Tiziano Motti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tiziano Motti
Monogramma del Parlamento Europeo
Unione europea
Parlamento europeo
Luogo nascita Reggio Emilia
Data nascita 7 febbraio 1966
Professione imprenditore, editore, politico
Partito UDC
Legislatura VII
Gruppo PPE
Incarichi parlamentari
VII legislatura: Membro della commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori e della delegazione per le relazioni con la penisola arabica, sostituto nella commissione per l'industria, la ricerca e l'energia, nella delegazione per le relazioni con l'Assemblea parlamentare della NATO e nella delegazione all'Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE.
Pagina istituzionale

Tiziano Motti (Reggio nell'Emilia, 7 febbraio 1966) è un imprenditore e politico italiano.

Nel 2009 è stato eletto al Parlamento Europeo per la lista dell'UDC nella circoscrizione del Nord-Est.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1985 consegue la maturità tecnica all’Istituto tecnico industriale Leonardo Da Vinci di Parma. Giornalista pubblicista dal 1989, nel 1990 inizia il suo lavoro nella comunicazione fondando il periodico “Vivi la Città”.

Nel gennaio 2004 fonda il movimento Europa dei Diritti, di cui è attualmente il presidente. Nel 2005 ha costituito la Fondazione Tiziano Motti, attiva nella difesa delle donne e dei minori. Dal 2008 è Consulente del Presidente della Commissione di Igiene e Sanità del Senato della Repubblica Italiana. Dal 2009 è Deputato al Parlamento europeo nel Gruppo del Partito popolare Europeo, Delegazione UDC

Attività parlamentare[modifica | modifica sorgente]

Diventa parlamentare europeo del Ppe nel 2009 come unico eletto dell’Udc nel Nord Est (dopo una campagna elettorale priva di simboli di partito e una esclusione all'ultimo momento dalle liste del Pdl [2]). È autore di una risoluzione del Parlamento Europeo sulla creazione di un Sistema di Allerta Rapido Europeo contro pedofili e molestatori sessuali, approvata il 23 giugno 2010. Si tratta di una dichiarazione che intende perseguire i pedofili che utilizzano internet per adescare i minorenni, nonché perseguire coloro che immettono materiale pedo pornografico in internet, creando un sistema di allerta rapido europeo e chiedendo l’ampliamento della Direttiva Europea sull’archiviazione dei dati di traffico. La dichiarazione ha scatenato un’ondata di dissensi a fronte dell’interpretazione su più fronti data al testo della dichiarazione, interpretato come volontà di archiviare i dati delle ricerche effettuate dai cittadini tramite i motori di ricerca. A seguito di ciò 42 eurodeputati hanno in seguito ritirato la sottoscrizione alla risoluzione che è comunque passata.[1] La risoluzione ha influenzato la successiva direttiva europea che ha reso reato l'adescamento sessuale di minori tramite internet e la nascita dell'agenzia di tutela contro il crimine informatico istituita presso l'Interpol a Gennaio 2013. Nel luglio del 2012 è stato [3] accusato pubblicamente di esibire una laurea honoris causa di un'università non riconosciuta in Italia sul suo profilo di parlamentare europeo, che in seguito ha rimosso sostenendo di non avere necessità di mostrare titoli honoris causa pur difendendo la legittimità formale della precedente inclusione secondo la normativa belga a cui fa riferimento il sito del PE. È stato candidato ai Mep Hawards 2012 del Parlamento Europeo per le attività profuse in tutela degli animali [7].

Attività Imprenditoriale[modifica | modifica sorgente]

L'attività principale di Gruppo Unica SpA (di cui è presidente la moglie di Motti, Stefania Bigliardi) e delle altre società della Uninvest Holding [1], è sempre stata quella della raccolta della pubblicità. La modalità utilizzata per raccogliere pubblicità è stata prima di tutto quella delle guide del cittadino, che sono sostanzialmente elenchi del telefono corredati con informazioni utili e capitoli sulla tutela dei diritti dei cittadini e sulla prevenzione sanitaria. Negli ultimi anni la società ha ampliato l'attività di raccolta di pubblicità da esporre sui mezzi di trasporto per disabili e anziani, concessi in comodato gratuito a Enti Pubblici e Associazioni No Profit. Nel gennaio 2005 Motti e la moglie Stefania Bigliardi fondano il quotidiano locale “Il Giornale di Reggio” venduto nella provincia di Reggio Emilia. In precedenza Motti era diventato socio di maggioranza del quotidiano reggiano Ultime Notizie, che versava già da prima del suo arrivo in cattive condizioni economiche. Ai primi di gennaio 2005 il quotidiano venne chiuso dall'editore e la quasi totalità della redazione trasferita in una nuova sede, quella del neonato Giornale di Reggio. L’anno successivo il giornale viene abbinato localmente a “Il Giornale”. Il quotidiano ha smesso le pubblicazioni il 18 maggio 2012: attualmente una pubblicazione con il medesimo marchio, pur differenziandosi come testata, esce in provincia di Reggio Emilia con periodicità bisettimanale (gode di contributi pubblici). Nel gennaio 2006 ha prodotto il format televisivo “Noi Cittadini” dedicato ai diritti dei cittadini, condotto da Antonio Lubrano. Il format è stato trasmesso da 30 emittenti televisive locali. Nel 2007 ha replicato con 8 puntate, trasmesse da 33 emittenti areali, condotte da Fabrizio Trecca. Nel luglio 2007 fonda il quotidiano online “4 Minuti.it”.

Cantante e autore di brani pop/rock[modifica | modifica sorgente]

Nel Maggio 2014 esce il suo primo album musicale "Siamo tutti assolti" stampato e distribuito da Universal Music Italia. Comprende il singolo di lancio "la Verità", a cui Motti abbina un'iniziativa benefica decidendo di donare il ricavato dell'album a Telefono Azzurro, Unicef Italia e La Caramella Buona, per le iniziative in tutela dei bambini. Motti si è impegnato a garantire personalmente una donazione minima di 20.000 euro complessive, da erogarsi entro il 31 agosto 2014, integrando i ricavi delle vendite digitali del brano con risorse personali ("per ridistribuire parte dei vantaggi che gli eurodeputati hanno rispetto alle famiglie che oggi faticano ad arrivare alla fine del mese, e per fare un gioco di squadra in cui ognuno, proporzionalmente, partecipa per donare a chi tutela i bambini"). Il debutto dell'album porta Motti, nella prima settimana dall'uscita, direttamente al tredicesimo posto della classifica ufficiale degli album italiani più venduti (diciassettesimo posto considerando anche gli album stranieri).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La vicenda riassunta da Il Giornale

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • [1] Il sito dell'azienda di famiglia.
  • [2] Articolo della Gazzetta di Parma sul passaggio dal Pdl all'Udc
  • [3] La vicenda della laurea honoris causa
  • [4] dal sito del Parlamento Europeo
  • [5] Sito web personale di Tiziano Motti
  • [6] Sito web del movimento fondato da Tiziano Motti
  • [7] Shortlist del premio Mep Award 2012