Norman Rosten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Norman Rosten (Fallsburg, 1º gennaio 19137 marzo 1995) è stato uno scrittore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di immigranti russi che trovarono riparo negli Stati Uniti d'America, gran parte della sua vita la passò nella città di Brooklyn, studiò al Brooklyn College e all'università di New York, si sposò con Hedda Rosten.

Divenne amico di Marilyn Monroe, fu uno dei beneficiari del testamento dell'attrice, a lui furono donati 5.000 dollari che avrebbe dovuto utilizzare per gli studi della figlia, Patricia.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Return Again, Traveler, Yale University Press, 1940
  • The big road: a narrative poem, Rinehart & Company, Inc., 1946
  • Selected Poems, G. Braziller, 1979, ISBN 9780807609385.
  • Patricia Rosten Filan (a cura di), A City Is, Illustrator Melanie Hope Greenberg, Macmillan, 2004, ISBN 9780805067934.
  • First Stop to Heaven, 1941
  • Mister Johnson, Dramatists Play Service, Inc., 1969, ISBN 9780822207641. (premiere 1956)
  • Mardi Gras
  • The Golden Door
  • Come Slowly, Eden, Dramatists Play Service, Inc., 1967, ISBN 9780822202288.
  • Under the Boardwalk, Prentice-Hall, 1968
  • Over and Out, G. Braziller, 1972
  • Love in All Its Disguises, Arbor House, 1981, ISBN 9780877953241.
  • Neighborhood Tales, G. Braziller, 1986, ISBN 9780807611524.
  • Marilyn: An Untold Story, New American Library, 1973

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jeffrey Meyers, The Genius and the Goddess: Arthur Miller and Marilyn Monroe , pag 273-274, University of Illinois Press, 2010, ISBN 9780252035449.
  2. ^ Norman Rosten - John Simon Guggenheim Memorial Foundation

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]