Andrea Pusateri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Pusateri
Ritiro Nazionale Pineto.jpg
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Paraciclismo
Categoria C1
Carriera
Nazionale
2013- Italia Italia
 

Andrea Pusateri (Monfalcone, 8 agosto 1993) è un paraciclista italiano, velocista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 4 anni ha avuto un incidente alla stazione ferroviaria di Monza, la mamma per cercare di salvarlo ha perso la sua vita e lui le due gambe di cui la sinistra gli è stata reimpiantata dal professor Marco Lanzetta.

Ha praticato diversi sport fino ad arrivare alla bicicletta, con la quale dal 2008 partecipa a tutte le gare di paraciclismo, ottenendo diverse vittorie e ottimi piazzamenti anche a livello mondiale tra cui dieci titoli italiani, cinque podi in Coppa del Mondo ed altri risultati internazionali.

Nel 2013 entra a far parte della Nazionale Italiana e nel 2014 vince la sua prima gara internazionale a Schenkon, in Svizzera.

Il 6 marzo 2015 durante un allenamento nel comasco subisce un grave incidente in bicicletta. Prontamente soccorso, viene trasportato in elicottero all’ospedale di Varese, riporta due ematomi oltre alle innumerevoli ferite e rimane in coma farmacologico per sette giorni[1]. Tre mesi dopo conquista la sua prima medaglia d’oro in Coppa del Mondo a Maniago[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2011 - 2018

Dieci titoli italiani (pista, cronometro e corsa in linea)

2014

2015

2016

2017

2018

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia di bronzo al valore atletico - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di bronzo al valore atletico
— Roma, 5 luglio 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Urta tombino e cade in biciGrave campione paralimpico, su Corriere della Sera, 7 marzo 2015. URL consultato il 6 settembre 2019.
  2. ^ CDM PARACICLISMO: Venti medaglie (11 d’oro) per la Super Italia a Maniago, su Federazione Ciclistica Italiana, 7 giugno 2015. URL consultato il 6 settembre 2019.
  3. ^ COPPA EUROPA. Brilla Pusateri, su Tuttobiciweb. URL consultato il 6 settembre 2019.
  4. ^ Federico Masci, Coppa del Mondo di paraciclismo a Maniago: 20 medaglie, Azzurri in trionfo, su www.comitatoparalimpico.it. URL consultato il 6 settembre 2019.
  5. ^ COPPA DEL MONDO. PUSATERI D'ARGENTO, su Tuttobiciweb. URL consultato il 6 settembre 2019.
  6. ^ CdM Paraciclismo: l'Italia conquista 18 medaglie a Ostenda, su BICITV, 7 maggio 2018. URL consultato il 6 settembre 2019.
  7. ^ Coppa del Mondo Paraciclismo: l'Italia torna da Emmen con 12 medaglie, su BICITV, 10 luglio 2018. URL consultato il 6 settembre 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]