Axel Weber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Axel Alfred Weber

Axel Alfred Weber (Kusel, 8 marzo 1957) è un economista tedesco, ricopre la carica di presidente del consiglio di amministrazione della società di servizi finanziari UBS AG (dal 2012) e della sua società capogruppo UBS Group AG (dal 2014). Dal 2004 al 2011 ha ricoperto la carica di presidente della Deutsche Bundesbank.[1].

Studi e carriera accademica[modifica | modifica wikitesto]

Axel Weber ha studiato economia all'Università di Costanza dal 1976 al 1982.[2] In seguito ha lavorato come ricercatore e insegnante di economia all'Università di Siegen. Nel 1994 divenne professore all'Università di Bonn, lasciando l'incarico quattro anni dopo per trasferirsi alla Università Goethe di Francoforte.[3] Nel corso della sua carriera è stato anche direttore del Centro di Studi Finanziari di Francoforte. Nel 2001 è stato nominato professore di economia internazionale all'Università di Colonia e dal 2002 al 2004 è stato anche membro del Consiglio di Esperti Economici della Germania.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 Axel Weber divenne dirigente della Deutsche Bundesbank e il 30 aprile 2004 ne venne nominato presidente dal ministro delle finanze Hans Eichel, succedendo a Ernst Welteke.[4] Nello stesso anno entrò nel consiglio direttivo della Banca centrale europea, nel consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali e fu nominato governatore per la Germania nel Fondo monetario internazionale. Il 30 aprile 2011 si dimise dalla Banca federale tedesca con un anno di anticipo rispetto alla fine del mandato.[1][5]

Il 3 maggio 2012 Weber è stato eletto membro del consiglio di amministrazione della banca svizzera UBS AG. In seguito, è stato eletto presidente, succedendo a Kaspar Villiger. Dallo stesso anno presiede inoltre la Commissione di nomina e di governo d'impresa e dal 2013 la Commissione di cultura e responsabilità d'impresa di UBS.[6][7]

Dal 2014 ricopre la carica di presidente del consiglio di amministrazione della UBS Group AG, società capogruppo del gruppo UBS.[1]

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Mandati precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Axel Weber è stato presidente della Deutsche Bundesbank dal 2004 al 2011, anni in cui era anche membro del Consiglio direttivo della Banca centrale europea, del Consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali, governatore tedesco del Fondo monetario internazionale, e membro tra i ministri e governatori del G7 e del G20. Nel 2011, Weber è stato un membro dello steering committee del Comitato europeo per il rischio sistemico e dal 2010 al 2011 del Consiglio per la stabilità finanziaria. Dal 2002 al 2004, Weber è anche stato membro del Consiglio di esperti economici della Germania.[1]

Mandati attuali[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, Axel Weber è membro del Consiglio dell'Associazione Svizzera dei Banchieri,[8] membro del Consiglio di fondazione di Avenir Suisse,[9] membro del Comitato consultivo della Zukunft Finanzplatz e membro del Consiglio del Swiss Finance Council.[10]

Da gennaio 2017, Weber è membro del Consiglio dell'Istituto della finanza internazionale (IIF)[11] ed è presidente del Consiglio di fondazione dell'Istituto Tedesco per la Ricerca Economica (DIW) a Berlino.

Weber è inoltre membro di:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e CV Axel A. Weber, UBS AG. URL consultato l'8 giugno 2015.
  2. ^ Prof. Dr. Axel Weber riceve dottorato onorario dall'Università di Costanza, Università di Costanza. URL consultato l'8 giugno 2015.
  3. ^ Curriculum Vitae del Professor Dr. Axel A. Weber (PDF), L'Università Goethe di Francoforte. URL consultato l'8 giugno 2015.
  4. ^ Axel A. Weber Ph.D., Bloomberg. URL consultato l'8 giugno 2015.
  5. ^ Bundesbank, Weber annuncia dimissioni. Tremonti: "Sosteniamo Draghi alla Bce", la Repubblica.it. URL consultato il 16 novembre 2015.
  6. ^ Minutes of the Annual General Meeting of UBS AG (PDF), UBS.com. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  7. ^ UBS: “Tolleranza zero" sull'evasione, rsi.ch. URL consultato il 16 febbraio 2016.
  8. ^ Consiglio di amministrazione - Avenir Suisse, SwissBanking. URL consultato il 16 novembre 2016.
  9. ^ Consiglio di amministrazione - Associazione Svizzera dei Banchieri, AvenirSuisse. URL consultato il 16 novembre 2016.
  10. ^ About us - Swiss Finance Council, Swiss Finance Council. URL consultato il 16 novembre 2016.
  11. ^ Board of Directors - Institute of International Finance, Institute of International Finance. URL consultato il 16 novembre 2016.
  12. ^ Advisory Committees - International Advisory Panel, Monetary Authority of Singapore. URL consultato il 16 novembre 2016.
  13. ^ Board Members - About FSPB, Financial Services Professional Board. URL consultato il 16 novembre 2016.
  14. ^ Current Member Biography - Group of Thirty, Group of Thirty. URL consultato il 16 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN15407847 · LCCN: (ENn90663547 · ISNI: (EN0000 0000 3266 8575 · GND: (DE111964695 · BNF: (FRcb13755269j (data)