Campionato mondiale di motocross 2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Campionato mondiale di motocross 2017
Edizione n. 61 del campionato mondiale di motocross
Dati generali
Inizio25 febbraio
Termine17 settembre
Prove19
Titoli in palio
MXGPItalia Antonio Cairoli
su KTM
MX2Lettonia Pauls Jonass
su KTM
Costruttori MXGPAustria KTM
Costruttori MX2Austria KTM
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il campionato mondiale di motocross 2017 è la sessantunesima edizione del campionato mondiale di motocross.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per quanto concerne la MXGP, il titolo è stato vinto dall'italiano Antonio Cairoli su KTM che, vincendo sei Gran Premi, fa suo il titolo con una gara d'anticipo sulla fine del campionato. Grazie a questa affermazione, Cairoli diventa il secondo pilota più titolato nella storia del Motocross, avendo vinto nove titoli mondiali.[1] Nella classe MX2, il titolo viene vinto dal lettone Pauls Jonass, anch'egli su KTM e come Cairoli vincitore di sei Gran Premi in stagione. In questo caso si tratta della prima affermazione iridata per un pilota lettone.[2]

Per quanto concerne i costruttori, questa stagione segna il dominio di KTM, che vince tutti e quattro i titoli mondiali nelle due classi.

MXGP[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data Gran Premio Località Vincitore Gara 1 Vincitore Gara 2 Vincitore GP
25 febbraio
5 marzo
Non disputata
19 marzo
2 aprile
16 aprile
23 aprile
7 maggio
21 maggio
28 maggio
11 giugno
25 giugno
2 luglio
23 luglio
6 agosto
13 agosto
20 agosto
3 settembre
10 settembre
17 settembre

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Punti
Italia Antonio Cairoli KTM 722
Paesi Bassi Jeffrey Herlings KTM 672
Francia Gautier Paulin Husqvarna 602
Belgio Clément Desalle Kawasaki 544
Slovenia Tim Gajser Honda 530
Francia Romain Febvre Yamaha 519
Belgio Jeremy Van Horebeek Yamaha 443
Germania Maximilian Nagl Husqvarna 439
Regno Unito Max Anstie Husqvarna 436
10º Paesi Bassi Glenn Coldenhoff KTM 424

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Punti
1 Austria KTM 834
2 Italia Husqvarna 698
3 Giappone Yamaha 659
4 Giappone Honda 631
5 Giappone Kawasaki 584
6 Giappone Suzuki 440

MX2[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Data Gran Premio Località Vincitore Gara 1 Vincitore Gara 2 Vincitore GP
25 febbraio
5 marzo
19 marzo
2 aprile
16 aprile
23 aprile
7 maggio
21 maggio
28 maggio
11 giugno
25 giugno
2 luglio
23 luglio
6 agosto
13 agosto
20 agosto
3 settembre
10 settembre
17 settembre

Classifiche finali[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Moto Punti
Lettonia Pauls Jonass KTM 771
Svizzera Jeremy Seewer Suzuki 732
Danimarca Thomas Kjer Olsen Husqvarna 579
Stati Uniti Thomas Covington Husqvarna 532
Francia Benoit Paturel Yamaha 504
Belgio Julien Lieber KTM 490
Spagna Jorge Prado García KTM 460
Paesi Bassi Brian Bogers KTM 407
Australia Hunter Lawrence Suzuki 395
10º Belgio Brent Van doninck Yamaha 309

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Punti
1 Austria KTM 848
2 Giappone Suzuki 766
3 Italia Husqvarna 728
4 Giappone Yamaha 623
5 Giappone Kawasaki 414
6 Giappone Honda 370
7 Italia TM 156

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]