Base aerea Thule

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Base aerea Thule
Thule air base above.jpeg
Codice IATA THU
Codice ICAO BGTL
Nome commerciale Thule Air Base
Descrizione
Tipo Militare
Proprietario Seal of the US Air Force.svg United States Air Force
Gestore Seal of the US Air Force.svg United States Air Force
Stato Danimarca Danimarca
Regione Groenlandia Groenlandia
Hub Seal of the US Air Force.svg United States Air Force
Air Greenland logo.PNG Air Greenland
Altitudine AMSL 77 m
Coordinate 76°31′52″N 68°42′11″W / 76.531111°N 68.703056°W76.531111; -68.703056Coordinate: 76°31′52″N 68°42′11″W / 76.531111°N 68.703056°W76.531111; -68.703056
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Groenlandia
BGTL
BGTL
Sito web www.thule.af.mil/

[senza fonte]

La Thule Air Base anche nota come Thule Air Base/Pituffik Airport è una enclave amministrativa statunitense nel comune di Qaasuitsup nella Groenlandia settentrionale. Situata nella contea di Avannaa, è la base aerea più a nord tra quelle gestite dalla United States Air Force, trovandosi a 1 118 km a nord del Circolo polare artico e a 1 524 km a sud del Polo Nord.

Secondo il censimento condotto nel 2005 la base era abitata da 235 persone.

Nel 1953 gli Stati Uniti acquistarono il territorio necessario per la base dal governo danese, gli Inuit che risiedevano in quell'area furono indotti dal governo danese a trasferirsi a 110 km a nord, dove attualmente è costituito il villaggio di Qaanaaq. Pur avendo acquistato il territorio furono conservati i diritti di sovranità della Groenlandia, per cui l'uso della base comporta per gli Stati Uniti il pagamento di un "affitto" ovvero di "cessione temporanea della sovranità", di 300 milioni di dollari annui.

Nel quadro dell'operazione Chrome Dome, i bombardieri strategici Boeing B-52 Stratofortress dello Strategic Air Command per decenni dal 1958, sorvolavano tutti i giorni la base aerea per verificarne l'operatività; i dirigenti americani temevano che, essendo la base di Thule di fondamentale importanza per individuare precocemente un attacco missilistico dell'Unione Sovietica contro gli Stati Uniti, essa sarebbe stata attaccata per prima. In questo caso i bombardieri B-52 delle missioni Chrome Dome avrebbero individuato per primi i segni dell'attacco e avrebbero ricevuto un Go code ("codice di via") per sferrare la rappresaglia nucleare contro il territorio sovietico.

Nel gennaio 1968 sui cieli della base di Thule si verificò un gravissimo incidente Broken Arrow ("freccia spezzata", il nome in codice per identificare gli incidenti con perdita di armamenti nucleari). Un B-52 precipitò nei pressi della base e le quattro bombe nucleari Mark 28 detonarono in parte, contaminando con materiale radiottivo una vasta area ghiacciata.

Per visitare la base serve un pass rilasciato dal funzionario dell'Aeronautica statunitense, oppure dal ministero danese competente, ovvero dall'ambasciata danese. La base è raggiungibile dai civili con voli dell'Air Greenland diretti a Qaanaaq, Moriusaq, Savissivik e voli charter diretti a Copenaghen ed a Kangerlussuaq.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN158348615 · LCCN: (ENn85284273