Bed and breakfast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "B&B" rimanda qui. Se stai cercando l'omonima azienda di mobili, vedi B&B Italia.
Un B&B a Sandhamn

La locuzione bed and breakfast (derivata dalla lingua inglese, traducibile come letto e colazione, in acronimo B&B) indicante una forma di alloggio turistico informale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È considerato generalmente più economico delle altre forme di alloggio turistico come hotel o residence, e più caro rispetto agli ostelli o campeggi.

Spesso il B&B rappresenta una fonte economica importante per le famiglie, e allo stesso tempo un'occasione di compagnia e conoscenza per persone sole o famiglie, felici di ospitare e accogliere i viaggiatori. È praticato dalle famiglie con una o più stanze per gli ospiti libere, con o senza bagno privato, e include il pernottamento e la prima colazione.

Negli ultimi anni, questo nuovo modo di viaggiare ha visto un incremento significativo. La possibilità di viaggiare in maniera più genuina, entrando in contatto con le persone del luogo, crea un'esperienza unica nel suo genere.

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Australia[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante le similitudini culturali ed una popolazione più di venti volte superiore, ci sono meno B&B in tutta l'Australia che nel South Island della Nuova Zelanda.

Dal 1960 la media pro capite del reddito disponibile degli australiani è stata superiore a quella dei neozelandesi e questo ha attenuato il potente incentivo per far uscire stanze nelle loro case ai viaggiatori. Un altro fattore potrebbe essere che l'Australia ha, oltre a Provincia e Regione come Singapore, la più grande concentrazione di abitanti delle città in qualsiasi punto del globo e queste città sono ampiamente forniti con gli hotel e motel.

Cina[modifica | modifica wikitesto]

In Cina gli espatriati hanno ristrutturato le strutture tradizionali nelle pittoresche aree rurali tranquille e ha aperto un paio di boutique hotel in stile rustico con servizi minimi. La maggior parte dei clienti sono turisti, ma stanno crescendo in popolarità tra i cinesi.

Cuba[modifica | modifica wikitesto]

A Cuba, che ha aperto al turismo nel 1990, dopo il sostegno finanziario dell'Unione Sovietica che si è dissolta, una forma di B&B chiamato casa particular ("casa privata") ed è diventata la principale forma di fuori delle località turistiche.

India[modifica | modifica wikitesto]

In India, il governo sta promuovendo il concetto di B&B. Il governo sta facendo questo per aumentare il turismo, soprattutto tenendo in considerazione la domanda di alberghi durante i Giochi del Commonwealth del 2010 a Delhi. Il governo indiano ha classificato i B&B in 2 categorie - Gold & Silver B&B. Tutti i B&B sono approvati dal Ministero del Turismo per poi classificare come oro o argento in base ai criteri predefiniti.

Ha crescita enorme in città metropolitane come Delhi, Gurgaon, Pune, Bangalore e Mumbai, infatti le persone si stanno affrettando a queste città in termini di avere un rispettivo lavoro e il B&B è diventando una scelta preferita tra di loro. B&B ha media provider di servizi che stanno fornendo questi servizi come standard nei loro locali come aria condizionata o raffreddamento di aria, cibo gratis, internet wi-fi gratuito; e fornitore di premio stanno fornendo tutta una serie di servizi aggiuntivi come il sistema di ascensore, non bolletta elettrica per l'aria condizionata e l'uso di riscaldamento, 50 MB per 100 MB per linea internet affittata per gli ospiti, citofono, telecamere di sicurezza (che è obbligatoria dal governo locale e statale dal dipartimento di polizia) e guardia di sicurezza 24 * 7. Gli oneri per standard dei B&B è di circa $ 100 a $ 120 ogni a testa per un mese e per i Bed & Breakfast con servizi premium parte dai $ 180 in sopra.

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Sono regolati da leggi regionali, che si rifanno tutte alla Legge 29 marzo 2001, n. 135 - "Riforma della legislazione nazionale del turismo"[1] e sono distinti dagli affittacamere. Si deve trattare in ogni caso di una attività a conduzione familiare, condotta cioè da privati all'interno della propria abitazione e dimora, ovvero il luogo in cui si vive abitualmente. Il numero massimo di stanze e posti letto adibite al servizio varia a seconda della legge regionale; in genere c'è un limite di 3 stanze e 6 posti letto, ma alcune regioni ne consentono di più. La colazione fornita deve essere composta di cibi preconfezionati poiché i B&B non sono autorizzati a preparare, manipolare e servire alimenti, salvo diverse disposizioni regionali.

A seconda dell'arredo, dell'ubicazione, della presenza o meno del bagno in camera, dei servizi offerti (cambio lenzuola, pulizia, TV o altri apparecchi elettronici in stanza, tipologia di colazione, ecc.), i B&B vengono in talune province classificati dalle Aziende Provinciali per il Turismo (APT) o da apposite commissioni comunali. Sono comunque ancora poche le regioni nelle quali avviene una classificazione, spesso non gradita dai gestori stessi che vedono in tal modo vanificare le peculiarità di ciascun B&B a favore di una standardizzazione del servizio offerto. Alcune associazioni classificano a loro volta i B&B, ma tali classificazioni non hanno alcuna validità a livello nazionale o internazionale, sono semplici criteri atti ad assicurare l'esistenza di determinati accessori o servizi all'interno di una struttura.

Normalmente per aprire un B&B è sufficiente comunicare l'inizio dell'attività e i relativi prezzi presso il SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del proprio Comune. Dal punto di vista fiscale (secondo la risoluzione del Ministero delle Finanze n. 155 del 13/10/2000) non è necessario aprire una partita IVA in quanto l'attività di B&B deve essere esercitata in modo saltuario, ed è sufficiente il codice fiscale del titolare da apporsi anche sulla ricevuta (non fiscale) che è obbligatorio rilasciare al momento del pagamento. Per importi superiori agli euro 77,47 è inoltre obbligatorio porre sulla ricevuta una marca da bollo da 2 euro che generalmente viene fatta pagare al cliente (l'obbligo della apposizione è però a carico del gestore). Va inoltre rilevato che l'attività dei bed and breakfast non può essere subordinata alle autorizzazioni dell'assemblea di condominio.[2]

Trattandosi per legge di attività saltuaria, è inoltre obbligatoria la chiusura per alcuni mesi all'anno e non sono consentiti soggiorni per più di 30 giorni consecutivi. I proprietari dovranno considerare l'iscrizione della propria attività presso i maggiori portali online per aumentare significativamente la propria visibilità. Molti ospiti decidono in quale struttura prenotare solo dopo un'attenta analisi delle recensioni e delle caratteristiche esposte online. Molti gestori di B&B decidono di incrementare le proprie entrate offrendo ai propri ospiti attività alternative come passeggiate naturalistiche, corsi di cucina e altre attività legate al territorio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 29 marzo 2001, n. 135, Gazzetta Ufficiale n. 92 del 20 aprile 2001.
  2. ^ BedandBreakFastEuro.com, Normativa italiana e leggi per aprire un Bed and Breakfast, it.bedandbreakfasteuro.com, 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]