Bedlington terrier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bedlington Terrier
Boutchie apres championnat 004.JPG
Classificazione FCI - n. 9
Gruppo 3 Terrier
Sezione 1 Terrier di taglia grande e media
Standard n. 9 del 24/06/1987 (en )
Nome originale Bedlington Terrier
Tipo Terrier
Origine Regno Unito
Altezza al garrese Maschio≥41 cm
Femmina≤41 cm
Peso ideale Tra gli 8,2 e i 10,4 kg
Razze canine

Il Bedlington Terrier è una razza canina britannica riconosciuta dalla FCI (Standard n.9, gruppo 3, sezione 1) che deve il suo nome alla città mineraria di Bedlington, nel Northumberland.

Descrizione e temperamento[modifica | modifica wikitesto]

Il bedlington terrier per il suo aspetto è stato più volte paragonato ad un agnello e può presentare un pelo blu, fegato, o sabbia.[1][2] Nel pelo si possono alternare punti morbidi e duri, ed essendo robusto, può essere scomodo da curare.[3]

In appartamento sono dei cani dolci e gentili, accettando anche altri animali, ma hanno sempre un temperamento da caccia (verso ad esempio uccelli o roditori), risultando all'esterno aggressivi verso altri cani. Sono quindi anche dei cani coraggiosi e molto agili, abbastanza da restare al passo di un cavallo.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Stall, Sam, Bedlington Terrier, in The Good Bad, and the Furry: Choosing the Dog That's Right for You, Quirk Books, p. 53. URL consultato il 4 Settembre 2018, 2013.
  2. ^ (EN) Colori, su akc.org, 4 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Kern, Kerry V. e Vriends, Matthew M., Descriptions of Terrier Breeds: Bedlington Terrier, in The New Terrier Handbook: Everything about Purchase, Care, Nutrition, Breeding, Behavior, and Training, Barron's Educational Series, 1988, pp. 77–79. URL consultato il 4 settembre 2018.
  4. ^ (EN) Shields, George O., The Bedlington Terrier, in The American Book of the Dog: The Origin, Development, Special Characteristics, Utility, Breeding, Training, Points of Judging, Diseases, and Kennel Management of All Breeds of Dogs, Rand McNally, 1891, pp. 395–411. URL consultato il 4 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85012781
Cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani