Azzo da Castello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Azzo da Castello (1370Ferrara, 1395) è stato un condottiero italiano. Fu signore del feudo spezzano di Fiorano Modenese, di Formigine e di Nocera Umbra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1384, a Napoli, Azzo da Castello combatté al fianco di Alberico da Barbiano contro le truppe di Luigi I d'Angiò. Nel mese di maggio 1385, con Ceccolo Broglia, Brandolino III Brandolini, Giovanni da Barbiano, il conte Carrara e Boldrino da Panicale, attaccò le Marche, catturando uomini e bestiame ed occupando le terre dello Stato Pontificio. Nel novembre 1389, con la visita di papa Bonifacio IX, successore di Urbano VI, venne respinto per inosservanza dei suoi doveri verso la Chiesa. Nell'agosto 1393 prese possesso di Nocera Umbra. Nel gennaio 1394, affrontò le truppe di Azzo X d'Este nel territorio di Ferrara e saccheggiò la città che non pagava i tributi alla Santa Sede. Nel febbraio 1395, durante un torneo[1] organizzato da Nicola III d'Este a Ferrara, venne colpito da un cavallo e morì per le ferite riportate.

Note[modifica | modifica wikitesto]