Monte Taal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Taal (vulcano))
Taal
Taal Volcano aerial 2013.jpg
Veduta aerea del Taal
Stato Filippine Filippine
Regione CALABARZON
Provincia Batangas
Altezza 311 m s.l.m.
Catena Macolod Corridor
Diametro cratere 1900 m
Ultima eruzione 1977
Coordinate 14°00′07″N 120°59′34″E / 14.001944°N 120.992778°E14.001944; 120.992778Coordinate: 14°00′07″N 120°59′34″E / 14.001944°N 120.992778°E14.001944; 120.992778
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Filippine
Taal

Il Taal è uno stratovulcano attivo[1] situato nella regione di CALABARZON, provincia di Batangas, sulla costa occidentale della grande isola di Luzon nella parte settentrionale dell'arcipelago delle Filippine. Il vulcano è costituito da un basso cono di tufo che sorge nel mezzo del lago Taal, all'interno di una grande caldera del diametro di 250 chilometri. Il vulcano Taal si trova a circa 50 chilometri dalla capitale del Paese, Manila, ed è mèta turistica di grande importanza.

Morfologia e attività[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema vulcanico del Taal è costituito dalla grande caldera formatasi in seguito a una forte eruzione verificatasi fra i 140 000 e i 6 000 anni fa del diametro di 25 chilometri, dal lago e dal cono vulcanico che vi sorge nel mezzo come un'isola e all'interno del quale è presente un lago più piccolo:[2] L'originalità di questo sistema di "un lago nel lago" rende il Taal un vulcano unico per studiosi e turisti.

Il piccolo lago situato nel cratere, di colore blu e verde e con profondità massina di 76 metri, si trova a un'altitudine di 4 m s.l.m. e ha un diametro di poco meno di due chilometri; il cono del cratere, che forma un'isola, ospita 47 altri piccoli crateri e 4 maar; il cono del cratere è a sua volta posto nel mezzo del Lago Taal che occupa una superficie di 267 chilometri quadrati a un'altorudine di 2 m s.l.m.. Il tutto è al centro di una enorme caldera larga 25 chilometri risultata da una enorme eruzione avvenuta in epoca non storica e che avrebbe demolito l'originale impianto vulcanico. Nei pressi del Taalm che è parte del corridoio tettonico di Macolod, sorgono i vulcani Makiling (1 090 m), Malepunyo (865 m), Batulao (811 m) e Macolod (957 m).[1]

Il Taal ha avuto in epoca storica 33 eruzioni accertate di cui, fra le altre, una pliniana nel 1754, due stromboliane nel 1968 e nel 1969, tre freatomagmatiche nel 1749, 1965 e 1966 e tre freatiche negli anni 1878, 1911 e 1970.[1]

Area paesaggistica protetta del vulcano Taal[modifica | modifica wikitesto]

Il vulcano è compreso nell'Area paesaggistica protetta del vulcano Taal, creata nel 1996 dall'allora presidente delle Filippine Fidel V. Ramos:[3] il parco si estende intorno alla zona della caldera e si affaccia sul lago sulle cui rive sorge una discreta quantità di alberghi e resort turistici. Tipico l'odore di zolfo percebile in tutta l'area intorno al vulcano e i vapori che, nella discesa verso il lago, accolgono i visitatori. L'area protetta è stata proposta nel 2006 dal Department of Environment and natural Resources (DENR) come Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.[4]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Taal volcano in Philippine Institute of Volcanology and Seismology, http://www.phivolcs.dost.gov.ph. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Taal in Smithsonian Institute - Global Volcanism Program, http://www.volcano.si.edu/. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  3. ^ (EN) Proclamation No 906, s. 1996 in Official Gazette, http://www.gov.ph/, 6 ottobre 1996. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  4. ^ (EN) Taal Volcano Protected landscape, Batangas in The United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, http://whc.unesco.org, 16 maggio 2006. URL consultato il 16 dicembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]