Cameron (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cameron
city
(EN) City of Cameron
Cameron – Veduta
Il cartello di benvenuto di Cameron
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaMilam
Territorio
Coordinate30°51′15.84″N 96°58′42.96″W / 30.8544°N 96.9786°W30.8544; -96.9786 (Cameron)Coordinate: 30°51′15.84″N 96°58′42.96″W / 30.8544°N 96.9786°W30.8544; -96.9786 (Cameron)
Altitudine122 m s.l.m.
Superficie13,55 km²
Abitanti5 552 (2010)
Densità409,74 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale76520
Prefisso254
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Cameron
Cameron
Cameron – Mappa

Cameron è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Milam nello Stato del Texas. La popolazione era di 5.552 abitanti al censimento del 2010.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Cameron è situata a 30°51′16″N 96°58′43″W / 30.854444°N 96.978611°W30.854444; -96.978611 (30.854544, -96.978716)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 13,55 km², dei quali 13,55 km² di territorio e 0 km² di acque interne (0% del totale).

Si trova all'incrocio tra le U.S. Highways 77 e 190, circa 71 miglia a nord-est di Austin, nel centro-nord della contea di Milam.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo che il Texas divenne uno stato degli Stati Uniti, la legislatura del Texas autorizzò una commissione di sette membri per trovare un sito permanente per il capoluogo della contea di Milam.[3] La commissione acquistò un tratto di 60 acri dall'headright[4] di Daniel Monroe sul fiume Little nel 1846 e nominò la nuova comunità Cameron in onore di Ewen Cameron (1811–1843), un highlander scozzese di primo piano nella Rivoluzione texana e membro della spedizione di Mier durante la guerra con il Messico.[5] Quando il tribunale di Cameron fu completato più tardi nello stesso anno, i documenti della contea furono trasferiti a Cameron da Nashville - una comunità situata lungo il fiume Brazos che aveva servito come capoluogo della contea di Milam durante il periodo in cui il Texas era una Repubblica indipendente.[2][6] La nuova città lottò a causa della sua posizione isolata con la ferrovia più vicina a cinquanta miglia di distanza. Tra la fine degli anni 1840 e gli inizi degli anni 1850, furono fatti diversi tentativi per navigare nel fiume Little, al fine di dare a Cameron un più facile accesso alle rotte commerciali.[6] I tentativi più riusciti si verificarono nel 1850 dopo che le forti piogge fecero salire il fiume. J.W. McCown Sr. persuase il capitano Basil M. Hatfield a portare il suo battello a vapore "Washington" attraverso la parte superiore del Brazos fino al fiume Little. Il battello a vapore e la merce trasportata causarono grande entusiasmo tra la gente del posto e si tenne una festa di due giorni quando la barca si fermò a due miglia e mezzo ad est di Cameron.[3] Nonostante questo, tuttavia, la navigazione del fiume era impraticabile su base regolare e luoghi come Port Sullivan e Nashville si svilupparono come dominanti centri del commercio della contea di Milam durante gli anni 1850 e 1860.[3] Una maggiore concorrenza arrivò negli anni 1870 quando fu fondata la vicina Rockdale sulla International-Great Northern Railroad. Di fronte a queste sfide, alcuni residenti della contea di Milam cominciarono a chiedersi se Cameron dovesse rimanere il capoluogo della contea invece della città di Rockdale, che prospera. Le elezioni si tennero nel 1874 e nel 1880 sulla questione con i risultati che andavano a favore del mantenimento dello status quo.[2]

L'Incorporazione e la crescita[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1881 arrivò a Cameron la Gulf, Colorado and Santa Fe Railway. Ciò migliorò l'economia locale e portò alla successiva crescita della popolazione. Nel sessennio tra il 1878 e il 1884, il numero totale degli abitanti salì da circa 500 a 800, con un aumento del sessanta percento.[3] Cameron aveva tentato l'incorporazione nel 1856, nel 1866 e nel 1873, ma ogni volta l'atto costitutivo veniva lasciato scadere. Fu ufficialmente incorporata nel 1889.[6] La San Antonio and Aransas Pass Railway arrivò nel 1890, dando alla città un'altra spinta positiva. Nel 1892, la popolazione si fermò a quasi 2.000 abitanti.

Sebbene il cotone dominasse l'economia di Cameron durante il XIX secolo, il XX secolo portò industrie più diversificate. La scoperta del petrolio nella vicina contea di Williamson nel 1915 spinse i residenti della contea di Milam ad avviare la propria esplorazione. Il giacimento petrolifero di Minerva-Rockdale fu scoperto nel 1921 e offrì nuove opportunità di investimento.[3] Negli anni 1920 e 1930, diverse aziende produttrici di latte stavano operando a Cameron, compresa la Kraft-Phenix Cheese Corporation.[6] Al censimento del 1930, la popolazione era di 4.565 abitanti. Questa cifra salì a 5.040 nel 1940.

I tempi moderni[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti di Cameron ricevettero opportunità di lavoro molto necessarie negli anni 1950 quando l'Aluminum Company of America costruì un impianto a sud-ovest di Rockdale. I lavori nello stabilimento, così come l'industria della lignite che forniva la potenza dell'impianto, rivatilizzarono l'economia della contea di Milam. L'impianto fu chiuso nel 2009. Tra il 1950 e il 1960, Cameron registrò un aumento di 588 abitanti, da 5.052 a 5.640.

Questo livello di crescita non continuò comunque. La Texas and New Orleans Railroad chiuse la linea da a sud di Cameron a Giddings. La Southern Pacific, che aveva acquistato la Texas and New Orleans, chiuse la linea da a nord di Cameron a Rosebud.[3] La popolazione continuò a sperimentare lievi fluttuazioni per tutto il resto del XX secolo.

Dal 27 al 31 maggio 2010 un campeggio al di fuori di Cameron ospitò il festival Burning Flipside, che portò oltre 2400 campeggiatori attraverso Cameron.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[7] del 2010, la popolazione era di 5,552 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 65,58% di bianchi, il 20,24% di afroamericani, lo 0,58% di nativi americani, lo 0,4% di asiatici, lo 0% di oceanici, l'11,98% di altre razze, e l'1,22% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 33,57% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ US Gazetteer files: 2010, 2000, and 1990, United States Census Bureau. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  2. ^ a b c Cameron, Texas, Texas Escapes Online Magazine. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  3. ^ a b c d e f Cameron, Texas, Handbook of Texas online. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  4. ^ Il sistema dell'headright è una concessione legale di terra a coloni. Cfr. Paolo Gramatica, Economia e tecnica degli scambi internazionali, Vita e Pensiero, 2002, pp. 510–511.
  5. ^ History, Cameron Area Chamber of Commerce. URL consultato il 21 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2008).
  6. ^ a b c d Cameron, Texas Webpage, in Leonard Kubiak's Online Texas History Webpages, Leonard Kubiak. URL consultato il 21 gennaio 2018.
  7. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato il 21 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn83049025 · WorldCat Identities (ENn83-049025
Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Texas