(143649) 2003 QQ47

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.png
Il titolo di questa pagina non è corretto per via delle caratteristiche del software MediaWiki. Il titolo corretto è (143649) 2003 QQ47.
(143649) 2003 QQ47
Orbit of 2003 QQ47.gif
Scoperta 24 agosto 2003
Scopritore LINEAR
Classificazione Asteroide Apollo
Designazioni
alternative
2003 QQ47
Parametri orbitali
(all'epoca K172G)
Semiasse maggiore 162 370 110 km
1,0853617 UA
Perielio 132 008 177 km
0,8824076 UA
Afelio 192 732 044 km
1,2883158 UA
Periodo orbitale 413,01 giorni
(1,13 anni)
Velocità orbitale

28,34 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
62,10246°
Eccentricità 0,1869921
Longitudine del
nodo ascendente
0,99782°
Argom. del perielio 104,98889°
Anomalia media 253,42267°
Par. Tisserand (TJ) 5,214 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 1,24 km
Massa
2×1012 kg
Densità media 2 g/cm³ (?)
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0003 m/s²
Velocità di fuga 0,0007 m/s
Temperatura
superficiale
~267 K (media)
Albedo 0,1 (?)
Dati osservativi
Magnitudine ass. 17,4

(143649) 2003 QQ47 è un asteroide Apollo che divenne famoso in breve tempo al momento della sua scoperta, avvenuta alla fine di agosto del 2003, quando i media dichiararono, basandosi su una relazione preliminare, che vi era la possibilità, 1:250.000, di collisione con la Terra il 21 marzo 2014.

Rischio d'impatto[modifica | modifica wikitesto]

(143649) 2003 QQ47 ha un diametro di circa 1,24 km, e una massa di circa 2,0 × 1012 kg, e viaggia a una velocità di 30 km/secondo. Se dovesse colpire la Terra, sprigionerebbe energia di circa 350.000 megatoni (1,5 ZJ), sufficiente a provocare danni a livello mondiale.

Nel settembre 2003 la NASA diede l'annuncio del rischio d'impatto con la terra, alzando il livello di rischio nella scala Torino a 1, basandosi su osservazioni effettuate alla fine del mese precedente[1]. Successive misurazioni nel mese di settembre hanno fornito dati più precisi per il calcolo della traiettoria, riportando il livello di rischio ad un più tranquillo 0.

La Dr. Sara Russell, una ricercatrice di meteoriti al London's Natural History Museum, ha affermato alla BBC che non era preoccupata del fatto che (143649) 2003 QQ47 potesse essere un pericolo.

A marzo del 2014 l'asteroide transitò a 19 milioni di chilometri dalla terra, come previsto senza alcun rischio, e l'evento fu seguito in diretta sul web[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


V · D · M
Asteroidi del sistema solare
L'asteroide 951 Gaspra
Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare