Victor Noir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tomba di Victor Noir
Tomba di Victor Noir

Victor Noir (Attigny, 30 luglio 1848Parigi, 10 gennaio 1870) è stato un giornalista francese.

Nato ad Attigny, nelle Ardenne, col nome di Yvan Salmon, si trasferì in seguito a Parigi, dove lavorò come giornalista per il giornale "La Marseillaise", diretto da Henri Rochefort, sotto lo pseudonimo di Victor Noir.

Nel 1870 fu ucciso con un colpo di pistola dal principe Pierre Bonaparte, potente cugino dell'Imperatore Napoleone III, era stato inviato dal giornale “La Marseillaise” presso il cugino di Napoleone III. Aveva il compito di organizzare un duello tra quest’ultimo e il suo caporedattore, che riteneva di essere stato ingiuriato dal principe. Il povero messaggero fu ucciso da un colpo di pistola dell’impulsivo principe, e divenne per questo simbolo di repubblicanesimo. Il giorno dopo si sarebbe dovuto sposare.

Una pubblica protesta seguì il 12 gennaio 1870, guidata dall'attivista politico Auguste Blanqui; più di 100.000 persone si unirono alla processione funebre verso il cimitero di Neuilly. In un periodo in cui Napoleone III era già divenuto impopolare, il verdetto di non colpevolezza di Pierre Bonaparte in seguito al processo per omicidio causò un'enorme reazione popolare, che sfociò in diverse dimostrazioni violente che aprirono la strada alla caduta del regime dell'imperatore, avvenuta il 4 settembre 1870.

Particolare

In seguito all'avvento della Terza Repubblica, il corpo di Victor Noir fu spostato nel cimitero di Père Lachaise a Parigi. Una statua bronzea a grandezza naturale raffigurante Victor Noir sdraiato morente fu scolpita da Jules Dalou per decorare la sua tomba.

La scultura presenta una certa protuberanza nei pantaloni, comunemente detta "protubérance de son entrejambes", e ciò l'ha resa uno dei posti più frequentati del cimitero da parte delle donne. Il mito dice che strofinando la protuberanza, le labbra ed i piedi della statua si avrà un aumento di fertilità ed una vivace vita sessuale. Recentemente era stata innalzata una protezione intorno alla statua, onde evitare un ulteriore deterioramento delle parti in questione, ma è stata poi rimossa.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7627985 LCCN: no2010023293