Alexia dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Alexia di Orange-Nassau)
Jump to navigation Jump to search
Alessia
Prinses Alexia, Wassenaar, najaar 2014.jpg
La principessa Alexia
Principessa dei Paesi Bassi
Principessa di Orange-Nassau
Stemma
Nome completo Alexia Juliana Marcela Laurentien van Orange-Nassau
Trattamento Altezza Reale
Nascita L'Aia, 26 giugno 2005 (13 anni)
Dinastia Casa d'Orange-Nassau
Padre Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi
Madre Máxima Zorreguieta
Religione Chiesa protestante nei Paesi Bassi

Alexia, principessa dei Paesi Bassi, principessa di Orange-Nassau (nome di battesimo: Alexia Juliana Marcela Laurentien; L'Aia, 26 giugno 2005) è la seconda figlia del re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi e di sua moglie la regina Máxima.

La principessa è la seconda nella linea di successione al trono dei Paesi Bassi: dopo la sorella maggiore Caterina Amalia, la Principessa D'Orange, e prima della sorella minore, Ariane dei Paesi Bassi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nascita e battesimo[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 26 giugno 2005 al Bronovo Hospital a L'Aia.[1]

La principessa è stata battezzata il 19 novembre 2005 dal reverendo Deodaat van der Boon a Wassenaar. I suoi padrini e madrine sono lo zio Friso di Orange-Nassau, lo zio materno Juan Zorreguieta, la regina del Belgio Mathilde, Jonkvrouwe Alexandra Jankovich de Jeszenice e Jonkheer Frans Ferdinand de Beaufort.[1]

Onomastica[modifica | modifica wikitesto]

L'origine ufficiale dei nomi della principessa è:

Gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Incidente[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2016, durante una vacanza con la famiglia a Lech, in Austria, la principessa Alexia si è rotta il femore destro. È stata trasportata via elicottero all'ospedale locale ed è stata operata per riparare la frattura. Dopo qualche giorno di ricovero è stata rilasciata.[2] L'incidente è avvenuto nella stessa zone della valanga che ha investito ed è costato la vita allo zio e padrino Friso di Orange-Nassau nel febbraio 2012.[3]

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

La principessa ha frequentato la scuola primaria pubblica Bloemcampschool a Wassenaar. Attualmente studia presso la Christelijk Gymnasium Sorghvliet a L'Aia, come la sorella maggiore Caterina Amalia.[1]

Parla fluentemente olandese, inglese e sta studiando lo spagnolo.

Titoli, trattamento e stemma[modifica | modifica wikitesto]

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 26 giugno 2005 – attuale: Sua Altezza Reale Principessa Alexia dei Paesi Bassi, Principessa di Orange-Nassau

Con il Decreto Reale del 25 gennaio 2002, n. 41, viene deciso che tutti i figli del principe Guglielmo Alessandro portino il titolo di principe (o principessa) dei Paesi Bassi e principe (o principessa) di Orange-Nassau.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Re dei Paesi Bassi
Casa di Orange-Nassau
Royal coat of arms of the Netherlands.svg
Blasone
d'azzurro seminato di plinti d'oro, caricato di un leone dorato, armato e lampassato di rosso, impugnante una spada di destra e sette frecce nella sinistra. Lo scudo è sormontato dalla corona regale olandese ed è sostenuto da due leoni come tenenti

Guglielmo I (1815 - 1840)
Guglielmo II (1840-1849)
Figli
Guglielmo III (1849-1890)
Figli
Guglielmina (1890-1948)
Figli
Giuliana (1948-1980)
Beatrice (1980-2013)
Guglielmo Alessandro
Caterina dei Paesi Bassi Padre:
Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi
Nonno paterno:
Jonkeer Claus dei Paesi Bassi
Bisnonno paterno:
Jonkeer Claus Felix von Amsberg
Trisnonno paterno:
Wilhelm von Amsberg
Trisnonna paterna:
Elise von Vieregge
Bisnonna paterna:
Baronessa Gösta von dem Bussche-Haddenhausen
Trisnonno paterno:
Barone George von dem Bussche-Haddenhausen
Trisnonna paterna:
Baronessa Gabriele von dem Bussche-Ippenburg
Nonna paterna:
Beatrice dei Paesi Bassi
Bisnonno paterno:
Bernardo di Lippe-Biesterfeld
Trisnonno paterno:
Bernardo di Lippe-Biesterfeld
Trisnonna paterna:
Armgard di Sierstorpff-Cramm
Bisnonna paterna:
Giuliana dei Paesi Bassi
Trisnonno paterno:
Enrico di Meclemburgo-Schwerin
Trisnonna paterna:
Guglielmina dei Paesi Bassi
Madre:
Máxima dei Paesi Bassi
Nonno materno:
Jorge Horacio Zorreguieta Stefanini
Bisnonno materno:
Juan Antonio Zorreguieta Bonorino
Trisnonno materno:
Amadeo Zorreguieta Hernández
Trisnonna materna:
Máxima Blanca Bonorino González
Bisnonna materna:
Cesira Maria Stefanini Borella
Trisnonno materno:
Oreste Stefanini
Trisnonna materna:
Tullia Carolina Borella
Nonna materna:
María del Carmen Cerruti Carricart
Bisnonno materno:
Jorge Horacio Cerruti de Sautu
Trisnonno materno:
Santiago Anastasio Cerruti Ponce de León
Trisnonna materna:
María de las Mercedes de Sautu Martínez
Bisnonna materna:
María del Carmen Carricart Cieza
Trisnonno materno:
Domingo Carricart Etchart
Trisnonna materna:
María del Carmen Cieza Rodríguez

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Princess Alexia, su Royal House of the Netherlands. URL consultato il 17 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Princess Alexia leaves hospital, su queensconsortofengland.blogspot.it, 1º marzo 2016. URL consultato il 17 febbraio 2018.
  3. ^ Principessa Alexia si è rotta la gamba, su monarchico.blogspot.it, 28 febbraio 2016. URL consultato il 17 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]