Aletschhorn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aletschhorn
Aletschhorn.jpg
Aletschhorn
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Vallese Vallese
Altezza 4.193 m s.l.m.
Catena Alpi
Coordinate 46°27′54.35″N 7°59′36.88″E / 46.465097°N 7.993577°E46.465097; 7.993577Coordinate: 46°27′54.35″N 7°59′36.88″E / 46.465097°N 7.993577°E46.465097; 7.993577
Data prima ascensione 18 giugno 1859
Autore/i prima ascensione Francis Fox Tuckett con le guide Johann Joseph Bennen, Peter Bohren e Vistor Tairraz
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Aletschhorn
Mappa di localizzazione: Alpi
Dati SOIUSA
Grande Parte Alpi Occidentali
Grande Settore Alpi Nord-occidentali
Sezione Alpi bernesi
Sottosezione Alpi bernesi
in senso stretto
Supergruppo Catena Aletschhorn-Bietschhorn
Gruppo Gruppo dell'Aletschhorn
Codice I/B-12.II-E.12

L'Aletschhorn (4.193 m) è una montagna svizzera delle Alpi bernesi. È vicina alla frontiera tra il Canton Vallese e quello di Berna, ma si trova interamente in territorio vallese.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Versante nord della montagna con in basso l'Aletschfirn.

Si presenta come un'imponente ed elegante piramide ammantata di neve e di ghiaccio e contornata da diverse montagne di minore altezza: Sattelhorn, Geisshorn e Dreieckhorn.

Sovrasta ad ovest il ghiacciaio dell'Aletsch e lungo il suo versante nord si trova l'Aletschfirn; il suo versante sud-est fa nascere il Mittelaletschgletscher che si collega al ghiacciaio principale più a valle a circa 2300 metri di altezza mentre dal suo versante sud-ovest scende il Oberaletschgletscher.

È ritenuta essere la cima più fredda delle Alpi.

Salita alla vetta[modifica | modifica sorgente]

Prima ascensione[modifica | modifica sorgente]

La montagna, versante sud-est, vista dall'Eggishorn. Ai piedi il Mittelaletschgletscher.

La prima salita alla vetta fu realizzata il 18 giugno 1859 da Francis Fox Tuckett con le guide Johann Joseph Bennen, Peter Bohren e Vistor Tairraz.[1]

Via normale[modifica | modifica sorgente]

La via normale di salita alla vetta parte da Betten ed è nel complesso lunga ad impegnativa. Un primo giorno viene impiegato per raggiungere il Mittelaletschbiwak (3.013 m) ed il secondo per raggiungere la vetta.

Da Betten in funivia si raggiunge Bettmeralp (1.950 m). Partendo a piedi si passa sotto l'Eggishorn e poi si attraversa il ghiacciaio dell'Aletsch. Si risale poi il Mittelaletschgletscher arrivando così al Mittelaletschbiwak (3.013 m). Fino a questo bivacco occorrono dalle cinque alle sette ore di marcia. Dal bivacco si sale all'Aletschjoch (3.614 m), valico tra l'Aletschhorn ed il Dreieckhorn. Dal valico si sale la cresta nord-est della montagna. Questa seconda parte richiede circa cinque ore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Blodig, Dumler, op. cit., p. 21

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]