Walther Wever

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walther Wever
Walther Wever nel 1934
Walther Wever nel 1934
11 novembre 1887 - 3 giugno 1936
Cause della morte incidente aereo
Dati militari
Paese servito Germania Impero tedesco
Germania Repubblica di Weimar
Germania Germania nazista
Grado Generalleutnant
Guerre Prima guerra mondiale
Comandante di Stato Maggiore Generale della Luftwaffe

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Walther Wever (Wilhelmsort, 11 novembre 1887Dresda, 3 giugno 1936) è stato un generale tedesco, comandante dello Stato Maggiore Generale della Luftwaffe dal 1935 al giorno della sua morte avvenuta per un incidente aereo nel 1936. Fu acceso sostenitore dell'importanza strategica che il bombardamento aereo poteva avere in un futuro conflitto e promotore, in tal senso, del "programma Ural Bomber" sospeso dopo il suo decesso.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Wever nasce a Wilhelmsort, una cittadina del Kreis Bromberg, nell'allora Prussia, ora in territorio polacco. Figlio di Arnold Wever, direttore della Berliner Ansiedlungsbank, e nipote del generale prussiano Carl Georg Wever, acquisisce la maturità al liceo Steglitz prima di continuare le tradizioni militari del nonno paterno entrando alla scuola ufficiali e stabilendosi a Schweid.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 83497854 LCCN: n2009018129