Tamiya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Tamiya Co. Ltd.
Logo
Stato Giappone Giappone
Fondazione 1946
Fondata da Yoshio Tamiya
Sede principale Shizuoka
Persone chiave Masayuki Tamiya (presidente)
Settore modellismo
Prodotti kit di costruzione modelli di mezzi civili e militari
Utile netto 5 000 000 di Yen
Slogan First in Quality Around the World
Sito web www.tamiya.com/english/e-home.htm
La sede Tamiya di Shizuoka.

La Tamiya Co. Ltd. (in giapponese 株式会社タミヤ) è un'azienda che opera nel campo del modellismo producendo kit di costruzione per modelli che percorrono la storia e l'evoluzione dell'aeronautica, la marina ed i trasporti su terra mondiali sia civili che militari nel modellismo statico, modellismo dinamico e modellismo educazionale. La ditta fu fondata da Yoshio Tamiya a Shizuoka nel 1946. L'azienda ha guadagnato notevole reputazione tra i modellisti per la produzione di modelli di qualità superiore, molto dettagliati; una filosofia che si traduce nel motto "First in Quality Around the World" (Primi in Qualità nel mondo). Tamiya Inc. ha ottenuto diverse volte il prestigioso premio Modell des Jahres (Model of the Year) conferito dalla rivista tedesca Modell Fan.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'azienda fu fondata nel 1946 come Tamiya Shoji & Co. (Tamiya Company) da Yoshio Tamiya (15 May 1905 - 2 November 1988) a Oshika, Shizuoka. Fu un'azienda di rifornimento per mulini e falegnamerie.[1] Con la disponibilità di legno, la divisione prodotti in legno Mokuzaigyou Company (fondata nel 1947) produsse anche modelli navali e aeroplani. Nel 1953 decisero di fermare la produzione per impieghi edili; si concentrarono sul modellismo.

Nella metà degli anni '50 i modelli in plastica iniziarono ad essere importati, e quelli in legno diminuirono nelle vendite, così nel 1959 decisero di fabbricare modelli in plastica. Il loro primo modello fu la nave giapponese Yamato.

Tamiya News e altre pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Tamiya News viene pubblicata mensilmente. Nel 1967 era un'edizione bimestrale e costava 50 yen, più tardi salì a 100 yen. Introduceva nuovi modelli dell'azienda al cliente. Una rivista sorella è Tamiya Junior News, la si può scaricare in formato PDF dal sito Tamiya).

Timeline[modifica | modifica sorgente]

  • 1960 - Yamato, primo modello in plastica
  • 1961 - Panther tank, primo carroarmato. La scatola di Shigeru Komatsuzaki diventa una hit.
  • 1967 - 1/12 Honda F-1. Un modello che fece epoca per l'accuratezza dei particolari.
  • 1968 - 1/35 German Tank Soldier Set, la prima serie Military Miniature Series.
  • 1972 - 1/35 88 Military Gun Flak 36/37. Diorama di successo.
  • 1976 - 1/12 Porsche 934. Tamiya comprò una Porsche 911, la disassemblarono, e ricostruirono capirne meglio la costruzione.
  • 1986 - Hotshot Jr. la prima della Racer Mini Vehicle Series.
  • 1989 - 1/35 Tiger I seconda edizione. Military Miniature Series.
  • 1998 - 1/700 scale Yamato rifatta negli stampi con tecniche moderne.
  • 2006 – Un modello speciale realizzato per il trentesimo anniversario del primo modello radiocomandato, una Porsche 934 turbo RSR 30th Anniversary edition.

Principali modelli RC[modifica | modifica sorgente]

Cars[modifica | modifica sorgente]

Tamiya RC Cars: Grasshopper II, Grasshopper, and Super Sabre

Nel 1976 Tamiya entrò nel mondo del radiomodellismo con il loro primo modello Porsche 934 Turbo RSR.

Modelli RC sono stati: Countach Competition Special, Super Champ, Ford F-150 Ranger, Toyota Hilux 4x4, Chevrolet Blazing Blazer, Hilux 4x4 High-lift, Mountaineer, Ford F-350 High-lift, Can-Am Lola Racing Master Mk.1, Subaru Brat, Lancia Rally, Grasshopper, Mighty Frog, Wild One, Hornet, Hotshot, Boomerang, Fast Attack Vehicle, Desert Gator, Sand Viper, Avante,Egress, Avante 2001,Avante 2011, Top Force,Top Force evolution, Dyna Storm, Dark Impact, Keen Hawk, Avante Mk. II, Twin Detonator, Wild Dagger, Double Blaze, Blackfoot Xtreme, Clod Buster, TXT1, Tamtech Series, Terra Crusher, TNX (Tamiya), TNX 5.2R, Nitrage 5.2, Bigwig, Fox, Monster Beetle, Celica, Porsche 959 Paris-Dakar Rally, Blackfoot, Midnight Pumpkin, Super Shot, Super Sabre, Striker, Sonic Fighter, Lunch Box, Nissan King Cab, Wild Willy, Wild Willy 2, TRF 416X, TRF 417, Nissan R91CP, Mazda 787B, Mercedes C-11, Jaguar XJR-12

Mini 4WD[modifica | modifica sorgente]

  • Ford Ranger 4x4 (July 13, 1982 Mini 4WD) prima Mini 4WD
  • Hotshot Jr. (June 16, 1986: Racing Mini 4WD) prima Racing Mini 4WD
  • Avante Jr (December 15, 1986: Racing Mini 4WD) la prima mini 4WD per impieghi racing
  • Sonic Saber (September 7, 1994: Fully Cowled Mini 4WD)
  • Nitro Thunder (November 18, 2005: Mini 4WD PRO)

Sussidiarie[modifica | modifica sorgente]

  • Tamiya America, Inc.
  • Tamiya Philippines, Inc.
  • Tamiya Hong Kong, LTD
  • Tamiya Europe, GmbH
The Lotus Type 102B

Mascot[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1984 e il 1989, Tamiya ebbe una mascot chiamata Plastic Model Moko-chan, che al suo fianco si presentava con un coniglio chiamato Rabbi-kun (プラモ Puramo) e qualche volta venivano chiamati Moko-chan no (e) Rabbi-kun (プラモのモ子ちゃん Puramo no Moko-chan). Disegnati da Fujita Yukihisa, apparvero in alcuni pamphlets e fumetti della Tamiya models. Insegnavano ai giovani come costruire modelli, in fumetti come RC Lecture By Moko Chan (モ子ちゃんRC講座).

Competitori[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The written by Shunsaku Tamiya "people who made Tamiya Plastic Model" Bungeishunju Ltd. September, 2004 publication ISBN 4-16-366250-2

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • 田宮俊作著『田宮模型をつくった人々』文藝春秋刊 2004年9月発行 ISBN 4-16-366250-2

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]