Something's Got to Give

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Something's Got To Give
Titolo originale Something's Got To Give
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1962
Durata 37 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia George Cukor
Fotografia Charles Lang, Leo Tover, Franz Planer, William H. Daniels
Musiche Johnny Mercer
Costumi Jean Louis
Interpreti e personaggi

Something's Got To Give è un film incompiuto del 1962 diretto da George Cukor

Trama[modifica | modifica sorgente]

La fotografa Ellen, madre di due bambini è scomparsa in mare. Data per morta, passano gli anni. Nick, il marito della donna, si risposa con un'altra donna, Bianca ma intanto si scopre che Ellen non era morta e riesce a tornare a casa. Sono trascorsi cinque anni. Accolta inizialmente freddamente dai bambini che non riconoscono in lei la madre di un tempo, iniziano finzioni da parte dei vari protagonisti.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

il 23 aprile iniziano le riprese del film, si trattava di un rifacimento di Le mie due mogli My Favorite Wife. Le riprese del film vennero posticipate di alcuni mesi per permettere all'attrice protagonista di riposarsi.

Le condizioni di salute di Marilyn Monroe non erano ottimali: si ammalò una prima volta allontanandosi dal set per cinque giorni, il 30 aprile, ma mostrava ancora segni evidenti di una cattiva condizione fisica.[1] Il primo maggio era la terza volta che si faceva vedere sul set. Alla fine l'attrice venne licenziata e sostituita da Lee Remick ma le riprese e il lavoro non finirono mai.

La trama del film fu poi ripresa da Doris Day con il titolo Move Over Darling ovvero Fammi posto tesoro (1963). Il film è celebre per essere l'ultimo in cui recitava Monroe.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Robert F. Slatzer, The Marilyn Files, pag 87, SP Books, 1994, ISBN 978-1-56171-147-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema