Caffè Mulassano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Caffé Mulassano si trova a Torino in Piazza Castello 15 ed è uno dei caffè storici della città, con arredi di epoca liberty e l'intatta l'atmosfera dell'elegante Torino di inizio Novecento.

Nella seconda metà dell'Ottocento Amilcare Mulassano, titolare della distilleria Sacco nota per la menta, apre una liquoreria in via Nizza 3 e nel 1907 la trasferisce in piazza Castello, lungo i cosiddetti "Portici della fiera" caratterizzati, dal secondo Ottocento, da un sistema di arredi commerciali di alta rappresentatività.

Il locale ha più di un secolo ma è stato il precursore di tante novità. Buona parte dei decori lignei, ad esempio, non sono fissati ai muri bensì raccordati fra loro da viti e chiodi e scostati dalla parete da un'intercapedine di diversi centimetri. Geniale precauzione in vista di eventuali trasferimenti.

È il primo locale, a Torino, a proporre il toast quando i nuovi gestori della famiglia Demichelis Nebiolo importano dall'America una macchina tostapane. Alla loro conduzione si deve anche, nel 1925, l'introduzione del tramezzino, ancora oggi principale specialità della casa proposta in oltre 30 varianti, caratterizzate dall'originalità degli accostamenti.

Nel corso del Novecento, il locale è stato un set ideale per spot pubblicitari e il cinema d'autore: qui furono girate alcune scene di Addio Giovinezza! (1940) di Ferdinando Maria Poggioli, Piccolo mondo antico (1941) di Mario Soldati, Quattro mosche di velluto grigio (1971) di Dario Argento.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]