Marinai, profeti e balene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marinai, profeti e balene
ArtistaVinicio Capossela
Tipo albumStudio
Pubblicazione2011
Durata86:16
Dischi2
Tracce10 + 9
GenereMusica d'autore
EtichettaLa Cupa, Warner Music Italy
ProduttoreVinicio Capossela e Taketo Gohara
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(vendite: 60 000+)
Vinicio Capossela - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo
(2012)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Rolling Stone Italia[2] 4/5 stelle

Marinai, profeti e balene è l'ottavo album in studio del cantautore italiano Vinicio Capossela, pubblicato il 26 aprile 2011.

Prima della sua uscita è stato pubblicato l'EP La nave sta arrivando, allegato a la Repubblica xL.[3][4]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album, definito dallo stesso Capossela «un'opera "ciclopedica", una "Marina Commedia" fuori misura»[5], è stato registrato tra Ischia, Creta, Berlino, Milano e Capodistria.[4][5][6]

L'album viene certificato disco di platino per le oltre 60.000 copie vendute.[7]

Il tour dedicato iniziò il 27 aprile dal Teatro Carlo Felice di Genova e terminò al Politeama Rossetti di Trieste il 22 dicembre 2011 per finire definitivamente il 26 maggio 2012 al Barbican Centre di Londra.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Il primo disco è stato definito dall'autore «oceanico e biblico» mentre il secondo «omerico e mediterraneo».[5]

Disco 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Il grande Leviatano - 4:47
  2. L'oceano oilalà - 3:08
  3. Pryntyl - 4:40
  4. Polpo d'amor - 3:43
  5. Lord Jim - 4:34
  6. La bianchezza della balena - 3:59
  7. Billy Budd - 5:01
  8. I fuochi fatui - 4:41
  9. Job - 6:05
  10. La lancia del Pelide - 4:31

Disco 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Goliath - 3:28
  2. Vinocolo - 4:02
  3. Le Pleiadi - 4:56
  4. Aedo - 5:16
  5. La Madonna delle conchiglie - 4:11
  6. Calipso - 5:02
  7. Dimmi Tiresia - 4:46
  8. Nostos - 3:37
  9. Le sirene + Ghost Track - 21:07

Singoli estratti[modifica | modifica wikitesto]

  1. Pryntyl - 4:40

Ispirazioni e riferimenti letterari delle tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1

  • "Il Grande Leviatano" è ispirato ad una canzone di Melville che appare sul suo famoso romanzo Moby Dick, nei primi capitoli della storia. A sua volta è ispirata al libro di Giona (2, 1-11). Il testo della canzone di Capossela riprende con pochissime varianti la traduzione che ne fece Cesare Pavese.
  • "L'Oceano Oilalà" è ispirata alla canzone che il secondo ufficiale Stubb canta all'inizio di una tempesta, nel finale.
  • "Pryntyl" è ispirato al libro Scandalo negli abissi, di Louis-Ferdinand Céline.
  • "Polpo d'amor" è un brano scritto sulla musica di "El Pulpo" di Joey Burns dei Calexico.
  • "Lord Jim" è ispirato all'omonimo romanzo dell'autore Joseph Conrad.
  • "La bianchezza della balena" è ispirato all'omonimo capitolo 42 del libro Moby Dick.
  • "Billy Budd" è ispirato alla ballata "Billy coi braccialetti" (Billy in the darbies), anonima, che appare in alcune edizioni del libro Billy Budd di H. Melville.
  • "I fuochi fatui" sono le principali frasi, lievemente modificate, dei capitoli di Moby Dick dal 119. all'Epilogo, e mancano alcuni dialoghi tra i marinai e gli ufficiali, la battuta del rum del ramponiere Tasthego, gli incontri con altre navi e i monologhi di Achab.
  • "Job" è ispirato al libro di Giobbe, precisamente ai versetti 1,1-22,2,1-13,3,1-26.
  • "La lancia del Pelide" è ispirata ai primi 6 endecasillabi del Canto Trentesimoprimo dell'Inferno di Dante Alighieri.

Disco 2

  • "Goliath" fa riferimento alla storia di una carcassa di balena norvegese imbalsamata di nome Goliath che veniva portata in giro con un semirimorchio.
  • "Vinocolo" è ispirata all'episodio omerico tratto dall'Odissea, libro IX, in cui Ulisse, per fuggire dalla spelonca del gigante monocolo Polifemo, lo ubriaca con del vino donatogli da Marone per poi accecarlo con un palo d'ulivo arroventato.
  • "Le Pleiadi" è un brano che mescola la storia di Penelope, moglie di Ulisse che lo attende ad Itaca tessendo e disfacendo la sua tela e la potenza evocativa, sotto forma di guida per i naviganti, della costellazione delle Pleiadi.
  • "Aedo" è un brano che descrive la figura dell'Aedo, cantore della Grecia antica.
  • "La Madonna delle Conchiglie" è un brano ispirato alla storia di Santa Restituta d'Ischia, la cui statuetta è stata "restituita" dal mare.
  • "Calipso" è ispirata al Libro V dell'Odissea, in cui Ulisse si trova sull'isola di Ogigia, prigioniero della Ninfa Calipso, che lo amò e lo trattenne sull'isola per 7 anni (secondo la versione di Omero).
  • "Dimmi Tiresia" è un brano ispirato alla figura dell'indovino Tiresia, che troviamo nell'Odissea, Libro XI, dove, dopo aver bevuto il sangue nero portato da Ulisse, predice a quest'ultimo il futuro.
  • "Nostos" è un brano che fa riferimento ai Nostoi, poemi greci del ciclo epico che descrivevano il ritorno dei greci in patria dopo la distruzione di Troia, con particolare riferimento al Canto di Ulisse dantesco (Inferno - Canto ventiseiesimo), specificamente ai versi 94-125. "Nostos" è anche ispirato alla poesia "Itaca" di Costantino Kavafis, da cui ne riprende diverse citazioni.
  • "Le Sirene" è un brano ispirato alla figura mitologica della Sirena, qui descritta con toni quasi visionari.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
massima
Italia[8] 2

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
Italia[9] 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  2. ^ Matteo Bordone, Marinai, profeti e balene | Rolling Stone | Musica, Rolling Stone Italia, 29 aprile 2011. URL consultato il 7 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2011).
  3. ^ a b Vinicio Capossela - Comunicato Stampa[collegamento interrotto]
  4. ^ a b Rockol.it - Vinicio Capossela: il doppio album si intitola 'Marinai, profeti e balene'
  5. ^ a b c Matteo Speroni, Capossela: la mia opera «ciclopedica», in Corriere della Sera, 14 aprile 2011, p. 61. URL consultato il 27-4-2011 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  6. ^ Elisa Russo, Il nuovo Capossela nasce a Capodistria, in Il Piccolo, 16 ottobre 2010, p. 34. URL consultato il 23-6-2011.
  7. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto! Archiviato il 26 giugno 2011 in Internet Archive.
  8. ^ Classifica italiana FIMI del 25 aprile 2011, su fimi.it. URL consultato il 6 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2012).
  9. ^ Classifiche annuali Fimi-GfK: Vasco Rossi con "Vivere o Niente" è stato l'album più venduto nel 2011, su fimi.it. URL consultato il 16 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica