Bilichilde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona, vedi Bililde.

Bilichilde (... – foresta di Lognes presso Chelles, autunno 675) fu una principessa di Austrasia che sposò Childerico II, re di tutti i Franchi.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Era l'unica figlia femmina del re dei Franchi Sali di Austrasia della dinastia merovingia, Sigeberto III e della moglie, Inechilde[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Quando suo padre Sigeberto III morì, nel 656, aveva nominato suo erede il fratello di Bilichilde, Dagoberto: ma, approfittando della giovane età di Dagoberto, il maggiordomo di palazzo, Grimoaldo[2], figlio di Pipino di Landen, lo fece rapire, tonsurare (gli ordini minori rendevano quanti li ricevessero inabili a regnare) e lo inviò in un monastero scozzese[3] o irlandese[4] (forse a Slane), accompagnato dal vescovo di Poitiers, Didone. Grimoaldo, riuscì così a far riconoscere re di Austrasia il proprio figlio Childeberto, detto l'Adottato[3], in quanto pochi anni prima era stato adottato da Sigeberto III.

Dopo un breve regno di Childeberto l'Adottato[5], il regno di Austrasia fu dato al cugino di Bilichilde, il giovane Childerico, che fu considerato come un figlio da Inechilde, che aveva perso il proprio, Dagoberto[1], e che gli diede in moglie la propria figlia, Bilichilde[1].

Nel 673, alla morte del re di Neustria e Burgundia, Clotario III, fratello maggiore di Childerico II, quest'ultimo, con l'appoggio del maggiordomo di palazzo di Austrasia, Wulfoaldo, riuscì ad impossessarsi dei due regni, divenendo l'unico re di tutti i Franchi[6].

Nel 675, però, secondo il Chronicon Moissiacense, la Neustria si sollevò contro Childerico II, che fu ucciso insieme alla moglie Bilichilde, che era incinta[7]: Childerico fu privato del regno e della vita, insieme con la moglie, Bilichilde ed il figlio Dagoberto dalla sue infide guardie del corpo Amalberto e Ingolberto, assieme a Bodilone e Lupo[8]. La coppia reale fu sepolta nella chiesa dell'abbazia di San Vincenzo (oggi Saint-Germain-des-Prés), presso Parigi[1].

Dopo l'uccisione di Bilichilde e di Childeberto II, poiché in quel momento in Austrasia non c'era alcun re[9] si ebbe il rientro in Austrasia del fratello di Bilichilde, Dagoberto[9], tra la fine del 675 e l'inizio del 676.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Bilichilde a Childerico II diede due figli:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Christian Pfister, La Gallia sotto i Franchi merovingi. Vicende storiche, in Storia del mondo medievale - Vol. I, Cambridge, Cambridge University Press, 1978, pp. 688-711.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]