2015 TB145

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.png
Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è 2015 TB145.
2015 TB145
2015 TB145 discovery.gif
Immagine di TB145 scoperta dal telescopio Pan-STARRS1, gestito dall'Istituto per l'astronomia dell'Università delle Hawaii
Scoperta10 ottobre 2015
ScopritorePan-STARRS1
FamigliaApollo
Parametri orbitali
(all'epoca 27 giugno 2015)
Semiasse maggiore2,11 AU (a)
Perielio0,2947 AU (q)
Afelio3,93 AU (Q)
Periodo orbitale3,7 anni
Velocità orbitale35 km/s (media)
Inclinazione
sull'eclittica
39,68°
Eccentricità0,860
Longitudine del
nodo ascendente
37,73°
Argom. del perielio121,5°
Satellitisi
Anellino
Dati fisici
Dimensioni280-620 m
Periodo di rotazione3,1 ore
Dati osservativi
Magnitudine ass.19,9

2015 TB145 (conosciuto anche con il nome di asteroide di Halloween[1]) è un asteroide near-Earth del diametro di 280-620 metri la cui orbita lo ha portato a circa 1,27 distanze lunari dalla Terra il 31 ottobre 2015 alle ore 17:08 UT (18:08 ora italiana) alla velocità di circa 35 km/s (126.000 km/h)[2][3]. In corrispondenza del massimo avvicinamento alla Terra, l'asteroide ha raggiunto circa la decima magnitudine[4], ma con la Luna all'80% della sua fase che illuminava il cielo, l'osservazione dell'asteroide è risultata difficile per gli astronomi amatoriali dotati di piccoli telescopi. La geometria dell'incontro ha favorito gli osservatori dell'emisfero settentrionale.

Il 31 ottobre 2015 alle 11:00 UT l'asteroide si trovava nella costellazione del Toro a circa 9 gradi dalla Luna, muovendosi ad una velocità di 3,4 gradi all'ora[4]. Al momento di massimo avvicinamento alle 17:00 UT l'asteroide si trovava nella costellazione dell'Orsa Maggiore a circa 56 gradi dalla Luna e si muoveva a una velocità di 14,7 gradi all'ora[4]. Dopo l'avvicinamento è diventato troppo debole e troppo vicino al Sole per essere visibile nel cielo[5].

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

L'asteroide è stato osservato per la prima volta appena il 10 ottobre 2015 dal telescopio Pan-STARRS dell'Istituto per l'astronomia dell'Università delle Hawaii.[3]

L'avvicinamento alla Terra è stato sfruttato per eseguire osservazioni radar dell'asteroide con i telescopi Goldstone e Green Bank[5].

L'ultimo approccio così vicino da parte di un oggetto di queste dimensioni (con magnitudo assoluta < 20) risale al 3 luglio 2006, quando 2004 XP14 transitò a 1,1 distanze lunari dal nostro pianeta[5]. Il prossimo oggetto noto di dimensioni paragonabili che transiterà così vicino alla Terra sarà l'asteroide (137108) 1999 AN10, che sorvolerà il pianeta ad una distanza circa pari a quella lunare il 7 agosto 2027[5].

Possibile origine cometaria[modifica | modifica wikitesto]

Immagini radar riprese il 30 ottobre 2015 dal National Science Foundation's Arecibo Observatory[6].

L'elevata inclinazione orbitale ed eccentricità suggeriscono che 2015 TB145 possa essere una cometa estinta che ha perso le sue sostanze volatili in seguito a numerosi passaggi intorno al Sole.[7] I calcoli orbitali di Petrus Jenniskens e Jérémie Vaubaillon mostrano che non si prevede la produzione di meteore associate nel 2015.[8] I meteoroidi dovrebbero passare a più di 0,0007 UA (100,000 km; 65.000 mi) dall'orbita terrestre[8]. Se i meteoroidi non attraversano la traiettoria della Terra, il radiante dovrebbe essere nella costellazione dell'Eridano[8]. Le fotocamere dell'Allsky Meteor Surveillance (CAM) non hanno rilevato alcuna attività nella presunta zona del cielo durante il 2013 e il 2014[8]. L'oggetto ha un'albedo di 0,06 che è solo di poco superiore a quella di una tipica cometa il cui range è 0,03-0,05.[9]

Possibile luna[modifica | modifica wikitesto]

È stata ipotizzata la presenza di una luna orbitante intorno a 2015 TB145 con un periodo orbitale di 10-15 ore.[10]

Simulazioni[modifica | modifica wikitesto]

Asteroid20151021.svg   2015tb145a.svg

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In arrivo l’asteroide di Halloween, su Istituto Nazionale di Astrofisica, 26 ottobre 2015.
  2. ^ Angelo Piemontese, Arriva il "grande cocomero", l’asteroide di Halloween, in Panorama, 28 ottobre 2015.
  3. ^ a b "JPL Close-Approach Data: (2015 TB145)", su ssd.jpl.nasa.gov.
  4. ^ a b c "2015TB145 Ephemerides for 15 October 2015 through 31 October 2015", su newton.dm.unipi.it.
  5. ^ a b c d Lance A. M. Benner, Asteroids, Comets & Satellites (3224): People, su science.jpl.nasa.gov, 24 ottobre 2015.
  6. ^ Nick Divito, Spooky ‘skull asteroid’ whizzes past Earth on Halloween, New York Post, 31 ottobre 2015.
  7. ^ D.C. Agle, NASA Spots the 'Great Pumpkin': Halloween Asteroid a Treat for Radar Astronomers, su NASA News, 21 ottobre 2015.
  8. ^ a b c d Possible October 31 Meteors From Minor Planet 2015 TB_145, su seti.org.
  9. ^ Halloween Skies to Include Dead Comet Flyby. NASA-JPL press release. October 30, 2015
  10. ^ Brian Warner, {MPML} 2015 TB145, su minor planet mailing list. URL consultato il 27 ottobre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare