Stan Mikita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stan Mikita
Stan Mikita.jpg
Stan Mikita con la maglia dei Chicago nel 2009
Dati biografici
Nome Stanislav Mikita
Nazionalità Canada Canada
Altezza 175 cm
Peso 77 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Tiro Destro
N° maglia 21 (Ritirato da Chicago)
Ritirato 1980
Hall of Fame Hockey Hall of Fame (1983)
Hockey Hall of Fame Slovacca (2002)
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
1956-1958 St. Catharines Teepees St. Catharines Teepees 149 85 137 222
Squadre di club0
1958-1980 Chicago Blackhawks Chicago Blackhawks 1549 600 1014 1614
Nazionale
1972 Canada Canada 2 0 1 1
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2012

Stanislav Mikita (Sokolce, 20 maggio 1940) è un ex hockeista su ghiaccio canadese, di origine cecoslovacca, considerato uno dei migliori centri degli anni ‘60. Nel 1961 ha vinto la Stanley Cup con i Chicago Blackhawks, squadre nella quale ha militato per tutta la sua carriera da professionista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Mikita nacque a Sokolce, in Cecoslovacchia, con il nome di Stanislav Gouth, ma adottato dagli zii, si trasferì a St. Catharines, Ontario, Canada, e prese il loro cognome, Mikita.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Dopo tre stagioni da protagonista con i St. Catharines Teepees nella Ontario Hockey Association, Mikita venne trasferito ai Chicago Blackhawks nel 1959. Nel suo secondo anno a Chicago la squadra riuscì a vincere la loro terza Stanley Cup. Il giovane centro riuscì a terminare la stagione come capocannoniere dei playoff.[1]

La stagione seguente fu quella che lo lanciò definitivamente. Stan Mikita divenne una star come centro nella famosa "Scooter Line", (con l’ala destra Ken Wharram e l’ala sinistra Ab McDonald e Doug Mohns). Divenne il più temuto centro degli anni 60. Con il suo compagno di squadra, e superstar, Bobby Hull, i Blackhawks furono la squadra con l’attacco migliore degli anni 60. Combinando abilità di scorer, abilità difensive ed essendo uno dei migliori giocatori all'ingaggio (grazie all'uso innovativo della paletta ricurva), Mikita guido la classifica marcatori per ben quattro volte.[1]

In quegli anni Mikita fu il giocatore più penalizzato della lega, ma decise di giocare in maniera più corretta e riuscì a vincere il Lady Byng Memorial Trophy come giocatore dalla condotta più sportiva. Il drastico cambio di Mikita avvenne al suo ritorno da una trasferta. Sua moglie gli disse che sua figlia, Meg, guardando la sua partita in trasferta, si girò e gli disse, “Mamma, perché papà passa così tanto tempo seduto?” mentre la telecamera inquadrava Mikita sulla panchina dei penalizzati.[1]

Si pensa che Mikita sia stato il primo giocatore di hockey ad usare la paletta ricurva e fu uno dei primi a usare lo slapshot. Mikita pose fine alla sua carriera nella stagione 1979-1980. Quando si ritiro era il terzo giocatore più prolifico della storia NHL, dopo Gordie Howe e Phil Esposito. Mikita entro nell’Hockey Hall of Fame nel 1983, e nella Hockey Hall of Fame Slovacca nel 2002.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Membro di II Classe dell'Ordine della Doppia Croce Bianca - nastrino per uniforme ordinaria Membro di II Classe dell'Ordine della Doppia Croce Bianca
— 2 dicembre 2004[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Legends of Hockey - Stan Mikita, Legends of Hockey. URL consultato il 06-09-2012.
  2. ^ (SK) Rad Bieleho dvojkríža, II. trieda, prezident.sk. URL consultato il 06-09-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 48007418