Ted Arison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ted Arison (Zikhron Ya'aqov, 1924Tel Aviv, 1 ottobre 1999) è stato un armatore israeliano naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Zikhron Ya'aqov nel 1924, nel 1940 entrò nella American University of Beirut ma fu costretto a lasciare perché si trovò impegnato nella seconda guerra mondiale combattendo nella Brigata Ebraica del British Army.

Attività imprenditoriale[modifica | modifica sorgente]

Nella prima metà degli anni cinquanta si spostò negli USA in cui mise in piedi un commercio navale. Nel 1966 fondò insieme all'armatore Knut Kloster la compagnia crocieristica Norwegian Cruise Lines e nel 1972 fondò la Carnival Cruise Lines che nei primi anni novanta diventerà leader mondiale nel settore delle crociere e prenderà il nome di Carnival Corporation inglobando altri marchi.

A Ted Arison è attribuito il merito di aver portato la pallacanestro professionistica nel sud della Florida fondando la squadra NBA dei Miami Heat nel 1988.

Nel 1990 ha rinunciato alla sua cittadinanza statunitense per motivi fiscali, ritornando definitivamente in Israele dando vita alla Arison Investments e avviando diverse attività nel settore dell'edilizia nel 1994 .[1] Nel 1997 è stato alla guida del consorzio che ha rilevato la Bank Hapoalim al prezzo di oltre un miliardo di dollari dando vita alla più grossa privatizzazione della storia di Israele.

È morto nella sua casa di Tel Aviv per attacco cardiaco il 1 ottobre 1999 a 75 anni.

Altre attività[modifica | modifica sorgente]

Durante gli anni ottanta ha fondato la National Foundation for Advancement in the Arts con sede a Miami. Inoltre ha dato vita alla Arison Foundation in Israele e negli Stati Uniti.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

È stato sposato fino al 1966 con Mina Arison Sapir dalla quale ha avuto il figlio Micky Arison e la figlia Shari Arison. I due figli hanno preso le redini del suo impero dopo la morte del fondatore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Real Micky Arison in Miaminewtimes.com, 3 febbraio 2000. URL consultato il 12 gennaio 2008.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie