì-Piotta si attestò sulle posizioni medio-basse della classifica, con i "picchi" di due quarti posti ed un terzo posto ottenuto nel campionato 1972-73. Nel 1972 grazie anche alla presenza in rosa dell'ex-stella della NHL Andy Bathgate, al tempo stesso allenatore e giocatore, l'Ambrì-Piotta giunse di nuovo alla finale di Coppa Svizzera, disputata con gare di andata e ritorno contro il Genève-Servette HC, che però perse con il punteggio di 4-3. Al termine della stagione 1977-78, conclusa in ottava ed ultima posizione, l'Ambrì-Piotta fu nuovamente retrocesso in Lega Nazionale B, quattordici anni dopo l'ultima retrocessione.

Affermazione in LNA e trofei europei: anni 1980 e 1990[modifica | modifica wikitesto]

L'inizio degli anni 1980 fu segnato dal ritorno in Lega Nazionale A, conseguito nel 1982 dopo tre stagioni trascorse nella seconda divisione, nelle quali la squadra era comunque andata più volte vicina alla promozione. La stagione 1982-83 vide l'Ambrì-Piotta concludere il campionato in ottava posizione; i leventinesi furono poi incapaci di mantenere il proprio posto in LNA arrivando solo quinti nel girone promozione.

Nel 1985 l'HCAP ritornò in Lega Nazione A; contestualmente furono introdotti i playoff per decidere la vincente del campionato, abbandonando la formula del girone all'italiana. Nelle dieci stagioni dal 1987 al 1996 la squadra guadagnò sempre l'accesso ai playoff, accedendo per sei volte alle semifinali e quattro volte ai quarti di finale.

Dopo la caduta dell'Unione Sovietica, all'inizio degli anni 1990, il mondo dell'hockey su ghiaccio fu travolto da un'invasione di giocatori provenienti dal campionato sovietico e di vecchie glorie con trascorsi in National Hockey League. All'Hockey Club Ambrì-Piotta giunse nel 1984 il canadese Dale McCourt, già prima scelta assoluta al NHL Entry Draft, il quale in 264 partite mise a segno 408 punti prima del suo ritiro nel 1992; successivamente la sua maglia numero 15 fu ritirata. A metà del decennio, sotto la guida del tecnico russo Aleksandr Jakušev, ad arricchire ulteriormente la rosa della squadra, ove già spiccava Peter Jaks, giunsero i russi Oleg Petrov e Valerij Kamenskij (quest'ultimo membro del Triple Gold Club).

Dal 1997 al 2000, durante la presidenza di Emilio Juri, l'Ambrì-Piotta, condotto dall'allenatore canadese Larry Huras, raggiunse i massimi successi della sua storia. Dopo una semifinale scudetto persa nel 1998, l'anno successivo i biancoblù conclusero per la prima volta la regular season al primo posto, salvo poi arrendersi in finale a Gara-5 contro i rivali storici dell'HC Lugano. Nonostante il titolo nazionale mancato, in campo europeo arrivarono due titoli, la IIHF Continental Cup e la Supercoppa IIHF (quest'ultimo trofeo ottenuto in casa presso la Pista Valascia). Nella stagione successiva arrivarono la seconda Continental Cup e la finale di Supercoppa persa contro i russi del Metallurg Magnitogorsk.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni seguenti, dal 2001 al 2006, l'Ambrì-Piotta raggiuse una volta semifinale e cinque volte i quarti di finale di campionato, senza riuscire tuttavia a rinnovare i fasti degli anni 1990, anche a causa dei problemi economici della società. Sulla panchina su susseguirono numerosi allenatori, nessuno dei quali tuttavia riuscì a rimanere per più di una stagione.

Al termine della stagione 2006-07 i biancoblù dovettero disputare i playout, per evitare lo spareggio con la squadra vincente della Lega Nazionale B. In quell'occasione, così come nel 2009-10, la squadra si salvò al primo turno. Invece nel 2008 e nel 2009 fu necessario vincere la finale dei playout, disputata fra le due squadre perdenti delle semifinali. Nella stagione 2010-2011, dopo una partenza disastrosa sotto la guida di Benoît Laporte, fu ingaggiato lo statunitense Kevin Constantine, il quale portò alla salvezza l'Ambrì solo nello spareggio contro l'EHC Visp, campione della seconda serie. Al termine della stagione 2013-14 la squadra, ora guidata da Serge Pelletier, riuscì a ritornare ai playoff.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'HC Ambrì-Piotta
  • 1937-38 · Fondazione - Il 19 settembre 1937 nasce l'Hockey Club Ambrì-Piotta
    Amichevoli
  • 1938-39
    Amichevoli
  • 1939-40
    Amichevoli

  • 1940-41
    Campionati regionali - Serie B
  • 1941-42
    Campionati regionali - Serie B
  • 1942-43
    Campionati regionali - Serie B
  • 1943-44
    Campionati regionali - Serie B
  • 1944-45
    Campionati regionali - Serie B
  • 1945-46
    Campionati regionali - Serie B
  • 1946-47
    Campionati regionali - Serie B
  • 1947-48 · Gold medal with cup.svg Campione di LNB
    1° nella regular season LNB (gruppo est) - Vince Finale LNB
  • 1948-49
    1° nella regular season LNB
  • 1949-50
    1° nella regular season LNB

  • 1950-51
     ?° nella regular season LNB
  • 1951-52
     ?° nella regular season LNB
  • 1952-53 · Gold medal with cup.svg Campione di LNB - Vince girone promozione - Promozione in LNA
    1° nella regular season LNB (Gruppo II)
  • 1953-54
    6° nella regular season LNA
  • 1954-55
    6° nella regular season LNA
  • 1955-56
    5° nella regular season LNA
  • 1956-57
    3° nella regular season LNA
  • 1957-58
    4° nella regular season LNA
  • 1958-59
    7° nella regular season LNA
  • 1959-60
    7° nella regular season LNA

  • 1960-61
    7° nella regular season LNA
  • 1961-62
    4° nella regular season LNA
    Gold medal with cup.svg Coppa Svizzera 1962
  • 1962-63
    8° nella regular season LNA
  • 1963-64 · Retrocesso in LNB
    10° nella regular season LNA
  • 1964-65 · Gold medal with cup.svg Campione di LNB - Perde spareggio promozione in LNA
    1° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1965-66 · Gold medal with cup.svg Campione di LNB - Perde spareggio promozione in LNA
    1° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1966-67 · 4° in girone promozione
    1° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1967-68 · 5° in girone promozione
     ?° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1968-69 · 2° in girone promozione
     ?° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1969-70 · Gold medal with cup.svg Campione di LNB - Vince girone promozione - Promozione in LNA
     ?° nella regular season LNB (Gruppo Est)
 
  • 1970-71
    4° nella regular season LNA
  • 1971-72
    6° nella regular season LNA
    Perde finale della Coppa Svizzera 1972
  • 1972-73
    3° nella regular season LNA
  • 1973-74
    4° nella regular season LNA
  • 1974-75
    6° nella regular season LNA
  • 1975-76
    6°. Rango nella regular season LNA
  • 1976-77
    7° nella regular season LNA
  • 1977-78 · Retrocessione in LNB
    8° nella regular season LNA
  • 1978-79
    11° nella regular season LNB
  • 1979-80 · 4° in girone promozione
    1° nella regular season LNB (Gruppo Est)

  • 1980-81 · 4° in girone promozione
    2° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1981-82 · 2° in girone promozione - Promozione in LNA
    2° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1982-83 · 5° in girone promozione - Retrocesso in LNB
    8° nella regular season LNA
  • 1983-84 · 3° in girone promozione
    2° nella regular season LNB (Gruppo Est)
  • 1984-85 · 2° in girone promozione - Promozione in LNA
    1° nella regular season LNB
  • 1985-86
    8° nella regular season LNA
  • 1986-87 · Semifinale play-off
    4° nella regular season LNA
  • 1987-88 · Finalina play-off
    3° nella regular season LNA
  • 1988-89 · Semifinale play-off
    4° nella regular season LNA
  • 1989-90 · Quarti di finale play-off
    8° nella regular season LNA

 
  • 2000-01 · Vince semifinale dei playout
    10° nella regular season LNA
  • 2001-02 · Sconfitto nei quarti di finale
    4° nella regular season LNA
  • 2002-03 · Sconfitto nei quarti di finale
    7° nella regular season LNA
  • 2003-04 · Sconfitto nei quarti di finale
    6° nella regular season LNA
  • 2004-05 · Sconfitto nei quarti di finale
    6° nella regular season LNA
  • 2005-06 · Sconfitto nei quarti di finale
    7° nella regular season LNA
  • 2006-07 · Vince semifinale dei playout
    9° nella regular season LNA
  • 2007-08 · Vince finale dei playout
    11° nella regular season LNA
  • 2008-09 · Vince finale dei playout
    11° nella regular season LNA
  • 2009-10 · Vince semifinale dei playout
    12° nella regular season LNA

  • 2010-11 · Vince spareggio retrocessione
    12° nella regular season LNA
  • 2011-12 · Vince spareggio retrocessione
    11° nella regular season LNA
  • 2012-13 · Vince semifinale del playout
    10° nella regular season LNA
  • 2013-14 · Sconfitto nei quarti di finale
    7° nella regular season LNA
  • 2014-15 · Vince finale dei playout
    11° nella regular season LNA

Partite nelle competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Round Nazione Club Risultato
1998-1999 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Austria EC Graz 2-0
1998-1999 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Slovenia HDD Olimpija Ljubljana 6-5
1998-1999 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Polonia TH Unia Oświęcim 3-1
1998-1999 IIHF Continental Cup Finali Germania Düsseldorf EG 6-4
1998-1999 IIHF Continental Cup Finali Russia Avangard Omsk 5-3
1998-1999 IIHF Continental Cup Finali Slovacchia HC Košice 1-2
1999 Supercoppa IIHF Finale Russia Metallurg Magnitogorsk 2-0
1999-2000 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Francia Hockey Club de Reims 3-4
1999-2000 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Slovenia HDD Olimpija Ljubljana 5-3
1999-2000 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo O Austria VEU Feldkirch 9-2
1999-2000 IIHF Continental Cup Finali Germania Eisbären Berlin 2-2
1999-2000 IIHF Continental Cup Finali Russia Ak Bars Kazan' 7-3
1999-2000 IIHF Continental Cup Finali Slovacchia HKm Zvolen 7-3
2000 Supercoppa IIHF Finale Russia Metallurg Magnitogorsk 2-3
2000-2001 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo M Ucraina HK Berkut Kiew 4-2
2000-2001 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo M Svizzera HC Lugano 2-2
2000-2001 IIHF Continental Cup Semifinali – Gruppo M Germania München Barons 1-3

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Vista esterna della Valascia.
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Pista Valascia.

Il primo terreno di gioco dell'Hockey Club Ambrì-Piotta fu la cosiddetta "Cava", un campo di calcio scoperto che nei mesi invernali veniva sgomberato dalla neve, innaffiato e lasciato gelare naturalmente per permettere di giocare ad hockey su ghiaccio. Il nome deriva dal fatto che l'area in passato era stata sfruttata come cava di pietrisco da impiegare nella costruzione della ferrovia del Gottardo.

La "Cava" rimase in uso dal 1937 agli anni 1940[2], anno in cui fu decisa la costruzione di un vero stadio del ghiaccio, con tribune permanenti (ma inizialmente senza una copertura e con la pista ancora in ghiaccio naturale). Nacque così la pista Valascia (il cui nome deriva dal termine dialettale che significa "valanga"), che a partire dal 13 dicembre 1959 fu dotata di un impianto di ghiacciamento artificiale, "tenuto a battesimo" da un match fra le nazionali di Svizzera ed Italia, vinto per 6-3 dagli ospiti.[2]

Nonostante la pista sia situata a circa 1000 m s.l.m. l'iniziale mancanza di una copertura impediva di usufruire della pista nei mesi caldi e in caso di condizioni climatiche avverse. Nel 1979 si decise pertanto di installare un tetto sopra l'impianto.[2]

La Valascia ha una capienza di 7000 posti, dei quali 2000 dotati di seggiolino e 4500 sulle gradinate[3]; tra le strutture della Lega Nazionale A essa rappresenta uno degli stadi più vetusti: per questo motivo la società leventinese sta valutando una ristruttuazione a tappe della pista o un suo rifacimento completo[2]; ciononostante esso gode di una fama e di un'atmosfera molto apprezzate dai tifosi.[1]

Nel dicembre 2011 fu annunciato ufficialmente l'accordo tra il club e il comune di Quinto per la realizzazione del nuovo impianto della Valascia, da concludersi entro la stagione 2017-2018.[4]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati al 22 marzo 2015.[5][6]

N. Naz. Ruolo Nome Anno Alt. Peso Tiro Note
3 Svizzera D   Benjamin Chavaillaz 1989 188 82 L      
4 Canada D   Ryan O'Byrne 1984 196 106 R      
5 Svizzera D   Marc Grieder 1984 183 90 L      
6 Svizzera D   Marc Gautschi 1982 180 78 L      Infortunato
9 Svizzera A   Fabian Lüthi 1981 176 78 R      
10 Canada A   Alexandre Giroux 1981 188 90 L      
11 Rep. Ceca Svizzera A   Lukas Lhotak 1993 178 74 L      
12 Svizzera A   Daniele Grassi 1993 180 79 R      Infortunato
14 Stati Uniti A   Adam Hall 1980 188 96 R      
16 Canada A   Dominic Forget 1981 175 82 L      Licenza B (HC La Chaux-de-Fonds)
18 Svizzera A   Inti Pestoni 1991 175 79 L      
20 Svizzera A   Elias Bianchi 1989 184 83 L      
21 Svizzera A   Jason Fuchs 1995 175 75 L      Infortunato
22 Svizzera D   Reto Kobach 1980 182 86 L      
23 Svizzera A   Christian Stucki 1992 170 73 R      
24 Canada A   Loïk Poudrier 1992 174 75 R      Licenza B (HC La Chaux-de-Fonds)
26 Russia Stati Uniti A   Aleksej Dostoinov 1989 186 90 R      
28 Svizzera D   Patrick Sidler 1985 176 78 L      
29 Stati Uniti A   Keith Aucoin 1978 178 84 R      
31 Lettonia P   Edgars Masalskis 1980 179 78 L      
39 Svizzera P   Sandro Zurkirchen 1990 180 78 R      
44 Svizzera A   Roman Schlagenhauf 1989 189 89 L      
46 Svizzera A   Paolo Duca - C 1981 178 84 R      
55 Canada Stati Uniti D   Francis Bouillon 1975 173 90 L      
58 Canada Svizzera D   Jesse Zgraggen 1993 185 95 L      
77 Svizzera A   Daniel Steiner 1980 183 93 R      
79 Svizzera D   Alain Birbaum 1985 172 82 L      
81 Svizzera D   Julien Bonnet 1985 186 89 L      Prestito -> SCL Tigers
84 Svizzera D   Adrian Trunz 1984 180 86 L      
87 Svizzera P   Michael Flückiger 1984 177 83 R      
96 Svizzera A   Adrien Lauper 1987 190 94 L      

Legenda: P=Portiere; D=Difensore; A=Attaccante; L=Sinistra; R=Destra

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 6 agosto 2014.[5][6]

Head Coach: Canada-Svizzera Serge Pelletier
Assistant Coach: Canada-Italia Diego Scandella
Development Coach: Svizzera Luca Cereda
Allenatore portieri: Canada Michael Lawrence
Direttore Sportivo: Canada-Svizzera Serge Pelletier
Preparatore atletico: Svizzera Dino Lauber

Stagioni passate[modifica | modifica wikitesto]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Hockeisti su ghiaccio dell'HC Ambrì-Piotta.
Slovacchia Róbert Petrovický: 2002
Svezia Leif Rohlin: 2001
Rep. Ceca Zdeněk Kutlák: 2012

Maglie ritirate[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Lista degli allenatori succedutisi sulla panchina dell'Hockey Club Ambrì-Piotta dal 1937 ad oggi:[9]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Allenatori dell'HC Ambrì-Piotta.
Periodo Allenatore
Dal Al
1937 1947 non conosciuta ?
1947 1949 Svizzera Giovanni Zamberlani
1949 1951 Canada Harry Vedan
1951 1953 Svizzera Beat Rüedi
1953 1958 Canada Bob Kelly
1958 1959 Canada Larry Kwong
1959 1960 Svizzera Keller
1960 1961 Canada Ed Zukiwski
1961 1963 Germania Herberth Ulrich
1963 1964 Canada Bob Bragagnolo
1964 1965 Svezia Lasse Lilja
1965 1968 Rep. Ceca Jiří Kren
1968 1969 Rep. Ceca Jiří Anton
1969 1970 Svizzera Rüdi Kilias
1970 1971 Canada Bob Hall
1971 1972 Canada Andy Bathgate
1972 1973 Rep. Ceca Josef Cvach
1973 1974 Canada Derek Holmes
Periodo Allenatore
Dal Al
1974 1977 Rep. Ceca Jiří Kren
1977 1978 Rep. Ceca Ivan Bencic
1978 1979 Finlandia Alpo Suhonen
1979 1982 Rep. Ceca Jiří Kren
1982 1983 Canada Jean Cusson
Rep. Ceca Jiří Kren
1983 1984 Svezia Lasse Lilja
1984 1985 Germania Peter Ustdorf
1985 1986 Polonia Andy Szczepaniec
1986 1987 Svizzera Roland Von Mentlen
1987 1988 Svizzera Roland Von Mentlen
Rep. Ceca Julius Kovacs
Svezia Dan Hober
1988 1990 Svezia Dan Hober
1990 1993 Canada Bryan Lefley
1993 1994 Canada Perry Pearn
1994 1997 Russia Aleksandr Jakušev
Periodo Allenatore
Dal Al
1997 2000 Canada Larry Huras
2000 2001 Canada Pierre Pagé
2001 2003 Rep. Ceca Rostislav Čada
2003 2005 Canada Serge Pelletier
2005 2006 Canada Serge Pelletier
Finlandia Pekka Rautakallio
2006 2007 Finlandia Pekka Rautakallio
Canada Larry Huras
2007 2008 Rep. Ceca Jan Tlacil
2008 2009 Stati Uniti John Harrington
Rep. Ceca Rostislav Čada
2009 2010 Canada Benoît Laporte
2010 2012 Stati Uniti Kevin Constantine
2012 Canada Serge Pelletier

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

La squadra durante un incontro contro il Losanna.

Questo è il palmarès dell'Hockey Club Ambrì-Piotta a partire dalla fondazione:[10]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1998-1999
1962
1948, 1949, 1950, 1970

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1998-1999, 1999-2000
1999

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

1952-1953, 1969-1970, 1981-1982, 1984-1985

Record e statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Risultati raccolti a partire dal 1947, anno della prima partecipazione dell'HC Ambrì-Piotta ad eventi ufficiali organizzati dalla Lega svizzera di hockey su ghiaccio.[9]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Lega Nazionale A 50 1953-1954 2014-2015
Lega Nazionale B 18 1947-1948 1984-1985

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Vista della Curva Sud della Valascia.
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Derby del Ticino.

I tifosi dell'Ambrì-Piotta nutrono un'accesa rivalità con la squadra dell'Hockey Club Lugano, per ragioni storiche e logistiche. Infatti per la vicinanza geografica e poiché le due squadre ticinesi hanno militato spesso nella stessa divisione, la Lega Nazionale A, il derby è molto sentito nel cantone d'appartenenza. In tali occasioni l'agonismo in campo può raggiungere livelli esasperati: in due occasioni (il 23 gennaio 1973 ed il 10 gennaio 1987) scoppiarono tafferugli tra i giocatori delle due squadre, costringendo ad interrompere la partita.[11].

Il cuore del tifo organizzato della squadra leventinese è la "Curva Sud" della Valascia, ove prendono posto i tifosi più accesi.[1] Esistono 21 fans club ufficialmente riconosciuti dall'HC Ambrì-Piotta, la maggior parte dei quali concentrati nel Canton Ticino, oltre a presenze nei cantoni di Berna, Uri, Zurigo e Svitto. Anche in Italia esistono alcuni gruppi di sostenitori biancoblu, localizzati in Val Vigezzo, ad Asti e presso Bologna.[12]

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Il settore giovanile dell'Ambrì-Piotta, denominato "HCAP Giovani", è formato da diverse selezioni suddivise in base all'età: subito al di sotto della prima squadra si trovano gli "Juniori Elite" (under-20), i cui giocatori vengono talvolta impiegati nel massimo campionato. La formazione ha vinto il campionato nazionale di categoria nella stagione 1995-1996.[13] Le altre formazioni giovanili sono i "Novizi Elite" (under-18), i "Mini" (under-15), i "Moskito" (under-13), i "Piccolo" (under-11) e i "Bambini" (under-9).[14] Il settore giovanile della formazione leventinese conta 55 collaboratori e 130 giocatori coinvolti nelle diverse formazioni, e collabora con alcune squadre affiliate militanti nelle serie minori: l'HC Chiasso in Prima e il GDT Bellinzona in Seconda Lega.[15]

Società[modifica | modifica wikitesto]

L'Hockey Club Ambrì-Piotta ha assunto dal 1998 la forma statutaria di società anonima. La sede della società si trova nella frazione di Ambrì, parte del comune di Quinto, presso l'ex-stazione delle FFS.[16] Nel 2011 la società affrontò un momento di forte difficoltà dovuto a problemi finanziari, dovuti ai debiti degli anni precedenti e all'esigenza di raccogliere liquidità per la stagione successiva.[17] Grazie anche ad una campagna di raccolta di fondi, la società il 25 agosto 2011 ufficializzò l'aumento di capitale e il ripianamento dei debiti.[18][19]

Consiglio d'amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma del consiglio d'amministrazione dell'Hockey Club Ambrì-Piotta [20]

  • Presidente: Filippo Lombardi
  • Vicepresidente: Massimo Frigerio
  • Membri del Consiglio d'amministrazione:

Sostenitori[modifica | modifica wikitesto]

I sostenitori ufficiali dell'Hockey Club Ambrì-Piotta sono :

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Martin Merk, Ambri-Piotta resists urbanisation, IIHF.com. URL consultato il 28 agosto 2011.
  2. ^ a b c d Storia della Valascia, hcap.ch. URL consultato il 2 settembre 2011.
  3. ^ (EN) La Valascia - Hockeyarenas.net, hockeyarenas.net. URL consultato il 28 agosto 2011.
  4. ^ Comunicato stampa, hcap.ch, 29 dicembre 2011. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  5. ^ a b (EN) Roster 2014-2015 - Ambrì-Piotta, eliteprospects.com. URL consultato il 22 marzo 2015.
  6. ^ a b Hockey Club Ambrì Piotta: Prima squadra, hcap.ch. URL consultato il 22 marzo 2015.
  7. ^ Hockey LNA - Ambrì, sabato il ritiro della maglia di Nicola Celio (PDF), mattinonline.ch. URL consultato il 28 agosto 2011.
  8. ^ L'Ambrì ritirerà la maglia di Peter Jaks, sport.rsi.ch, 7 ottobre 2011. URL consultato il 7 ottobre 2011.
  9. ^ a b Storia del club, hcap.ch. URL consultato il 2 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2010).
  10. ^ Palmarès, hcap.ch. URL consultato il 2 settembre 2011.
  11. ^ Piergiorgio Giambognini, 100 Derby, Fontana Edizioni, 1997, pp. 24, 43, 77-79, ISBN 88-8191-118-3.
  12. ^ Fans Club, hcap.ch. URL consultato il 28 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2010).
  13. ^ Juniori Elite, hcap.ch. URL consultato il 2 settembre 2011.
  14. ^ Hockey Club Ambrì-Piotta Giovani, hcap.ch. URL consultato il 28 agosto 2011.
  15. ^ Settore giovanile - HCAP Giovani, hcap.ch. URL consultato il 28 agosto 2011.
  16. ^ Struttura del Club, hcap.ch. URL consultato il 2 settembre 2011.
  17. ^ (EN) Classic Swiss club in financial trouble, eurohockey.com, 4 luglio 2011. URL consultato il 28 agosto 2011.
  18. ^ Ambrì, aumento di capitale approvato, rsi.ch, 25 agosto 2011. URL consultato il 28 agosto 2011.
  19. ^ HC Ambrì Piotta. Conti soddisfacenti., ticinolive.ch, 25 agosto 2011. URL consultato il 28 agosto 2011.
  20. ^ Consiglio d'Amministrazione, hcap.ch. URL consultato il 5 settembre 2014.
  21. ^ http://www.hcap.ch/it/gruppo-di-sostegno.
  22. ^ http://www.dc-hcap.ch/.
  23. ^ http://www.lesamisdambri.ch/.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4556029-8