20 Massalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Massalia
(20 Massalia)
Scoperta 10 settembre 1852
Scopritore Annibale De Gasparis
Famiglia Massalia
Classe spettrale S
Parametri orbitali
(all'epoca K172G)
Semiasse maggiore 360 405 818 km
2,4091298 UA
Perielio 309 067 242 km
2,0659575 UA
Afelio 411 744 394 km
2,7523021 UA
Periodo orbitale 1365,81 giorni
(3,74 anni)
Velocità orbitale

19,09 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
0,70849°
Eccentricità 0,1424466
Longitudine del
nodo ascendente
206,10555°
Argom. del perielio 256,58977°
Anomalia media 267,00946°
Par. Tisserand (TJ) 3,507 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 145,5 km
Massa
4,8 × 1018 kg
Densità media 2,7 × 10³ kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0599 m/s²
Velocità di fuga 97,5 m/s
Periodo di rotazione 0,3374 giorni
(8,098 h)
Temperatura
superficiale
~174 K (media)
Albedo 0,210
Dati osservativi
Magnitudine ass. 6,50

20 Massalia è un grande e brillante asteroide della Fascia principale. È anche il più grande membro della Famiglia Massalia di asteroidi.

Massalia fu scoperto da Annibale De Gasparis il 19 settembre 1852. La notte seguente fu individuato in modo indipendente da Jean Chacornac; quest'ultimo annunciò per primo la sua scoperta.

Massalia è il nome greco di Marsiglia, in Francia, da dove Chacornac individuò l'asteroide (De Gasparis scrutava i cieli di Napoli dall'Osservatorio Astronomico di Capodimonte).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 19 Fortuna      Successivo: 21 Lutetia


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare