Arcidiocesi di Calabar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arcidiocesi di Calabar
Archidioecesis Calabarensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Ikot Ekpene, Ogoja, Port Harcourt, Uyo
Arcivescovo metropolita Joseph Effiong Ekuwem
Arcivescovi emeriti Joseph Edra Ukpo
Sacerdoti 92 di cui 82 secolari e 10 regolari
3.086 battezzati per sacerdote
Religiosi 10 uomini, 46 donne
Abitanti 1.217.000
Battezzati 284.000 (23,3% del totale)
Superficie 7.754 km² in Nigeria
Parrocchie 49
Erezione 9 luglio 1934
Rito romano
Indirizzo P.M.B. 1044, Bishop Moynagh Ave., Calabar, Cross River State, Nigeria
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Nigeria

L'arcidiocesi di Calabar (in latino: Archidioecesis Calabarensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Nigeria. Nel 2014 contava 284.000 battezzati su 1.217.000 abitanti. È retta dall'arcivescovo Joseph Effiong Ekuwem.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende sette Local Government Areas dello Stato nigeriano di Cross River: Akamkpa, Akpabuyo, Bakassi, Biase, Calabar-Municipal, Calabar-South e Odukpani.

Sede arcivescovile è la città di Calabar, dove si trovano la cattedrale del Sacro Cuore di Gesù e la procattedrale di Santa Maria.

Il territorio è suddiviso in 49 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prefettura apostolica di Calabar fu eretta il 9 luglio 1934 con la bolla Ad enascentis di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico della Nigeria meridionale (oggi arcidiocesi di Onitsha).

Il 13 marzo 1938 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Ogoja (oggi diocesi).

Il 12 giugno 1947 la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico con la bolla Solet Apostolica di papa Pio XII

Il 18 aprile 1950 il vicariato apostolico fu elevato a diocesi con la bolla Laeto accepimus dello stesso papa Pio XII.

Il 1º marzo 1963 e il 4 luglio 1989 cedette altre porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Ikot Ekpene e di Uyo.

Il 26 marzo 1994 è stata ancora elevata ad arcidiocesi metropolitana con la bolla Laetis captis di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • James Moynagh, S.P.S. † (26 ottobre 1934 - 5 febbraio 1970 dimesso)
  • Brian David Usanga † (5 febbraio 1970 - 17 dicembre 2003 ritirato)
  • Joseph Edra Ukpo (17 dicembre 2003 - 2 febbraio 2013 ritirato)
  • Joseph Effiong Ekuwem, dal 2 febbraio 2013

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2014 su una popolazione di 1.217.000 persone contava 284.000 battezzati, corrispondenti al 23,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 67.707 899.503 7,5 38 1 37 1.781 34
1958 100.798 1.541.000 6,5 3 3 33.599 5 20
1970 170.632 1.920.401 8,9 12 12 14.219 119 31
1980 394.800 2.809.000 14,1 43 27 16 9.181 25 43 53
1990 150.000 2.500.000 6,0 16 13 3 9.375 3 42 17
1999 178.528 3.005.850 5,9 35 32 3 5.100 3 30 31
2000 184.585 3.505.420 5,3 37 34 3 4.988 3 39 32
2001 187.197 3.509.032 5,3 40 36 4 4.679 4 42 32
2002 189.537 2.301.762 8,2 38 34 4 4.987 4 40 35
2003 191.037 2.304.349 8,3 41 37 4 4.659 4 40 36
2004 191.004 2.303.267 8,3 46 37 9 4.152 9 52 36
2006 322.085 1.084.056 29,7 46 41 5 7.001 7 57 44
2011 413.000 1.247.000 33,1 79 73 6 5.227 6 74 47
2014 284.000 1.217.000 23,3 92 82 10 3.086 10 46 49

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 4649 9257
Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi