Túró Rudi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Túró Rudi
Barretta di Túró Rudi
Barretta di Túró Rudi
Categoria Dolce
Marca Pöttyös
Anno di creazione 1968
Nazione Ungheria Ungheria
Sito http://www.dots.eu/it/
Barretta

Túró Rudi è un popolare snack prodotto e molto diffuso in Ungheria[1], che ha fatto la sua prima comparsa sul mercato nel 1968[2].

Nome[modifica | modifica wikitesto]

La traduzione letterale del nome, che è un marchio registrato, significa Rudi (diminutivo di Rudolf) di ricotta (Túró).

Marchio e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene molti marchi compresi Danone, Milka e Nestlè si siano cimentati nell'imitazione di questo dessert l'originale rimane quello prodotto e distribuito dal marchio ungherese Pöttyös (a pois), da qui la particolare confezione.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La barretta è composta da un involucro formato da una glassa di cioccolato fondente con all'interno un ripieno a base di ricotta[3][4]. Quella appena descritta è la versione "natúr" (pura) prima ad essere prodotta e tutt'oggi la più diffusa. Oltre a questa esistono molte altre varianti, tra cui, quelle con la glassa di cioccolato al latte, al gusto di cocco, contenente un'anima di albicocca, nocciola o fragola. Inoltre il Túró Rudi è distribuito in due formati: quello Classico da 30g e quello ÓRIÁS (Gigante) da 51g. Esistono anche la versione Gelato e quella Pont2 (Proprio due punti) formato contenente due dischi con all'interno due gocce di crema alla nocciola.

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Dessert più o meno simili alla ricetta originale sono prodotti e distribuiti in Austria, Estonia, Giappone, Polonia, Russia, Romania e Slovacchia. Nelle ultime due nazioni citate viene esportato proprio lo snack originale a marchio Pöttyös.

Diffusione in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Dalla primavera del 2006 la Pöttyös, utilizzando il nome Dots, ha iniziato una prima distribuzione del Túró Rudi presso alcuni ipermercati del Nord-Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pottyos con il turo rudi resta il marchio più amato dagli ungheresi in Nitlgroup.e. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) The best Hungarian Sweet: Dots (Túró Rudi) in best-things-in-hungary.com. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  3. ^ DOTS in dots.eu. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  4. ^ (EN) Adrian Phillips, Jo Scotchmer, Budapest, Bradt Travel Guides, 2004, p. 290.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]