Walter Langley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walter Langley

Walter Langley (Birmingham, 8 giugno 1852Penzance, 21 marzo 1922) è stato un pittore inglese fondatore della scuola di Newlyn di pittori en plein air.

Tra le Maree (Between The Tides)
Never Morning Wore To Evening

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Politicamente tendente a sinistra per la sua epoca, è famoso per il suo realismo sociale nelle rappresentazioni della classe lavoratrice, in particolare dei pescatori e delle loro famiglie[1]

Sebbene sia stato il primo ad insediarsi nella colonia di artisti a Newlyn (Cornovaglia), Langley inizialmente beneficò poco della sua crescente fama: un po' perché aveva umili origini e un po' perché usare acquerelli piuttosto che la più prestigiosa tecnica ad olio.[2]

Più tardi la sua carriera e la sua fama crebbero. Uno dei dipinti di Langley fu definito da Lev Tolstoj nel suo libro Che cos'è l'arte? come "una bella e sincera opera d'arte".[3] Nel 1895 fu invitato alla galleria degli Uffizi per contribuire con un autoritratto da apperndere vicino a quelli di Raffaello, Rubens e Rembrandt nella collezione di ritratti dei grandi artisti.[1]

Oggi il suo lavoro è considerato "vitale per l'immagine della scuola di Newlyn" e "insieme a Stanhope Forbes ...il più consistente in stile e sostanza nella produzione.[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Walter Langley 1852-1922 Jordan & Chard Fine Art, Truro
  2. ^ a b Fox, Caroline and Greenacre, Francis, "Walter Langley", Painting in Newlyn 1880-1930, London, Barbican Art Gallery, 1985, pp 62-65
  3. ^ (EN) Tolstoy, Leo, What is Art

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 95723874 LCCN: n87817881