Alaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'alaggio è il traino di una imbarcazione da una postazione su terraferma, allo scopo di imprimere il moto o controllare la direzione del natante.

Traino da una strada di alaggio

Effettuato con robuste funi dette alzaie, l'alaggio può essere eseguito, ad esempio, per portare in secca le imbarcazioni, allo scopo di rendere possibili le operazioni di manutenzione alle carene. Questa operazione, un tempo veniva eseguita dagli alatori, ovvero gli addetti al tiro delle alzaie o alla conduzione degli animali utilizzati per il traino.

Fino alla prima metà del XX secolo, era particolarmente diffuso il servizio d'alaggio per i trasporti fluviali. Nei tratti caratterizzati da forte corrente, le chiatte venivano guidate e trainate mediante alzaie collegate ad animali da tiro, posti sulle rive del fiume e condotti dagli alatori.

Già nei tempi dell'antica Roma era stata ideata la via helciaria, ovvero una strada pavimentata che costeggiava i fiumi e consentiva un agevole svolgimento dell'alaggio, sia con traino umano che animale. Nei secoli successivi le strade d'alaggio si sono moltiplicate in tutta Europa.

Anche se il servizio d'alaggio è generalmente stato fornito dal traino umano o animale, non sono mancati gli esempi di impianti motorizzati o quelli di installazioni sulle strade d'alaggio di brevi tratte ferroviarie specifiche, dalle quali delle locomotive trainavano le imbarcazioni. Tale sistema è ancora usato lungo le chiuse del Canale di Panama.

Naturalmente questa difficoltà, per le imbarcazioni, di superare i punti di forte corrente contraria è andata via via scemando con il progresso e la motorizzazione; di conseguenza, è progressivamente diminuito il ricorso al servizio d'alaggio quasi fino a scomparire.

Nei tempi moderni, le strade d'alaggio sono spesso utilizzate come piste ciclabili o percorsi pedonali, essendo solitamente precluse al traffico veicolare, per ovvie ragioni strutturali.

In ambito italiano, o più specificatamente milanese, alzaie famose sono quelle che costeggiano la rete dei navigli.

Terminologia[modifica | modifica sorgente]

Gli alatori del Volga in un dipinto di Ilja Repin

Il termine "alaggio" deriva dall'antico tedesco halon, con il significato di "tirare". Di eguale significato è il termine latino helciaria, dal quale deriva "alzaia" che, nella lingua italiana, viene usato per indicare sia le funi necessarie all'alaggio, sia le strade d'alaggio. Sempre in Italia, dove l'animale da traino impiegato per questo tipo di servizio era principalmente il bardotto, gli alatori vengono spesso chiamati bardotti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • In Russia sono celebri le ballate degli alatori del Volga che svolgevano il lavoro di traino dei navigli in piccoli gruppi, senza l'aiuto di animali, concertando gli sforzi al ritmo del canto.
  • In Europa, la figura degli alatori è stata resa immortale da Arthur Rimbaud che, nella poesia Le Bateux ivre, li cita quali allegorie dei precetti morali che regolano la vita delle persone.
  • Una ex strada d'alaggio di Verona mantiene il toponimo Lungadige Attiraglio, chiaramente derivato dal tipo di servizio "a tiraggio" per il quale era utilizzata.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]