Tre scapoli e un bebè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre scapoli e un bebè
Tre scapoli è un bebè.png
Tom Selleck e Steve Guttenberg in una scena del film
Titolo originale 3 Men and a Baby
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1987
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Leonard Nimoy
Soggetto Coline Serreau
Sceneggiatura James Orr e Jim Cruickshank
Produttore Robert W. Cort e Ted Field
Casa di produzione Interscope Communications, Silver Screen Partners III e Touchstone Pictures
Fotografia Adam Greenberg
Montaggio Michael A. Stevenson
Effetti speciali Michael Kavanagh
Musiche Marvin Hamlisch
Scenografia Peter S. Larkin
Costumi Larry S. Wells
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Tre scapoli e un bebè è un film del 1987, diretto da Leonard Nimoy. Remake hollywoodiano del film francese Tre uomini e una culla del 1985, nel 1990 è stato realizzato un seguito intitolato Tre scapoli e una bimba.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vita dei tre scapoli Peter, architetto, Michael, disegnatore di fumetti e pupazzi e Jack, un ex-pubblicitario e attore, viene sconvolta il giorno in cui si trovano sulla soglia di casa una culla con Mary, la figlia neonata di uno di loro. Ma dopo una diffidenza iniziale, i tre si trasformano in adorabili papà, riuscendo anche a far fronte ad una storia di droga nella quale vengono coinvolti loro malgrado.

Un fantasma nel film?[modifica | modifica wikitesto]

Durante una scena del film, seminascosto da una tenda, apparirebbe il fantasma di un bambino di nove anni rimasto ucciso da un colpo partito accidentalmente dal fucile del padre alcuni anni prima nella casa in cui vennero girate alcune scene del film. L'evento fu scoperto solamente nell'agosto 1990 (pochi mesi prima dell'inizio delle riprese del sequel), fatto questo che rende insospettabili di furbe trovate pubblicitarie i produttori del film.

Su questo evento si é discusso moltissimo finchè nel novembre 1997 durante un'intervista ad un giornale sarebbe stato rivelato che la sagoma che viene intravista per qualche secondo si trattava in realtà di una sagoma fotografica raffigurante Ted Danson realizzata a fini promozionali e dimenticata in un lato del set.[1] Sempre nell'intervista, fu detto che il film è stato girato interamente in uno studio di Toronto e non in una casa. [2][3]

Tali affermazioni sembrano però essere fasulle e facilmente smentite da una serie di fatti:

  • Sembra alquanto improbabile che una sagoma di cartone venga "dimenticata" all'interno di un set.
  • Ipotizzando che si trattasse veramente di una sagoma di cartone è alquanto ben visibile che non raffiguri affatto Ted Danson.
  • Nel film è effettivamente presente in una scena la sagoma di cartone di Ted Danson; solamente che mettendo a confronto le due scene appare ben visibile che le due sagome sono completamente diverse tra loro.
  • Se era realmente una sagoma dimenticata lì da tempo, come mai quando la stessa tenda viene mostrata nel film pochi attimi prima non vi è presente alcuna sagoma??
  • Secondo qualche esperto cinematografico, dal momento che la ripresa é stata effettuata senza ricorrere ai famosi "tagli", sarebbe stato impossibile spostare e far apparire due sagome in un così breve lasso di tempo.
  • Ammesso che quella del bambino fosse stata in realtà una sagoma di cartone, perchè pochi istanti prima che egli appaia, sotto la finestra appare la sagoma chiarissima di un fucile.
  • La storia che il film fu girato interamente in uno studio a Toronto è stata rivelata essere falsa sia perchè il film fu girato anche a New York (come testimoniato anche dal cast) sia perchè la casa è realmente esistente ed in quella casa morì realmente un bambino.
  • La stessa madre del bambino morto avrebbe riconosciuto il proprio figlio in quello apparso per pochi secondi nel film ed avrebbe anche fatto causa ai produttori. In seguito la donna sarebbe poi impazzita a causa della sua visione...
  • Gli stessi attori non si sarebbero accorti di nulla al momento delle riprese, ma avrebbero affermato che sul set non era presente alcuna sagoma di cartone.

Che si tratti di un vero fantasma o di una trovata pubblicitaria, di questo fatto si è discusso nel primo episodio di TV Land: Myths and Legends nel gennaio 2007[4] e fu citato in un episodio de I Griffin, e nell'episodio "Mistero a Hollywood" della serie tv Supernatural.

Esiste inoltre una variante alla storia del fantasma che vuole essere quello di Conor, il figlio di Eric Clapton e di Lory Del Santo, che morì cadendo dal 53° piano di un grattacielo a New York, dove si trovava con la madre. La variazione afferma inoltre che Clapton permise che il film fosse girato nel condominio nel quale egli viveva.[5] Tuttavia questa storia sembra essere completamente fasulla non solo perchè Clapton mai fece girare film nel suo appartamente, ma anche perchè suo figlio morì il 20 marzo 1991, cioè 4 anni dopo la realizzazione del film.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Steve Guttenberg, in un'intervista del 2009, ha confermato di aver aderito al progetto di un secondo sequel Three Men and a Bride. [7] Il film, infatti, ebbe già un primo seguito nel 1990 dal titolo Tre scapoli e una bimba.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Tre scapoli e un bebè in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema