Aedes annulipes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aedes annulipes
Immagine di Aedes annulipes mancante
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Diptera
Sottordine Nematocera
Infraordine Culicomorpha
Superfamiglia Culicoidea
Famiglia Culicidae
Sottofamiglia Culicinae
Tribù Aedini
Genere Aedes
Sottogenere Ochlerotatus
Specie A. annulipes
Nomenclatura binomiale
Aedes annulipes
(Meigen, 1830)

Aedes (Ochlerotatus) annulipes (Meigen, 1830) è un dittero appartenente alla famiglia Culicidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Risulta morfologicamente distinguibile dalla affine Aedes (Ochlerotatus) cantans solo allo stadio di adulto, in base ai caratteri dell'apparato genitale maschile. Per una descrizione completa dei reperti italiani vedi Zamburlini R., 1996.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Presenta generalmente un'unica generazione annuale con svernamento allo stadio di uovo. Per le popolazioni italiane il ciclo larvale si svolge dal mese di febbraio al mese di maggio; gli adulti sopravvivono fino a giugno inoltrato.[senza fonte]

Gli stadi giovanili delle popolazioni italiane si sviluppano in freddi (temperatura dell'acqua da 5 a 15 °C) acquitrini semipermanenti interni ad ambienti boschivi umidi (Querco-carpineti e Saliceti), condivisi con gli altri culicidi Anopheles claviger, Culiseta morsitans, Aedes cantans, Aedes cinereus e Aedes geminus.[senza fonte]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È specie a distribuzione euroasiatica. In Europa risulta prevalentemente distribuita nelle regioni centro-settentrionali e orientali. In Italia risulta presente nella pianura veneto-friulana.[senza fonte]

Interesse sanitario[modifica | modifica wikitesto]

È aggressiva per i mammiferi e per l'uomo; può fungere da vettore del virus Tahyna e del virus della mixomatosi.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Aedes (Ochlerotatus) annulipes, in Systema Dipterorum. URL consultato il 24 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Zamburlini R., 1996. Un culicide nuovo per l'Italia: Aedes annulipes. Parassitologia, 38, 491-494.
  • Romi R., Pontuale G. E Sabatinelli G., 1997. Le zanzare italiane: generalità ed identificazione degli stadi preimaginali (Diptera, Culicidae). Fragmenta Entomologica, 29 (suppl.): 1-141.
  • Severini F., Toma L., Di Luca M., Romi R. 2009. Le zanzare italiane : generalità e identificazione degli adulti (Diptera, Culicidae). Fragmenta Entomologica, 41 (2), 213-372.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]