Maar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre Maare nell'Eifel

Maar è un termine tedesco (al plurale Maare) utilizzato per indicare delle strutture poco rilevate, generalmente di forma circolare, il cui fondo depresso rispetto al piano di campagna è occupato da un lago.

Si tratta di caldere di origine idromagmatica, ossia di cavità originate da esplosioni scatenate dal contatto tra magma e acqua di falda. L'acqua della falda profonda (falda freatica), venendo a contatto con il magma in masse consistenti, provoca la formazione di grosse quantità di composti volatili con un potenziale esplosivo di potenza inimmaginabile con conseguenze catastrofiche paragonabili a quelle degli impatti di meteoriti di grandi dimensioni. L'acqua della falda freatica riempie poi la caldera residua formando così il laghetto nel fondo della cavità.

I Maare sono molto frequenti nella regione tedesca dell'Eifel. Non sono tuttavia rari in Italia. Esempi di Maare italiani sono i crateri dei Colli Albani (Lago Albano, Lago di Nemi), il Lago d'Averno ed i Laghi di Monticchio .

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]