Aeroplanitaliani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aeroplanitaliani
Paese d'origineItalia Italia
GenerePop
Rock
Periodo di attività musicale1992 – in attività
EtichettaSugar
Album pubblicati3
Studio3
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

Gli Aeroplanitaliani sono un gruppo musicale italiano pop-rock proveniente da Vercelli[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già nel 1986, un prototipo della band cominciò a lavorare alla possibilità di trovare sinergie compositive tra il rap e la canzone pop italiana, per poi costituirsi come Aeroplanitaliani nel 1991 a Vercelli. I principali artefici del progetto furono Alessio Bertallot che si era già cimentato nel giornalismo e nel teatro, e dall'ex Indigesti Roberto Vernetti, poi autore di musiche per spot pubblicitari e spettacoli. A loro si unì un ensemble composto da tre bolognesi di area rock, jazz e dance: Riccardo Rinaldi alle tastiere, Frank Nemola alla tromba che precedentemente era stato membro dei Band-Aid, e Viviana Sernagiotto alla voce[2].

Nello stesso anno gli Aeroplanitaliani vinsero il concorso musicale Indipendenti '91 organizzato dalla rivista FareMusica, per poi partecipare, prima ad Arezzo Wave '92 e poi al Festival di Sanremo 1992, dove rimasero 30 secondi in silenzio durante l'esecuzione del brano Zitti zitti (Il silenzio è d'oro), con cui vinsero il Premio della critica[1].

All'apparizione a Sanremo seguì l'album Stile libero pubblicato dalla Sugar Music[2] e poi 13 anni di silenzio, durante i quali i tre componenti del gruppo intrapresero percorsi artistici separati.

Il gruppo ritornò sulle scene nel 2005 con l'album Sei felice?, in cui vennero inserite varie rivisitazioni di brani d'autore, oltre ad alcuni inediti.

Nel 2007 uscì il loro terzo album Tuttoattaccato preceduto dal singolo Bella, che ottenne un discreto successo radiofonico.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Enrico Deregibus (a cura di), Dizionario completo della Canzone Italiana, Firenze, Giunti editore, 2010, ISBN 9788809756250.
  2. ^ a b Rizzi, 1993

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]