Tjebu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tjebu
città
Dati amministrativi
Stato Egitto Egitto
Governatorato Sohag
Territorio
Coordinate 26°54′N 31°31′E / 26.9°N 31.516667°E26.9; 31.516667 (Tjebu)Coordinate: 26°54′N 31°31′E / 26.9°N 31.516667°E26.9; 31.516667 (Tjebu)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+2
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Egitto
Tjebu

Tjebu, o Djew-Qa, è un'antica città dellEgitto, situata sulla riva orientale del Nilo, in quello che oggi è il governatorato di Sohag. Nel periodo greco-romano il suo nome era Antaeopolis, mentre il suo nome attuale è Qaw el-Kebir.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I numerosi complessi funerari di Tjebu, dedicati ad ufficiali del X nomos della XII e XIII dinastia egizia, rappresentano il picco dell'architettura funeraria non reale del Medio Regno. Nello stesso posto sono stati rinvenuti anche numerosi cimiteri di epoche diverse. Un tempio tolemaico di Tolomeo IV, ampliato e restaurato poi da Tolomeo VI e Marco Aurelio, fu distrutto nella prima metà del XIX secolo.

Il tempio di questa città era grande, con un pronao a 18 colonne, con un ipostilo a 12 colonne che permetteva l'accesso ad un vestibolo, e due camere laterali di uguale dimensione.[1] L'edificio fu dedicato in prima istanza a Antiwey, una divinità guerriera che rappresenteva una sorta di fusione tra Seth e Horus. Nefti era la principale dea adorata in questo tempio, o forse in un proprio tempio collegato, considerata la controparte femminile di Antiwey. In questa città esisteva anche un "profeta di Nefti".[2]

Nelle vicine cave, i turisti coraggiosi possono sporsi per ammirare interessanti sculture di Antaeus (Antiwey) e Nephthys.[3] Il sito ha perso molta della sua importanza tra il XIX ed il XX secolo, quando gli archeologi passarono a studiare le tombe ottimamente conservate situate nello stesso distretto.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Description de l'Égypte, pp. 422-425
  2. ^ Lexikon der A, E. Graefe, Nephthys, Chicago Stele
  3. ^ Baedeker, 1902, ecc.
  4. ^ Petrie Flinders, Antaeopolis the Tombs of Qau (Egypt), Londra, Quaritch 1930
Valle del Nilo Portale Valle del Nilo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valle del Nilo