Canzoni della cupa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Canzoni della cupa
ArtistaVinicio Capossela
Tipo albumStudio
Pubblicazione5 maggio 2016
Durata120:00
Dischi2
Tracce28
GenereFolk
EtichettaLa Cùpa , Warner Music Italy
ProduttoreVinicio Capossela, Taketo Gohara, Alessandro Stefana
RegistrazionePrima sessione nel 2003 a Cabras (Oristano) e seconda sessione nel 2015 a Calitri (Avellino)
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Vinicio Capossela - cronologia
Album precedente
(2012)

Canzoni della cupa è il decimo album in studio del cantautore italiano Vinicio Capossela. L'album, pubblicato il 5 maggio 2016, è prodotto da La Cùpa e distribuito da Warner Music.

L'album parla soprattutto dell'Irpinia, terra d'origine dei genitori dell'artista e ha richiesto 13 anni di gestazione[2]. L'uscita, anticipata dal brano Il Pumminale e programmata per il 4 marzo 2016[3], è stata rimandata al 5 maggio 2016 a causa di problemi di salute del cantautore che si è dovuto sottoporre ad un delicato intervento chirurgico alle corde vocali[4].

Diverse tracce dell'album sono riscritture o reinterpretazioni di vecchi brani di Matteo Salvatore, storico cantautore della provincia di Foggia.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Qui di seguito sono riportate la note di presentazione dell'album pubblicate sul sito dell'Autore[5]

[...] un'opera originale in cui l'artista esplora quel territorio giacimento di culture, racconti e canti che hanno ispirato il suo ultimo romanzo, “Il Paese dei Coppoloni”. Un mondo che la Storia ha seminterrato, ma che fa sentire l'eco e il suono se gli si presta orecchio e ci si dispone al sogno, come lo ha definito proprio Capossela.

“Canzoni della Cupa” è un disco composto da due lati, Polvere e Ombra.

«Se la gratitudine si nutre di attesa, queste Canzoni della Cupa, sono l'opera per la quale ho maturato più gratitudine – racconta Vinicio Capossela – Gratitudine ricambiata, visto che dal 2003 ad oggi si sono riprodotte fino a presentarsi ora al pubblico in disco doppio e vinile quadruplo. Del resto sono un po' l'opera della vita, dunque sono vitali, come maggio, il mese in cui usciranno… Il mese delle rose, dei rosari e delle spine. Che la loro nuova vita gli sia lieve. Grazie a tutti».

Alla pubblicazione di “Canzoni della Cupa” seguirà un tour estivo in tutta Italia, anticipato da una sorpresa live.

Disco 1 - Polvere[modifica | modifica wikitesto]

  1. Femmine – 3:27
  2. Il lamento dei mendicanti – 3:26
  3. La padrona mia – 3:31
  4. Dagarola del Carpato – 3:45
  5. L'acqua chiara alla fontana – 3:55
  6. Zompa la rondinella – 5:11
  7. Franceschina la calitrana – 3:46
  8. Sonetti – 5:26
  9. Faccia di corno – 3:12
  10. Pettarossa – 3:27
  11. Faccia di corno - L'aggiunta – 4:09
  12. Nachecici – 3:48
  13. Lu furastiero – 1:55
  14. Rapatatumpa – 3:48
  15. La lontananza – 2:54
  16. La notte è bella da soli – 2:19

Disco 2 - Ombra[modifica | modifica wikitesto]

  1. La bestia nel grano – 5:33
  2. Scorza di mulo – 5:48
  3. Il Pumminale – 4:40
  4. Le creature della Cupa – 5:33
  5. La notte di San Giovanni – 5:48
  6. L'angelo della luce – 4:59
  7. Componidori – 5:13
  8. Il bene mio – 3:37
  9. Maddalena la castellana – 4:00
  10. Lo sposalizio di Maloservizio – 5:00
  11. Il lutto della sposa – 3:00
  12. Il treno – 11:03
  • Il brano "Il treno" finisce al minuto 6:35. Dopo 1 minuto e mezzo di silenzio (6:35 - 8:05), inizia la ghost track "La golondrina".

Singoli estratti[modifica | modifica wikitesto]

Il pumminale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il pumminale.

"Il Pumminale" deriva dal nome che la cultura popolare dava all'antico Licantropo, il cane mannaro, che misura guardando alla luna l'ampiezza della sua solitudine. “Il Pumminale”, primo brano estratto da “Canzoni della Cupa”, è ispirato a una delle doppie anime dell'uomo che la cultura popolare – dove più labile era il confine tra Realtà e mondo della Verità – ci ha abituato a conoscere. Un mondo in cui non c'è distinzione netta tra umano e animale, in cui tutta la natura è espressione della divinità e per questo inconoscibile, se non con l'esperienza diretta.

Il video del brano è un vero e proprio “short movie” girato in Irpinia dal regista americano Lech Kowalski, figura di culto nella scena cinematografica underground.[5]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Italia[6] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Canzoni della cupa (certificazione), su FIMI. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  2. ^ Storia di Copertina: nella tana di Vinicio Capossela, su Rockit.it. URL consultato il 29 giugno 2016.
  3. ^ Edoardo Bridda, Capossela. In streaming il video de “Il Pumminale” da “Canzoni della Cupa”, su sentireascoltare.com, 28 gennaio 2016.
  4. ^ Vinicio Capossela: rimandata l'uscita del nuovo album “Le Canzoni della Cupa”, su velvetmusic.it. URL consultato il 29 marzo 2016.
  5. ^ a b Presentazione dell'album sul sito ufficiale dell'autore, su viniciocapossela.it, 18 marzo 2016. URL consultato il 29 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2016).
  6. ^ Classifica settimanale WK 19 (dal 2016-05-06 al 2016-05-12), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 9 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica