Bad Blood (album Bastille)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bad Blood
ArtistaBastille
Tipo albumStudio
Pubblicazione4 marzo 2013
(vedi date di pubblicazione)
Durata40:29
Dischi1
Tracce13
GenereRock alternativo
Indie rock
Synth pop
EtichettaVirgin
ProduttoreMark Crew, Dan Smith
Registrazionegiugno 2012–gennaio 2013, Unit 24 e Abbey Road Studios, Londra
FormatiCD, CD+DVD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[1]
(vendite: 35 000+)
Belgio Belgio[2]
(vendite: 15 000+)
Canada Canada[3]
(vendite: 40 000+)
Germania Germania[4]
(vendite: 200 000+)
Polonia Polonia[5]
(vendite: 10 000+)
Svezia Svezia[6]
(vendite: 20 000+)
Dischi di platinoAustria Austria[7]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[8]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[9]
(vendite: 1 000 000+)
Bastille - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2013)
Singoli
  1. Overjoyed
    Pubblicato: 27 aprile 2012
  2. Bad Blood
    Pubblicato: 17 agosto 2012
  3. Flaws
    Pubblicato: 21 ottobre 2012
  4. Pompeii
    Pubblicato: 22 febbraio 2013
  5. Laura Palmer
    Pubblicato: 31 maggio 2013
  6. Things We Lost in the Fire
    Pubblicato: 27 settembre 2013
  7. Oblivion
    Pubblicato: 8 settembre 2014

Bad Blood è il primo album in studio del gruppo musicale britannico Bastille, pubblicato il 4 marzo 2013 dalla Virgin Records.

L'album è stato registrato a Londra ed è stato prodotto dal frontman Dan Smith insieme a Mark Crew. Il disco ha debuttato inoltre alla prima posizione della classifica britannica degli album.[10]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Dan Smith.

  1. Pompeii – 3:34
  2. Things We Lost in the Fire – 4:01
  3. Bad Blood – 3:32
  4. Overjoyed – 3:26
  5. These Streets – 2:55
  6. Weight of Living, Pt. II – 2:55
  7. Icarus – 3:45
  8. Oblivion – 3:16
  9. Flaws – 3:39
  10. Daniel in the Den – 3:09
  11. Laura Palmer – 3:06
  12. Get Home – 6:38 – contiene la traccia fantasma Weight of Living, Pt. I
Tracce bonus nella The Extended Cut[11]
  1. Weight of Living, Pt. I – 3:28
  2. The Silence – 3:51
  3. Laughter Lines – 4:04
  4. Bad Blood (Live Piano Version) – 3:28
  5. Things We Lost in the Fire (Abbey Road Sessions) – 4:01
  6. Laura Palmer (Abbey Road Sessions) – 3:02
  7. Flaws (Live Acoustic Version) – 3:38
  8. Flaws (Live at Abbey Road) (Video) – 4:19
  9. Overjoyed (Video) – 3:43
  10. Bad Blood (Video) – 3:47
  11. Flaws (Video) – 3:41
  12. Pompeii (Video) – 3:52

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Altri musicisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Mark Crew – tastiera, programmazione (tracce 1-15)
  • Ralph Pelleymounter, Ian Dudfield, Jon Willoughby e Josh Platman – cori (traccia 1)
  • Sophie Lockett, Juliet Lee, Willemijn Steenbakkers – violini (tracce 2, 11, 17 e 18)
  • Alexandra Urquhart – viola (tracce 2, 11, 17 e 18)
  • Richard Phillips – violoncello (tracce 2, 11, 17 e 18)
  • Verity Evanson – violoncello (tracce 2, 7–8, 11, 15, 17 e 18)
  • Dave De Rose – batteria (tracce 5 e 9)
  • Gemma Sharpes – violino (tracce 14 e 15)

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2013) Posizione
massima
Australia[12] 41
Austria[12] 31
Belgio (Fiandre)[12] 6
Belgio (Vallonia)[12] 102
Germania[12] 23
Irlanda[13] 5
Italia[12] 33
Paesi Bassi[12] 48
Regno Unito[10] 1
Svizzera[12] 15

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Paese Data Formato
Regno Unito 4 marzo 2013 CD, download digitale
Italia[14] 19 marzo 2013
Stati Uniti[15] 3 settembre 2013

All This Bad Blood[modifica | modifica wikitesto]

All This Bad Blood
ArtistaBastille
Tipo albumStudio
Pubblicazione22 novembre 2013
Durata40:27 (CD 1)
42:33 (CD 2)
Dischi2
Tracce12 (CD 1) + 13 (CD 2)
GenereRock alternativo
Indie rock
Synth pop
EtichettaVirgin
ProduttoreMark Crew, Dan Smith
Registrazionegiugno 2012–ottobre 2013, Unit 24 e Abbey Road Studios, Londra
Formati2 CD, download digitale
Bastille - cronologia
Album precedente
(2013)
Singoli
  1. Of the Night
    Pubblicato: 11 ottobre 2013

Il 22 novembre 2013 i Bastille hanno ripubblicato Bad Blood sotto forma di doppio album e reintitolato All This Bad Blood.[16] Il primo disco contiene gli stessi brani presenti nell'edizione originaria, mentre il secondo è diviso in due parti, All This Bad Blood e Other People's Heartache: la prima parte contiene quattro brani originariamente pubblicati come b-side dei vari singoli del gruppo e nell'edizione Extended Cut di Bad Blood;[11] la seconda parte è invece una selezione di alcuni brani tratti dai mixtape Other People's Heartache e Other People's Heartache Pt. 2, con l'aggiunta degli inediti The Draw e Skulls.[16]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disc I
  1. Pompeii – 3:34
  2. Things We Lost in the Fire – 4:01
  3. Bad Blood – 3:33
  4. Overjoyed – 3:26
  5. These Streets – 2:55
  6. Weight of Living, Pt. II – 2:55
  7. Icarus – 3:45
  8. Oblivion – 3:16
  9. Flaws – 3:39
  10. Daniel in the Den – 3:09
  11. Laura Palmer – 3:06
  12. Get Home – 3:08
Disc II
  • Part I: All This Bad Blood
  1. Poet – 2:44
  2. The Silence – 3:51
  3. Haunt (Demo) – 2:53
  4. Weight of Living, Pt. I – 3:26
  5. Sleepsong – 3:40
  6. Durban Skies – 4:11
  7. Laughter Lines – 4:04
  • Part II: Other People's Heartache
  1. Previously on Other People's Heartache... – 1:06
  2. Of the Night – 3:34
  3. The Draw – 3:14
  4. What Would You Do – 3:03 – originariamente interpretata dai City High
  5. Skulls – 4:11
  6. Tuning Out... – 2:36

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2013) Posizione
massima
Danimarca[17] 25
Finlandia[17] 27
Italia[17] 37
Nuova Zelanda[17] 19
Svizzera[17] 66

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2014 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 13 giugno 2015.
  2. ^ (NL) GOUD EN PLATINA: SINGLES - 2014, Ultratop. URL consultato il 13 giugno 2015.
  3. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 13 giugno 2015.
  4. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 13 giugno 2015.
  5. ^ (PL) Złote płyty CD - Archiwum: 2014, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 13 giugno 2015.
  6. ^ (SV) BASTILLE - BAD BLOOD, Sverigetopplistan. URL consultato il 13 giugno 2015.
  7. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 13 giugno 2015. Digitare "Bastille" in "Interpret" e "Bad Blood" in "Titel", dunque premere "Suchen".
  8. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 13 giugno 2015. Digitare "Bad Blood" in "Search BPI Awards" e premere Invio.
  9. ^ (EN) Bastille, Bad Blood – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 23 aprile 2018.
  10. ^ a b (EN) BASTILLE, Official Charts Company. URL consultato il luglio 2013.
  11. ^ a b (EN) Bad Blood (The Extended Cut), iTunes. URL consultato il 12 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2013).
  12. ^ a b c d e f g h (NL) Bastille - Bad Blood, Ultratop. URL consultato il 16 agosto 2013.
  13. ^ (EN) chart-track.co.uk TOP 100 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 7 March 2013, GFK Chart-Track. URL consultato il 14 novembre 2015.
  14. ^ allsongs.tv
  15. ^ (EN) Bastille's Bad Blood Set For September 3 U.S. Release, Music News Nashville, 24 luglio 2013. URL consultato il 16 agosto 2013.
  16. ^ a b (EN) Bastille announce extended version of 'All This Bad Blood' album – full details, New Musical Express, 9 ottobre 2013. URL consultato il 12 novembre 2014.
  17. ^ a b c d e (NL) Bastille - All This Bad Blood, Ultratop. URL consultato il 14 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock