Tally Weijl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
TALLY WEiJL Trading AG.
Logo
Stato Svizzera Svizzera
Tipo Privata
Fondazione 1984 a Lohn
Fondata da
  • Tally Elfassi-Weijl
  • Beat Grüring
Sede principale Basel
Persone chiave Tally Elfassi-Weijl - Presidente e CEO
Settore

Abbigliamento

Accessori
Dipendenti 3200 (2013)
Sito web www.tally-weijl.com/

TALLY WEiJL è un marchio di moda giovane e di tendenza ed una delle principali presenze nel mercato della moda internazionale di oggi. Selfmade e di proprietà familiare, l’azienda è passata da un piccolo garage nel 1984 ad un business in crescita costante con oltre 780 negozi in 38 paesi. Con il proprio Design Studio situato nel cuore di Parigi, e il Service and Support Center con sede a Basilea, si respira un’atmosfera eccezionalmente internazionale a TALLY WEiJL.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tally Elfassi-Weijl era una giovane ragazza appassionata di moda; si iscrisse alla scuola alberghiera della Losanna e per superare i tempi di attesa per l'ingresso alla scuola iniziò a disegnare e a creare i primi abiti che attirarono l'interesse di Beat Grüring con il quale fondò nel 1984 l'azienda Tally Weijl. Inizialmente i capi venivano venduti ad alcune boutique svizzere, solo nel 1987 fu inaugurato il primo negozio ufficiale Tally Weijl a Friburgo, in Svizzera.

Lo stile era semplice e colorato; i capi erano rivolti al pubblico femminile giovanile e sexy. Uno dei colori più ricorrenti nelle collezioni era il rosa. Nel 1993 venne inaugurato il centro design e vennero aperti i primi punti vendita in franchising. Nel 1997 il marchio apre i primi negozi in Germania e inizia l'espansione in Europa e nel resto del mondo. In seguito vengono aperti il centro stile e design a Parigi e il centro di distribuzione a Milano. Nel 2012 l'azienda possiede una rete di vendita composta da circa 800 negozi presenti in 39 paesi[1] (compresi la Russia e la Cina in forte espansione). Sono circa 3200 i dipendenti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Store-Locator Tally Weijl

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]