Teleosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Teleosauridae
Steneosaurus Holzmaden.jpg
Steneosaurus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Superordine Crocodylomorpha
Famiglia Teleosauridae
Genere Teleosaurus
Geoffroy, 1825
Sottospecie
  • T. cadomensis
  • T. geoffroyi

Il Teleosaurus era un genere estinto di Teleosauridae crocodilomorfi che sono vissuti durante il Giurassico medio. Raggiungeva una lunghezza di circa tre metri.

Riproduzione artistica di Teleosaurus, 1894.
Riproduzione di Teleosaurus al Crystal Palace di Londra.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il Teleosaurus aveva mascelle fortemente allungate, come quelle del moderno gaviale del Gange. Il corpo era lungo e affusolato, e terminava con coda sinuosa che veniva utilizzata per la propulsione nell'acqua.
Gli arti anteriori erano piuttosto corti e venivano probabilmente tenuti aderenti al corpo durante la natazione in modo da favorire la penetrazione fluidodinamica nell'acqua.

Viveva in mare aperto e probabilmente si nutriva di pesci e calamari che catturava con i suoi denti appuntiti.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Palmer, D., The Marshall Illustrated Encyclopedia of Dinosaurs and Prehistoric Animals, London, Marshall Editions, 1999, p. 99, ISBN 1-84028-152-9.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Benton, M. J. (2001). Cassel's atlas of evolution. Cassel & co, London. ISBN 0-304-35511-9

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili