Stefano Balassone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stefano Balassone (Sequals, 1943) è un produttore televisivo, autore televisivo e scrittore italiano.

Il suo operato come consigliere d'amministrazione Rai dal 1998 al 2002 e, precedentemente, come vicedirettore di Raitre al fianco di Angelo Guglielmi (con il quale ha pubblicato numerosi saggi), lo annovera certamente tra i personaggi che hanno ideato un nuovo modello di televisione in Italia.

Negli anni che vanno dal 1987 al 1994 Raitre diviene infatti una rete innovativa, cinica e coraggiosa; per la prima volta in Italia si parla di "TV verità" e programmi come Milano, Italia, Quelli che il calcio, Avanzi, Samarcanda, Blob, Telefono giallo, Mi manda Lubrano, Chi l'ha visto? e Un giorno in pretura vengono messi in onda per la prima volta innalzando lo share della terza rete Rai dal 2% ad oltre il 10%.

Dal 2000 è docente di "economia dei media" e di "economia e management dello spettacolo" presso il corso di laurea in scienze della comunicazione dell'Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Le sue recenti pubblicazioni, tutte con Meltemi Editore, sono:

  • La TV nel mercato globale, 2000
  • Come cavarsela in TV, 2001
  • Piaceri e poteri della TV, 2004

Controllo di autorità VIAF: 66529938