Ovunque proteggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ovunque proteggi
ArtistaVinicio Capossela
Tipo albumStudio
Pubblicazione2006
Durata71:51
Dischi1
Tracce13
GenereFolk
EtichettaAtlantic Records, Warner Music Italy
ProduttoreVinicio Capossela
Registrazionevarie
NoteL'album Ovunque proteggi si aggiudica la Targa Tenco come migliore album del 2006.
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia[1]
(vendite: 100 000+)
Vinicio Capossela - cronologia
Album precedente
(2003)

Ovunque proteggi è il sesto album in studio del cantautore italiano Vinicio Capossela, pubblicato nel 2006 dalla Atlantic/Warner Music[2]. Oltre ad aggiudicarsi la Targa Tenco nel 2006 come migliore album, viene votato, nel 2007, secondo miglior album del 2006 nella categoria "world" dalla rivista Mojo dietro a Savane di Ali Farka Touré.

L'album è presente nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo Rolling Stone Italia alla posizione numero 6[3].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Non trattare – 6:06
  2. Brucia Troia – 4:57
  3. Dalla parte di Spessotto – 5:04
  4. Moskavalza – 5:33
  5. Al Colosseo - Il Rosario de La Carne – 4:09
  6. L'uomo vivo – 5:16
  7. Medusa cha cha cha – 4:57
  8. Nel blu – 5:15
  9. Dove siamo rimasti a terra Nutless – 6:16
  10. Pena de l'alma – 4:57
  11. Lanterne rosse – 5:06
  12. S.S. dei naufragati – 8:00
  13. Ovunque Proteggi – 6:15

Le canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Non trattare[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è tratta dall'omonimo salmo della Bibbia.

Brucia Troia[modifica | modifica wikitesto]

Ispirata probabilmente al mito di Elena e Paride, parla di Menelao, marito di Elena, che desidera che bruci, insieme alla città di Troia, anche la moglie. Il cantante unisce il mito omerico al Minotauro. Registrata nella grotta di Ispinigoli[4].

Dalla parte di Spessotto[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante descrive la vita quotidiana dalla parte di quelle persone che, per via di aspetti caratteriali poco comuni, sono poco considerate dal resto della società.

Moskavalza[modifica | modifica wikitesto]

Il cantante ha definito la canzone "un pezzo techno", e parla della storia russa fino al 1991, citando Vysotskyj, Majakovskij e altri personaggi russi.

Al Colosseo - Il Rosario de La Carne[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione cruda dei giochi dell'antica Roma, nonché evidente omaggio al brano "In the Colosseum" di Tom Waits, tratto dall'album del 1992 "Bone Machine".

L'uomo vivo[modifica | modifica wikitesto]

Dedicata alla festa de "Il Gioia" che si svolge a Scicli. Al culmine della Settimana Santa, il giorno di Pasqua viene festeggiata la Resurrezione di Cristo, detto l'Uomo Vivo, al grido di "Gioia", da cui per antonomasia il Gioia (con l'articolo al maschile). La statua lignea del Cristo, opera settecentesca attribuita a Civiletti e custodita nella Chiesa di Santa Maria La Nova, viene portata in processione per le vie della città e fatta ondeggiare e ballare in segno di gioia per tutto il giorno sino a tarda ora.

Medusa cha cha cha[modifica | modifica wikitesto]

Descrive in modo ironico il mito della Medusa.

Nel blu[modifica | modifica wikitesto]

Descrizione della vita in modo magico, dove compare molto spesso la parola blu.

Dove siamo rimasti a terra Nutless[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha alcuni tratti presi dal libro del cantante Non si muore tutte le mattine.

Pena del alma[modifica | modifica wikitesto]

Una canzone tradizionale messicana tradotta dallo stesso Capossela.

Lanterne rosse[modifica | modifica wikitesto]

Un pezzo mistico, dove compaiono strumenti orientali, difatti la musica è orientaleggiante. Vengono citati elementi asiatici, come l'hu dong e il drago.

S.S. dei Naufragati[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è basata sul libro La ballata del vecchio marinaio di Samuel Taylor Coleridge.

Ovunque Proteggi[modifica | modifica wikitesto]

Ovunque proteggi è la canzone che dà il titolo all'album. È una canzone d'amore scritta negli anni '90 da Capossela.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Vinicio Capossela - voce, chitarra, tastiera, pianoforte, organo
  • Marc Ribot - chitarra ritmica, dobro, banjo
  • Glauco Zuppiroli - contrabbasso, chitarra
  • Zeno De Rossi - batteria, tamburo, percussioni, marimba
  • Vincenzo Vasi - basso, xilofono, theremin
  • Alessandro Stefana - chitarra, dobro
  • Luciano Invernizzi - trombone
  • Gabriel Tenorio - chitarra slide
  • Anna Garano - dobro
  • Gak Sato - percussioni, theremin
  • Jacob Hernandez - maracas
  • Enrique Roman - congas
  • Ivan Gambini - timpani
  • Ares Tavolazzi - contrabbasso
  • Mario Brunello - violoncello
  • Wu Wei - violino, organo, flauto
  • Enrico Bellani - corno francese
  • Edoardo De Angelis - archi
  • Fabio Prima - fiati
  • Vittorio Castelli - clarino
  • Fabrizio Cattaneo - tromba
  • Massimo Marcer - tromba
  • Roy Paci - tromba
  • Giorgio Giovannini - trombone
  • Gaetano Santoro - sassofono baritono
  • Achille Succi - clarinetto
  • Sauro Berti - clarino, fiati

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le cifre di vendita - 2006 (PDF), Musica e dischi. URL consultato il 14 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2014).
  2. ^ Federico Guglielmi, Rock (in) italiano: 50 album fondamentali (2001-2010), in Mucchio Extra, Stemax Coop, #37 primavera 2012.
  3. ^ Rolling Stone: e siamo al numero 100!, Rolling Stone Italia, 30 gennaio 2012. URL consultato il 1º luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 maggio 2014).
  4. ^ http://www.rockol.it/news-72780/Vinicio-Capossela-registra-una-nuova-canzone-in-una-grotta#.UBgij2GFB2A Vinicio Capossela registra una nuova canzone in una grotta

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica