Betancuria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Betancuria
comune
Betancuria – Stemma Betancuria – Bandiera
Localizzazione
Stato Spagna Spagna
Comunità autonoma Flag of the Canary Islands.svg Canarie
Provincia Provincia de Las Palmas - Bandera.svg Las Palmas
Territorio
Coordinate 28°25′00.12″N 14°03′00″W / 28.4167°N 14.05°W28.4167; -14.05 (Betancuria)Coordinate: 28°25′00.12″N 14°03′00″W / 28.4167°N 14.05°W28.4167; -14.05 (Betancuria)
Altitudine 395 m s.l.m.
Superficie 103,64 km²
Abitanti 685 (2001)
Densità 6,61 ab./km²
Comuni confinanti Antigua, Pájara, Puerto del Rosario, Tuineje
Altre informazioni
Cod. postale 35637
Prefisso (+34)...
Fuso orario UTC+0
Codice INE 35007
Targa GC
Cartografia
Mappa di localizzazione: Canarie
Betancuria
Betancuria

Betancuria è un comune spagnolo di 685 abitanti situato nella comunità autonoma delle Canarie, sull'isola di Fuerteventura.

Si tratta del primo nucleo abitato fondato dai colonizzatori spagnoli e prende il nome da Jean de Béthencourt, che la fondò nel 1405 facendo costruire degli alloggi per i militari e una cappella.

Nel 1424 il papa Martino V eresse a Betancuria il breve Vescovado di Fuerteventura, che comprendeva tutte le isole Canarie, tranne l'isola di Lanzarote.[1] L'origine di questa diocesi è correlata agli eventi che si verificarono dopo il Grande Scisma (1378-1417); infatti il vescovo di San Marcial del Rubicón di Lanzarote (sola diocesi al momento delle Isole Canarie) non aveva riconosciuto il pontificato di Martino V in quanto era un sostenitore dell'Antipapa Benedetto XIII. Il Vescovado di Fuerteventura ebbe sede nella parrocchia di Santa María de Betancuria, che aveva il rango di cattedrale. Il Vescovado fu abolito, durante il pontificato di Martino V, solo sette anni dopo la sua creazione nel 1433[2] e il suo territorio tornò sotto la giurisdizione della Diocesi di San Marcial del Rubicón.

È stata il capoluogo dell'isola di Fuerteventura fino al 1834. A Vega de Río Palmas si trova l'Eremo de la Virgen de la Peña, patrona dell'isola di Fuerteventura.

Betancuria vista dalle alture di Morro Veloso

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ El Cisma de Occidente y el Obispado de Fuerteventura
  2. ^ El Cisma de Occidente y el Obispado de Fuerteventura

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN298706795
Spagna Portale Spagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Spagna