Alexandre Colonna Walewski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandre Colonna Walewski
Comte Walewski Congrès de Paris 1856 BNF Gallica.jpg

Ministro degli esteri della Francia
Durata mandato 7 maggio 1855 –
4 gennaio 1860
Presidente Napoleone III
Predecessore Édouard Drouyn de Lhuys
Successore Pierre Baroche (ad interim)

Ministro di Stato della Francia
Durata mandato 23 novembre 1860 –
23 giugno 1863
Predecessore Achille Fould
Successore Adolphe Billault

Presidente del Corpo Legislativo
Durata mandato 29 agosto 1865 –
1 aprile 1867
Predecessore Charles de Morny
Successore Eugène Schneider

Alexandre Florian Joseph Colonna Walewski, conte (principe dal 1866) (Walewice, 4 maggio 1810Strasburgo, 27 ottobre 1868), è stato un politico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio naturale di Napoleone Bonaparte e di Maria Walewska, prese parte all'insurrezione polacca del 1830. Naturalizzato francese, combatté in Algeria come ufficiale della Legione straniera francese e successivamente iniziò la carriera diplomatica.

Si dedicò in ugual misura alla letteratura e al giornalismo, pubblicando "Una parola sulla questione d'Africa" nel 1837 e "L'alleanza inglese" nel 1838. Fondò il giornale Le Messager. Fu ambasciatore a Firenze nel 1849, a Napoli nel 1850, a Madrid nel 1851 e a Londra nel 1851. Fu ministro degli affari esteri dal 7 maggio 1855 al 4 gennaio 1860.

Oppositore di Napoleone III sulla questione italiana, diede le dimissioni ma ottenne il ministero di Stato e la direzione dell'Académie des beaux-arts. Fu eletto deputato nelle Landes. Presiedette il corpo legislativo dal 1865 al 1867 e venne creato principe dal cugino imperatore nel 1866. Morì all'età di 58 anni per un colpo apoplettico mentre si trovava a Strasburgo; fu poi seppellito a Parigi nel cimitero del Père Lachaise.

Matrimoni e figli[modifica | modifica wikitesto]

Arma dei conti Colonna-Walewski

Alessandro Giuseppe si sposò due volte:

  • il 4 giugno 1846 con Anna Maria Ricci (1823 – 1912), figlia del conte Zanobi-Ricci e della principessa Isabella Poniatowski, dalla quale ebbe:
    • Isabelle (1847, Buenos Aires)
    • Charles (18481916), sposato senza figli con Félicie Douay;
    • Catherine (18491927), sposata nel 1871 con Félix, Conte Bourqueney
    • Eugénie (18561902), sposata nel 1875 con Frédéric, Conte Mathéus
  • Inoltre da un legame sentimentale con Rachel, l'attrice favorita di Victor Hugo, ebbe:
    • Alexandre (1844 – 1898), conte Colonna Walewski, bisnonno dell'attuale Conte Colonna-Walewski Alexandre nato nel 1934

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Alexandre Walewski Padre:
Napoleone I Bonaparte
Nonno paterno:
Carlo Maria Buonaparte
Bisnonno paterno:
Giuseppe Maria Buonaparte
Trisnonno paterno:
Sebastiano Nicola Buonaparte
Trisnonna paterna:
Maria Anna Tusoli di Bocagnano
Bisnonna paterna:
Maria Saveria Paravicini
Trisnonno paterno:
Giuseppe Maria Paravicini
Trisnonna paterna:
Maria Angela Salineri
Nonna paterna:
Maria Letizia Ramolino
Bisnonno paterno:
Giovanni Geronimo Ramolino
Trisnonno paterno:
Giovanni Agostino Ramolino
Trisnonna paterna:
Angela Maria Peri
Bisnonna paterna:
Angela Maria Pietrasanta
Trisnonno paterno:
Giuseppe Maria Pietrasanta
Trisnonna paterna:
Maria Giuseppa Malerba
Madre:
Maria Walewska
Nonno materno:
Maciej Łączyński
Bisnonno materno:
Antoni Łączyński
Trisnonno materno:
Józef Łączyński
Trisnonna materna:
Helena Niemojewska
Bisnonna materna:
Konstancja Stempowska
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
Eva Zabrowska
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Prussia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Prussia)
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 20 dicembre 1855
Senatore di Gran Croce del Sacro Imperiale Angelico Ordine Costantiniano di San Giorgio (Ducato di Parma) - nastrino per uniforme ordinaria Senatore di Gran Croce del Sacro Imperiale Angelico Ordine Costantiniano di San Giorgio (Ducato di Parma)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Virtuti Militari (Polonia)
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria (Impero austriaco)
Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 1859

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Max Gallo, Napoléon, Paris, Edition Robert Laffont, ISBN 2-221-09796-3, Ed. italiana Mondatori per Biblioteca Storica de: Il Giornale
  • Constant Wairy, Il valletto di Napoleone, a cura di Paola Varetto, Cap. XV, Edizioni Sellerio, Palermo, 2006 ISBN 88-389-2190-3

In francese:

  • Nouvelle Biografie Générale, Volume n. 42, Parigi, 1866

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN62344606 · LCCN: (ENn92106732 · GND: (DE11877106X · BNF: (FRcb10730075w (data) · CERL: cnp00588189