Astrid S

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Astrid S
Astrid Smeplass, 2014 (cropped).jpg
Astrid S nel 2014
NazionalitàNorvegia Norvegia
GenerePop
Rhythm and blues
Musica elettronica
Tropical house
Periodo di attività musicale2013 – in attività
Strumentovoce, pianoforte, chitarra
EtichettaUniversal Music Group, Island Records
Sito ufficiale

Astrid S, pseudonimo di Astrid Smeplass (Rennebu, 29 ottobre 1996), è una cantante norvegese. Forte di un grande successo ottenuto in patria con singoli come Think Before I Talk e Someone New, l'artista è riuscita ad acquisire una certa notorietà anche a livello internazionale. In particolare, il brano Hurts So Good è stato una vera e propria hit internazionale, vincitore di vari dischi d'oro e di platino in tutto il mondo. Dopo aver pubblicato vari EP, Astrid S pubblicherà il suo album di debutto Leave It Beautiful nel 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta nella piccola città di Rennebu, Norvegia, da Trond Smeplass e Ingrid Koksvik. All'età di 16 anni ha partecipato alla versione norvegese di Pop Idol nel 2013, e da lì ha pubblicato il singolo, Shattered, sotto il nome di Astrid Smeplass. La canzone è stata co-scritta da Melanie Fontana. Nel 2014 Astrid ha pubblicato il suo primo singolo 2AM. Ha anche pubblicato una cover del singolo FourFiveSeconds. Nel 2015 ubblica il suo primo EP, che include prettamente remix di 2 AM. Sempre nel 2015 ha inciso e pubblicato collaborazioni con due grandi star internazionali: Avicii (Waiting For Love) e Shawn Mendes (Air).

Nel 2016, Astrid ha collaborato con Troye Sivan nel suo tour europeo e ha pubblicato un EP eponimo il 20 maggio 2016[1]. All'edizione del 2016 degli Spellemannprisen Astrid S ha vinto il premio della categoria miglior artista emergente aggiudicandosi anche il Gramostipend, un importante premio in denaro che viene dato ad artisti norvegesi giovani ed emergenti vinto in precedenza da cantanti come Aurora, Jonas Alaska o Sigrid Raabe. Sempre nel 2016, l'artista ottiene un notevole successo internazionale con il brano Hurts So Good, certificato oro anche in Italia.[2]

Nel 2017 invece vince lo Spellemannprisen nella categoria Artista dell'anno. A partire da quest'anno, inoltre, l'artista inizierà a rilasciare un gran numero di singoli, ottenendo una certa visibilità a livello internazionale con il brano Think Before I Talk.[3] Tale brano raggiunge la vetta della classifica norvegese.[4] Sempre nel 2017 pubblica il suo terzo EP, Party's Over,[5] successivamente ripubblicato anche in versione acustica.[6] L'artista prende inoltre parte all'album di Katy Perry Witness come backing vocalist.[7]

Tra 2018 e 2019, Astrid S pubblica i singoli Emotion, Closer, Someone New e The First One: gli ultimi due ottengono risultati commerciali positive, dandole la possibilità di esibirsi in vari concerti in USA.[3] Sempre nel 2018 apre un tour degli Years & Years e vince il premio di artista dell'anno nella principale manifestazione musicale norvegese, Spellemannsprisen.[8][9] In seguito al successo di questi brani, nel 2019 pubblica altri 2 EP: Trust Issues e Down Low.[10][11] Nel 2019 prende inoltre parte alle manifestazioni Fridays For Future in qualità sia di attivista che di performer.[12]

Nel 2020, dopo aver pubblicato diversi singoli di grande successo in patria,[13] Astrid S annuncia la pubblicazione del suo primo album Leave It Beautiful, pubblicato il 16 ottobre dello stesso anno.[14] Il 2 ottobre 2020 collabora con Harry Hudson nel brano Closing Doors.[15]

AstridS PhotoStianAndersen 3.jpg

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – 2AM (Remixes)
  • 2016 – Astrid S
  • 2017 - Party's Over

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 – Shattered
  • 2014 – 2AM
  • 2014 – 2AM (Matoma remix)
  • 2015 – Hyde
  • 2015 – Paper Thin
  • 2016 – Hurts So Good
  • 2017 – Breathe
  • 2017 – Bloodstream
  • 2017 – Party's Over
  • 2017 – Such a Boy
  • 2017 – Think Before I Talk
  • 2018 – Emotion
  • 2018 – Closer
  • 2019 – Someone New
  • 2019 – The Firts One
  • 2020 – Dance Dance Dance
  • 2020 – Marilyn Monroe
  • 2020 – It's Ok If You Forget Me

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Anno Organizzazione Premio Singolo/Album Risultato
2015 MTV Europe Music Awards Best Norwegian Act Astrid S Vincitore/trice
P3 Gull Årets Nykommer Vincitore/trice
Årets Låt 2AM Vincitore/trice
2016 MTV Europe Music Awards Best Norwegian Act Astrid S Candidato/a
2017 Spellemannprisen Årets Nykommer & Gramostipend Vincitore/trice
Årets Låt Hurts so good Candidato/a

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Who the hell is Astrid S? Meet the pop star everyone’s going crazy for, in Maximum Pop!, 20 aprile 2016. URL consultato il 29 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2017).
  2. ^ Certificazioni - FIMI, su www.fimi.it. URL consultato il 17 settembre 2020.
  3. ^ a b Astrid S, su Billboard. URL consultato il 17 settembre 2020.
  4. ^ (EN) norwegiancharts.com - Astrid S - Think Before I Talk, su norwegiancharts.com. URL consultato il 17 settembre 2020.
  5. ^ (EN) Astrid S Announces ‘Party’s Over’ EP, Drops The Emotional Title Track, su idolator, 19 maggio 2017. URL consultato il 17 settembre 2020.
  6. ^ (EN) Party's Over (Acoustic) - EP by Astrid S, su Apple Music. URL consultato il 17 settembre 2020.
  7. ^ (NB) Astrid Smeplass synger med Katy Perry, su www.vg.no. URL consultato il 17 settembre 2020.
  8. ^ Astrid S, su www.facebook.com. URL consultato il 17 settembre 2020.
  9. ^ (NO) TV 2 AS, Astrid S (21) ble årets Spellemann, su TV 2. URL consultato il 17 settembre 2020.
  10. ^ (EN) Astrid S Announces ‘Trust Issues’ EP & ‘Stripped Down Tour’, su idolator, 17 giugno 2019. URL consultato il 17 settembre 2020.
  11. ^ (EN) Down Low - EP by Astrid S, su Apple Music. URL consultato il 17 settembre 2020.
  12. ^ (EN) Astrid S teams up with CHOOOSE to combine climate action with culture, su news.chooose.today. URL consultato il 17 settembre 2020.
  13. ^ (EN) norwegiancharts.com - Norwegian charts portal, su norwegiancharts.com. URL consultato il 17 settembre 2020.
  14. ^ (EN) Leave It Beautiful by Astrid S, su Genius. URL consultato il 17 settembre 2020.
  15. ^ (EN) Steve Likoski, Harry Hudson & Astrid S embark on a new beginning by "Closing Doors", su EARMILK, 30 settembre 2020. URL consultato il 2 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1843149619364504010009 · LCCN (ENn2017029013 · WorldCat Identities (ENlccn-n2017029013