Alexia dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alexia dei Paesi Bassi, Principessa d’Orange-Nassau
Princess Alexia Juliana Marcela Laurentien (2019).jpg
La principessa Alexia nel 2019
Principessa dei Paesi Bassi
Principessa d’Orange-Nassau
Stemma
Nome completo Alexia Juliana Marcela Laurentien van Orange-Nassau
Trattamento Altezza Reale
Nascita L'Aia, 26 giugno 2005 (15 anni)
Dinastia Casa d'Orange-Nassau
Padre Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi
Madre Máxima Zorreguieta
Religione Chiesa protestante nei Paesi Bassi

Alexia dei Paesi Bassi, principessa di Orange-Nassau (nome di battesimo: Alexia Juliana Marcela Laurentien; L'Aia, 26 giugno 2005) è la seconda figlia del re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi e di sua moglie la regina Máxima.

La principessa è la seconda nella linea di successione al trono dei Paesi Bassi: dopo la sorella maggiore Caterina Amalia, la Principessa d'Orange, e prima della sorella minore, Ariane dei Paesi Bassi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nascita e battesimo[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 26 giugno 2005 al Bronovo Hospital a L'Aia.[1]

La principessa è stata battezzata il 19 novembre 2005 dal reverendo Deodaat van der Boon a Wassenaar. I suoi padrini e madrine sono lo zio Friso di Orange-Nassau, lo zio materno Juan Zorreguieta, la regina del Belgio Mathilde, Jonkvrouwe Alexandra Jankovich de Jeszenice e Jonkheer Frans Ferdinand de Beaufort.[1]

Onomastica[modifica | modifica wikitesto]

L'origine ufficiale dei nomi della principessa è:

Gioventù[modifica | modifica wikitesto]

Incidente[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2016, durante una vacanza con la famiglia a Lech, in Austria, la principessa Alexia si è rotta il femore destro. È stata trasportata via elicottero all'ospedale locale ed è stata operata per riparare la frattura. Dopo qualche giorno di ricovero è stata rilasciata.[2] L'incidente è avvenuto nella stessa zone della valanga che ha investito ed è costato la vita allo zio e padrino Friso di Orange-Nassau nel febbraio 2012.[3]

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

La principessa ha frequentato la scuola primaria pubblica Bloemcampschool a Wassenaar. Attualmente studia presso la Christelijk Gymnasium Sorghvliet a L'Aia, come le sorelle maggiori Caterina Amalia e Ariane.[1]

Parla fluentemente olandese, inglese e sta studiando lo spagnolo.

Titoli, trattamento e stemma[modifica | modifica wikitesto]

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 26 giugno 2005 – attuale: Sua Altezza Reale Principessa Alexia dei Paesi Bassi, Principessa di Orange-Nassau

Con il Decreto Reale del 25 gennaio 2002, n. 41, viene deciso che tutti i figli del principe Guglielmo Alessandro portino il titolo di principe (o principessa) dei Paesi Bassi e principe (o principessa) di Orange-Nassau.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Re dei Paesi Bassi
Casa di Orange-Nassau
Royal Coat of Arms of the Netherlands.svg
Blasone
d'azzurro seminato di plinti d'oro, caricato di un leone dorato, armato e lampassato di rosso, impugnante una spada di destra e sette frecce nella sinistra. Lo scudo è sormontato dalla corona regale olandese ed è sostenuto da due leoni come tenenti

Guglielmo I (1815 - 1840)
Guglielmo II (1840-1849)
Figli
Guglielmo III (1849-1890)
Figli
Guglielmina (1890-1948)
Figli
Giuliana (1948-1980)
Beatrice (1980-2013)
Guglielmo Alessandro
Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Jonkeer Claus Felix von Amsberg Wilhelm von Amsberg  
 
Elise von Vieregge  
Jonkeer Claus dei Paesi Bassi  
Gösta von dem Bussche-Haddenhausen George von dem Bussche-Haddenhausen  
 
Gabriele von dem Bussche-Ippenburg  
Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi  
Bernardo di Lippe-Biesterfeld Bernardo di Lippe-Biesterfeld  
 
Armgard di Sierstorpff-Cramm  
Beatrice dei Paesi Bassi  
Giuliana dei Paesi Bassi Enrico di Meclemburgo-Schwerin  
 
Guglielmina dei Paesi Bassi  
Alexia dei Paesi Bassi  
Juan Antonio Zorreguieta Bonorino Amadeo Zorreguieta Hernández  
 
Máxima Blanca Bonorino González  
Jorge Horacio Zorreguieta Stefanini  
Cesira Maria Stefanini Borella Oreste Stefanini  
 
Tullia Carolina Borella  
Máxima dei Paesi Bassi  
Jorge Horacio Cerruti de Sautu Santiago Anastasio Cerruti Ponce de León  
 
María de las Mercedes de Sautu Martínez  
María del Carmen Cerruti Carricart  
María del Carmen Carricart Cieza Domingo Carricart Etchart  
 
María del Carmen Cieza Rodríguez  
 

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Princess Alexia, su Royal House of the Netherlands. URL consultato il 17 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Princess Alexia leaves hospital, su queensconsortofengland.blogspot.it, 1º marzo 2016. URL consultato il 17 febbraio 2018.
  3. ^ Principessa Alexia si è rotta la gamba, su monarchico.blogspot.it, 28 febbraio 2016. URL consultato il 17 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN292155787