Arth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Arth (disambigua).
Arth
città
Arth – Stemma
Arth – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen des Kantons Schwyz.svg Svitto
Distretto Svitto
Amministrazione
Lingue ufficiali Tedesco
Territorio
Coordinate 47°03′52″N 8°31′27″E / 47.064444°N 8.524167°E47.064444; 8.524167 (Arth)Coordinate: 47°03′52″N 8°31′27″E / 47.064444°N 8.524167°E47.064444; 8.524167 (Arth)
Altitudine 422 m s.l.m.
Superficie 48,58 km²
Abitanti 11 492 (2015)
Densità 236,56 ab./km²
Frazioni Goldau, Oberarth, Rigi Klösterli, Rigi Kulm
Comuni confinanti Gersau, Küssnacht, Lauerz, Steinerberg, Vitznau (LU), Walchwil (ZG), Weggis (LU), Zugo (ZG)
Altre informazioni
Cod. postale 6410, 6414, 6415
Prefisso 041
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 1362
Targa SZ
Nome abitanti Arther
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Arth
Arth
Arth – Mappa
Sito istituzionale

Arth (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 11 492 abitanti del Canton Svitto, nel distretto di Svitto; ha lo status di città.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è situato sulla riva meridionale del lago di Zugo e lungo la strada del Gottardo, tra i monti Rigi e Rossberg[1].

Il 40,8% del territorio comunale è usato per scopi agricoli, il 46,3% è costituito da foreste, l'8,5% è occupato da strade o edifici e il rimanente è improduttivo (fiumi, ghiacciai o montagne)[senza fonte].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Arth è citato per la prima volta nel 1036 come Arta; nel 1353 è attestato il nome ze Arth[1].

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è formato dai villaggi di Arth, Oberarth e Goldau oltre che dalle località di Klösterli e Kulm sulla Rigi[1].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Arth-Goldau è un importante crocevia delle Ferrovie Federali Svizzere[1]. Il comune è servito da due uscite dell'autostrada A4 (Arth e Goldau) e il traffico in esso presente è molto intenso[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Josef Wiget, Franz Wyrsch, Arth, in Dizionario storico della Svizzera, 22 maggio 2014. URL consultato il 6 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN135735858 · GND: (DE4538640-7
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera